martedì, marzo 19, 2019

Sono ancora qua...

Pochi giorni dopo dall'ultimo mio post, per la precisione il 1° dicembre, mia madre è caduta! Per fortuna niente di grave, ma si è fatta una piccola frattura al gomito con la conseguenza che non riusciva a fare più niente. Non riusciva ad alzarsi dal letto, non riusciva a camminare perchè le servono entrambe le braccia per appoggiarsi sul deambulatore, non riusciva a lavarsi e nemmeno a vestirsi. Insomma, per farla breve, le ho dovuto trovare un'altra badante e sono ripiombata nella gestione infernale di lavoro, badante, case, etc... E' successo mentre ero a Milano dai nostri amici in occasione della Fiera dell'Artigianato e siamo rientrati la domenica mattina, con calde lacrime che mi scendevano ininterrottamente e il cervello che andava in fiamme nel tentativo di capire come dovevo comportarmi.Durante il viaggio di rientro, non so come, sono riuscita a trovare una persona per dare un aiuto alla mamma e poi sono andata a recuperarla da mio fratello.
E' stato un mese bruttissimo, che ho cercato in ogni modo di vivere in stile natalizio, ho fatto persino uno dei presepi più belli degli ultimi anni a casa mia, ma... è stata dura, molto dura. 
Le famiglie sono degli agglomerati molto strani, e più parlo con le persone che mi circondano, più noto che le dinamiche sono sempre più o meno le stesse. Sono abbastanza contenta di non avere figli, se la mia vita sarà lunga sono destinata ad essere molto sola ed a sentirmi tale, ma forse è molto meglio che essere circondata da persone che avrebbero dei doveri nei miei confronti e che me lo fanno pesare. Non vorrei nemmeno diventare una di quelle brontolone che esigono tanto se non troppo dai figli, quindi da questo punto di vista siamo a posto... 
Comunque il 2019 non è iniziato benissimo, la mamma sta un po' meglio anche se non benissimo, la badante è di nuovo sparita dalle nostre vite ed io ho passato alcune settimane in cui non volevo più saperne di niente e di nessuno. Poi mi è passata, o meglio credo di essermi rassegnata!!! Ogni tanto mi sale un nervoso che non posso descrivervi, ma per la maggior parte del tempo penso che è meglio lasciar perdere e faccio finta di niente. Rassegnazione!!! Un po' in tutto, cercando di prendere le cose come vengono, tanto, per quanto io faccia, non riesco a cambiare nulla, non riesco ad evitare nessun guaio, quindi è inutile mettersi di traverso, è meglio cercare di accontentare tutti e poi quando proprio non ne posso più sedermi e non muovermi più. E' tutto un lavoro, continuo, sono sempre in trincea, anche quando faccio cose che mi piacciano che a dire il vero sono veramente poche. Lo so che non è un atteggiamento che mi si addice, lo so fin troppo bene, ma è una questione di sopravvivenza! Il lavoro, la mamma, la casa, il matrimonio, le vacanze è tutto una fatica continua, un dover sempre chiedere il permesso per tutto, come stare in una grandissima galera, in cui posso fare tendenzialmente quello che voglio ma in cui alla fine faccio solo quello che vogliono gli altri. Ma va bene pure così... quando desidero qualcosa lo chiedo ed ogni tanto mi viene concesso e se non è così... pazienza! sarà per la prossima volta, per la prossima vita, non me ne frega più tanto. 
Per farvi capire, anche prenotare le vacanze quest'anno è stato impegnativo, mi sono sentita in mezzo tra diversi fuochi, ma alla fine l'ho fatto, ma non sono sicura che riuscirò a goderne, quindi vivo le giornate, una alla volta, senza tante pretese, mi alzo stanca ed arrivo a sera stremata, tutti i giorni, tutti i santissimi giorni...