giovedì, novembre 22, 2018

Punto della situazione... pre Natale!

Chissà se oggi andrà un po' meglio come tempo, ieri ho abbozzato un post che poi ho chiuso subito, oggi vorrei riuscire a scrivere qualcosa in più. Non è un gran periodo questo, anche se ne ho passati decisamente di peggiori... Ho sempre e costantemente problemi con la mamma, che per non farsi mancare nulla è da un paio di mesi che lotta con la gotta artritica che le causa molti dolori ai piedi con la conseguenza che non riesce a camminare quanto dovrebbe. Per completare il quadretto non riusciamo nemmeno a curare come si deve questa patologia perchè i farmaci da prendere andrebbero a peggiorare alcuni valori che già zoppicano. Ha compiuto 82 anni qualche giorno fa, ma non sono pronta ad un crollo fisico progressivo... vorrei ancora qualche anno... Mi manca tanto mio padre in questi ultimi periodi, mi manca la possibilità di sentire il suo parere, sempre molto lucido anche su cose che non conosceva affatto. Non mi dovete fraintendere, ho un sacco di persone pronte ad ascoltarmi, ma siamo messi tutti più o meno nello stesso modo, con mille problemi da affrontare, quindi è difficile che ci si riesca a focalizzare per bene sui problemi altrui. Poi mio padre era una 'razza' a parte, sempre molto attento alle cose che gli raccontavi e sempre pronto a dare un suo parere anche quando non era richiesto! 😉
E' stato un anno strano questo, un anno di cambiamento, forse anche di transizione in cui anche nel lavoro si sono affacciate tante novità che hanno inevitabilmente creato stress. Il mio senso di inadeguatezza è aumentato esponenzialmente, come la fatica di entrare in un mondo nuovo che non ho scelto io e che ritengo portatore di tanti guai, più che di cose positive. Ma mi sto sicuramente sbagliando, sono sicura che non avendo le competenze giuste, questa sensazione non ha fondamenti reali. 17 anni di lavoro su un software hanno creato uno strato talmente spesso di conoscenze di base che difficilmente può essere spazzato via con un colpo di spugna. Tutto deve essere come prima, ma non sarà mai più come prima!!! Come fanno a coesistere queste cose??? Sono preoccupata, costantemente in ansia, convinta di non essere in grado e stupita quando riesco a fare qualcosa... poi mi chiedo come mai mi spuntino brufoli ovunque e sia nato il mio primo erpes labiale... caspiterina come potrebbe essere diversamente!!! Non lo so... mi corico alla sera con questi pensieri e mi alzo alla mattina che sono duplicati ed ogni tanto apro le valvole di sfogo ottenendo solo un offuscamento ulteriore delle mie proprietà cognitive. Mi scordo tutto, la mia memoria di c... è ulteriormente peggiorata e non faccio che scrivermi post-it e mettere promemoria sul cellulare. Quando arrivo a casa alla sera sono sempre così stanca che mi sembra di aver passato una giornata in miniera e ciò che vorrei sarebbe solo 'dormire'!!! L'unica cosa positiva è che, nonostante lo stress, le poche ore che riesco a dormire, le dormo... senza aiuti e senza sogni (o meglio per fortuna non me li ricordo!). Però sono troppo poche le ore che dedico al sonno e troppe quelle che perdo davanti alla tv, con il tablet tra le mani a stordirmi con uno di quei giochini svuota cervello. Persino le lavatrici ho iniziato a farle alla mattina, settando il timer parecchie ore avanti, così quando arrivo a casa devo solo stendere.
Agogno il weekend come un condannato l'ora d'aria, per poi accorgermi che non riesco a fare quasi nulla. Ci metto una vita a riordinare il mio buco di casa, faccio le pulizie in modo sommario che se mi vedesse mia madre mi sgriderebbe a manetta... insomma una pessima 'donnina di casa'. Quindi in cosa riesco bene in questo periodo???😟
Nel frattempo però il tempo passa ed anche quest'anno si avvicina il periodo che preferisco, quindi cerco di distrarmi pensando ai miei progetti per gli addobbi natalizi, cercare qualche idea per i regali alle persone che mi sono care ed anche a quelle di cui me ne frega veramente poco. Lunedì 3 novembre ho visto il primo addobbo natalizio davanti ad un negozio: un paio di alberelli pieni zeppi di lucine bianche e mi sono chiesta... 'Ma non vi sembra di esagerare cominciando ad allestire così presto?' Per non parlare dei Babbi Natale che arrivano nei negozi a metà ottobre ad inaugurare i loro villaggi. Poi c'è gente che se la prende con me perchè il mio Babbo Natale si arrampica sul balcone agli inizi di dicembre... poveretto è irrimediabilmente in ritardo!!!😋
Devo iniziare a fare i biscotti, assolutamente questo weekend devo trovare un po' di tempo per fare una prima infornata. Quest'anno non ci facciamo nemmeno i pensierini tra colleghe... una bella tristezza, ma questa è un'altra storia e ve la racconterò un'altra volta!

Nessun commento: