giovedì, novembre 22, 2018

Punto della situazione... pre Natale!

Chissà se oggi andrà un po' meglio come tempo, ieri ho abbozzato un post che poi ho chiuso subito, oggi vorrei riuscire a scrivere qualcosa in più. Non è un gran periodo questo, anche se ne ho passati decisamente di peggiori... Ho sempre e costantemente problemi con la mamma, che per non farsi mancare nulla è da un paio di mesi che lotta con la gotta artritica che le causa molti dolori ai piedi con la conseguenza che non riesce a camminare quanto dovrebbe. Per completare il quadretto non riusciamo nemmeno a curare come si deve questa patologia perchè i farmaci da prendere andrebbero a peggiorare alcuni valori che già zoppicano. Ha compiuto 82 anni qualche giorno fa, ma non sono pronta ad un crollo fisico progressivo... vorrei ancora qualche anno... Mi manca tanto mio padre in questi ultimi periodi, mi manca la possibilità di sentire il suo parere, sempre molto lucido anche su cose che non conosceva affatto. Non mi dovete fraintendere, ho un sacco di persone pronte ad ascoltarmi, ma siamo messi tutti più o meno nello stesso modo, con mille problemi da affrontare, quindi è difficile che ci si riesca a focalizzare per bene sui problemi altrui. Poi mio padre era una 'razza' a parte, sempre molto attento alle cose che gli raccontavi e sempre pronto a dare un suo parere anche quando non era richiesto! 😉
E' stato un anno strano questo, un anno di cambiamento, forse anche di transizione in cui anche nel lavoro si sono affacciate tante novità che hanno inevitabilmente creato stress. Il mio senso di inadeguatezza è aumentato esponenzialmente, come la fatica di entrare in un mondo nuovo che non ho scelto io e che ritengo portatore di tanti guai, più che di cose positive. Ma mi sto sicuramente sbagliando, sono sicura che non avendo le competenze giuste, questa sensazione non ha fondamenti reali. 17 anni di lavoro su un software hanno creato uno strato talmente spesso di conoscenze di base che difficilmente può essere spazzato via con un colpo di spugna. Tutto deve essere come prima, ma non sarà mai più come prima!!! Come fanno a coesistere queste cose??? Sono preoccupata, costantemente in ansia, convinta di non essere in grado e stupita quando riesco a fare qualcosa... poi mi chiedo come mai mi spuntino brufoli ovunque e sia nato il mio primo erpes labiale... caspiterina come potrebbe essere diversamente!!! Non lo so... mi corico alla sera con questi pensieri e mi alzo alla mattina che sono duplicati ed ogni tanto apro le valvole di sfogo ottenendo solo un offuscamento ulteriore delle mie proprietà cognitive. Mi scordo tutto, la mia memoria di c... è ulteriormente peggiorata e non faccio che scrivermi post-it e mettere promemoria sul cellulare. Quando arrivo a casa alla sera sono sempre così stanca che mi sembra di aver passato una giornata in miniera e ciò che vorrei sarebbe solo 'dormire'!!! L'unica cosa positiva è che, nonostante lo stress, le poche ore che riesco a dormire, le dormo... senza aiuti e senza sogni (o meglio per fortuna non me li ricordo!). Però sono troppo poche le ore che dedico al sonno e troppe quelle che perdo davanti alla tv, con il tablet tra le mani a stordirmi con uno di quei giochini svuota cervello. Persino le lavatrici ho iniziato a farle alla mattina, settando il timer parecchie ore avanti, così quando arrivo a casa devo solo stendere.
Agogno il weekend come un condannato l'ora d'aria, per poi accorgermi che non riesco a fare quasi nulla. Ci metto una vita a riordinare il mio buco di casa, faccio le pulizie in modo sommario che se mi vedesse mia madre mi sgriderebbe a manetta... insomma una pessima 'donnina di casa'. Quindi in cosa riesco bene in questo periodo???😟
Nel frattempo però il tempo passa ed anche quest'anno si avvicina il periodo che preferisco, quindi cerco di distrarmi pensando ai miei progetti per gli addobbi natalizi, cercare qualche idea per i regali alle persone che mi sono care ed anche a quelle di cui me ne frega veramente poco. Lunedì 3 novembre ho visto il primo addobbo natalizio davanti ad un negozio: un paio di alberelli pieni zeppi di lucine bianche e mi sono chiesta... 'Ma non vi sembra di esagerare cominciando ad allestire così presto?' Per non parlare dei Babbi Natale che arrivano nei negozi a metà ottobre ad inaugurare i loro villaggi. Poi c'è gente che se la prende con me perchè il mio Babbo Natale si arrampica sul balcone agli inizi di dicembre... poveretto è irrimediabilmente in ritardo!!!😋
Devo iniziare a fare i biscotti, assolutamente questo weekend devo trovare un po' di tempo per fare una prima infornata. Quest'anno non ci facciamo nemmeno i pensierini tra colleghe... una bella tristezza, ma questa è un'altra storia e ve la racconterò un'altra volta!

mercoledì, novembre 21, 2018

5 minuti

Ho solo 5 minuti, non si può nemmeno iniziare a scrivere qualcosa in 5 minuti, è uno scandalo!!! Voglio più tempo, ecco cosa vorrei quest'anno da Babbo Natale, una sporta di tempo da dedicare a quello che mi pare, senza avere sempre i minuti contati. So cosa state pensando: 'Benvenuta nel club!!!' ebbè, è vero siamo sempre tutti di corsa ma anche voi pensate che sia un peccato? Non ci godiamo niente e siamo sempre in affanno, ci sentiamo inadeguati in tutto perchè ci manca il tempo da dedicare alle cose in modo da farle correttamente e con amore. 
Domenica scorsa ho fatto una crostata, era un po' che non la facevo ed ho sentito la necessità di postarla su FB come se fosse un evento, ma stiamo scherzando? Quindi niente, i miei 5 minuti sono finiti, mi sono semplicemente lamentata del... niente e non ho raccontato niente che già non sapevate, insomma una ciofeca!!!

giovedì, novembre 08, 2018

Tra crunch e shape

Come al solito ho lasciato passare troppo tempo dall'ultima volta che ho scritto qualcosa sul blog, ma mi sto rendendo conto che effettivamente, tante cose che faccio di solito con piacere, ora non riesco quasi a farle. Parlo sostanzialmente della lettura, che per me è stata sempre una compagna molto amata, capace di portami lontano, via dalla quotidianità che a volte non solo è asfissiante, ma anche così dolorosa da non riuscire quasi ad affrontarla. Ebbene, il mio kindle è sempre sul comodino, lo impugno tutte le sere quando mi corico, ma dopo poche righe gli occhi mi si chiudono e la stanchezza vince su tutto. Così il libro di Ken Follet che sto leggendo, sta diventando un vero Duomo di Milano e chissà quando lo finirò 😒
Ma oggi, ho iniziato a scrivere per aggiornarvi un po' su quello che combino, metti caso che ci sia ancora qualcuno che passa per di qua! Un paio di post fa, avevo scritto che come al solito, una delle urgenze che avrei dovuto affrontare era cercare di dimagrire qualche kilo ed ho rizzato le orecchie, aspettando non so bene nemmeno io cosa, spostando la dieta riposta su uno scaffale sul tavolino di fronte alla tv. Il malloppo è stato lì per diverse settimane, dopo di che, la mia compagna di camminate mi parla di una cosa. Mi dice che un suo collega sta assumendo pasti alternatvi poco calorici ma molto energetici, per migliorare le sue prestazioni sportive e si sente molto meglio. Trattasi di prodotti ricchi di vitamine e proteine, in particolare si tratta di polvere per farsi un beverone aggiungendo latte e caffè e crunch da aggiungere a zuppe di verdure, insalate, o anche al latte come i cereali. Della stessa linea ci sono anche snack per spuntini durante la giornata, quindi c'è un po' di tutto ma senza esagerare. Per ottenere questi prodotti bisogna partecipare a degli incontri, per intenderci sono cose simili a quelle per le creme o per il Bimbi, dopo di che ci si 'attacca' alla persona che ti ha invitato alla riunione. Questo meccanismo mi infastidisce solo a parlarne, sono sempre stata contraria a queste cose, ma la curiosità è femmina e non mi piace essere prevenuta di partenza. Quindi, sempre con la mia amica siamo andate ad una di queste riunioni, ho ascoltato attentamente la presentazione, ho fatto tutte le mie valutazioni, dopo di che ho pensato che un tentativo lo potevo fare. La cosa che mi ha convinto di più è stato il fatto che per dimagrire, quello che consigliano è di fare due pasti al giorno con i loro prodotti, tra i quali ci deve essere la colazione e poi il terzo pasto è più o meno libero, nel senso che non ti puoi mangiare un maiale intero, ma nemmeno stare a stecchetto come di solito succede con le diete classiche. 
Sono cinque settimane che seguo questo regime, mattina con beverone e pranzo con crunch, alla sera pochissime rinunce e il risultato è che ho perso quasi 4 kili... apprezzabile direi, o meglio io mi accontento. Se volessi avere dei risultati migliori, dovrei fare più attenzione a quello che mangio alla sera, ma durante il giorno in questo modo riesco a controllare meglio quello che mangio e vi dirò, anche a livello di stanchezza reagisco un pelo meglio! 
Alla fine non sono entrata nella 'catena infernale' ed i prodotti li ho trovati semplicemente in Amazon, pagandoli anche meno, dato che non ho spese di spedizione. A mezzogiorno, dato che dalla mamma ho sempre i minuti contati, mettere i crunch in una zuppa di verdure rende tutto molto più semplice e veloce. 
Perchè non ve ne ho parlato prima? per due motivi:
- Mancanza di tempo
- Volevo vedere se funzionava prima di pubblicizzarlo.

Non mi chiedete però quanti kili dovrei perdere, diciamo che cerco di prenderla con calma, piano piano chissà che non ci riesca. Nel frattempo non demordiamo, camminiamo, lavoriamo, mangiamo poco e soprattutto...sopravviviamo!!!😉