martedì, gennaio 30, 2018

Colpita e affondata!!!

Il mio badante 😺
Eccoci qua... divano, tv, portatile sulle ginocchia... sono il ritratto della convalescente post-influenza-post-ricaduta da influenza. E' più di una settimana che combatto con l'influenza, perchè se è vero che non mi ammalo quasi mai, quando lo faccio cerco di farlo per bene. Vabbè ora però comincio ad essere un po' stanca di questa storia, è ora di tornare alla mia vita incasinata di sempre, è ora di tornare ad immergersi nella nebbia e nel freddo delle mattinate all'insegna delle camminate... insomma direi che è proprio ora di mettersi al lavoro e far decollare questo 2018 che sembra iniziato da una vita ma che in realtà non ho per niente vissuto. L'ho sempre detto... odio Gennaio, ho sempre pensato che sia il mese più lungo dell'anno, nonostante sia a ridosso delle vacanze di Natale e molto spesso non sia nemmeno un mese di lavoro completo. Ebbene, ci mancava solo l'influenza ed ora vi confermo, credendoci ancora di più che gennaio è proprio un mese di 💩.
Quindi al momento, soprattutto a causa mia, abbiamo perso due spettacoli a teatro, la mia vita sociale si è ridotta a zero ed ho una mamma anziana che si sente sempre più trascurata e si rifiuta di capire come mai preferisco starmene al caldo nel mio letto, piuttosto che condividere il suo nelle lunghe giornate da malata. Il fatto che sia a casa del lavoro e sono papabile di visita fiscale sembra non essere un'opzione possibile... ma io non amo rischiare, non sono mai stata una persona che non rispetta le regole, non vedo perchè dovrei iniziare proprio ora. Pensate che sono preoccupata perchè domani pomeriggio dovrei tornare dal dottore a farmi visitare e controllare la pressione, ma il suo orario di ricevimento coincide con l'orario della visita fiscale... ehhhh... sono proprio una che ama vivere pericolosamente. 
Perchè tra tutte le cose che sono successe in questa ultima settimana abbondante ho avuto anche nausea e vomito e la pressione abbastanza alta. Dato che sono figlia di ipertesi e, nonostante non si direbbe, ho una certa età, devo tenerla monitorata e segnarla su un taccuino per poi decidere se eventualmente è ora, anche per me, di prendere la fantomatica pillolina per la pressione. 
Monitoraggio della pressione ed una serie di esami del sangue... chissà quando li ho fatti l'ultima volta... ma sapete chi me li ha prescritti??? Non la mia dottoressa della mutua, non quella scorbutica e poco collaborativa che venerdì mi ha detto che non aveva tempo di visitarmi e se stavo male dovevo andare dalla guardia medica... no, non è stata lei, è stato il suo sostituto che mi ha visitato 'accuratamente' lunedì, un ragazzo giovane di colore dal nome impronunciabile ma molto meticoloso. Quasi quasi sembra un dottore... quasi quasi sembra qualcuno che sa cosa si deve fare quando si ha a che fare con persone che non stanno bene... quasi quasi sembra una persona che non ti guarda come una persona che ha solo delle balle, mentre la tua dottoressa, che non vedi da più di due anni pensa che le cose si aggiusteranno da sole e probabilmente ha ragione... ciò che non ti uccide... ti fortifica!!! FORSE!!! 😓

Ah, dimenticavo, ora che sto meglio ve lo posso anche dire... ho avuto una importante conferma in questa occasione, ho finalmente capito quanto siamo soli io e Max e non voglio fare del pietismo, è semplicemente una considerazione molto veritiera che mi deve far riflettere sul futuro. Il weekend in cui siamo stati entrambi fuori uso, solo la nostra vicina di casa si è fatta viva. Purtroppo l'influenza è così, prende intere famiglie e questo ci sta, ma poi ci sono anche membri della famiglia che non solo non si fermano a farti un saluto nonostante ti passino davanti a casa due volte al giorno, ma non sprecano nemmeno due minuti per scrivere un cavolo di messaggio... boh, sono io che sono strana o c'è qualcosa che non va? forse no, forse semplicemente non ce lo meritiamo e non siamo persone che interessano a qualcuno. Quale che sia il motivo di tutto questo, sarà gioco cercare di organizzarsi in modo da badare a noi stessi da soli o comunque affidarsi alle persone che davvero tengono a noi... 
L'unica decisione che ho preso è la seguente: l'anno prossimo, se la mia ditta me lo passerà ancora, farò il vaccino antinfluenzale... per me, per la mia famiglia e per cercare di non essere completamente a KO!!!

1 commento:

Erica ha detto...

Forza e coraggio, il badante però sarà contento di averti a sua disposizione tutto il giorno!