giovedì, gennaio 19, 2017

Disturbo cronico???

Ciò che mi frega è la stanchezza... quella mentale più che fisica, che ti fa sbadigliare, che ti costringere ad una assunzione smodata di integratori nel vano tentativo di 'tirarti su' e che spesso non capisci nemmeno da dove derivi. Una settimana e mezzo... questo è il tempo passato dalla fine delle vacanze natalizie... tempo percepito: 2 mesi!!! Non credo di essere l'unica messa così, ma non credo sia normale. Alla mattina, quando Felix comincia a rognare... ormai la sveglia non ci serve più, ci pensa lui a svegliarci molto, troppo presto... la prima cosa che penso è 'Non ci riuscirò mai ad alzarmi...' e dopo che ho appoggiato i piedi giù dal letto 'Non ci riuscirò mai ad arrivare a sera...' e poi inizio le attività abituali come un automa, inserendo una sorta di pilota automatico. Sotto la doccia cerco di concentrarmi sulle cose che devo fare durante la giornata e solitamente la stanchezza percepita aumenta ulteriormente. Non che debba fare chissà cosa, anche perchè passo la maggiorparte del tempo al lavoro... ma comunque il tentativo di ottimizzare i tempi e di incastrare il maggior numero di cose possibili è già di per sè un'attività faticosa. Poi, già da alcuni mesi, quando arrivo a casa alla sera, che sia presto o tardi... mi scende la catena e tutti i buoni propositi fatti sotto la doccia vengono inevitabilmente rimandati. Un po' come la pubblicità di quella tipa che apre il frigo e si merita tutti i giorni un dolcetto, adducendo motivazioni quanto meno discutibili... io faccio la stessa cosa per fare il meno possibile. L'altra sera mi sono intestardita che volevo fare un po' di marmellata di arance; sono uscita dal lavoro un pelo troppo tardi, ma mi sono così incavolata con me stessa che mi sono fermata lo stesso a prendere arance e carote ed appena arrivata a casa mi sono messa a pulirle, come se si trattasse di una questione di vita o di morte... Il risultato è stato che per le 21:30 circa... avevo già invasato la marmellata, e con l'aiuto di Max fatto il rinfresco, preparato due impasti per una pagnotta salata ed un pan brioche e sistemato tutta la cucina. Bravissima Gianchy!!! Sì, infatti... ma poi sono andata direttamente a letto, sperando che per un po' il micetto continuasse a torturare Max invece che appollaiarsi comodomante contro un mio fianco.
Serate di questo tipo sono molto produttive, ma ti lasciano la sensazione di non aver mai smesso di lavorare, anche se la soddisfazione è totalmente diversa... Mi dico spesso che il progressivo allungamento delle giornate mi aiuterà, ma non ne sono tanto sicura... e se si trattasse di un disturbo cronico???

Nessun commento: