venerdì, ottobre 20, 2017

I nostri primi 20 anni


Ebbene sì, ci siamo arrivati, sembra ieri ed invece sono già passati 20 anni dal fatidico giorno del 'sì'!!! I nostri festeggiamenti sono conclusi ormai, siamo al 20 di ottobre ed il giorno esatto è stato il 12... e quelli che mi seguono in fb hanno visto, fin troppo bene, che abbiamo iniziato a festeggiare abbastanza presto😛
Ma il culmine è stata una breve vacanzina di 4 giorni a Roma, dove a forza di camminare ci siamo spappolati i piedi. Complice questo ottobre anomalo che presenta temperature quasi estive, abbiamo goduto di 4 giorni di bel tempo con sole e caldo, quasi quasi pure troppo...
Questa volta la nostra vacanza romana è stata ricca di sorprese inattese, perchè Max ha prenotato da casa alcune visite a luoghi che non avevamo mai visto, come quella al Quirinale che è durata un sacco, ma che ha dato accesso a camere che mi hanno ricordato residenze reali che ho visitato in giro per il mondo. Quella che ho gradito di più è stata quella che ci ha dato accesso ai luoghi segreti di Castel Sant'Angelo... quella la rifarei anche subito!!! Oltre a visitare le prigioni, la cosa che mi ha davvero emozionato è stato camminare sul famoso 'passetto', passerella in parte coperta ed in parte no che unisce San Pietro a Castel Sant'Angelo e che mi ha ricordato tantissimo 'Angeli e Demoni' uno dei miei romanzi preferiti di Dan Brown (nonchè film in parte girato a Roma con Tom Hanks).
Voglio anche parlarvi di un'altra visita multimediale alle Domus Romane di Palazzo Valentini; volendo costruire un parcheggio sotterraneo sotto al palazzo hanno scoperto la presenza di diverse 'domus romane' ed il parcheggio si è trasformato in una vera e propria scoperta archeologica di grande importanza. E' stato fatto un gran bel lavoro, camminando sopra lastre di vetro, in modo automatico vengono illuminate le varie parti degli scavi sotto ai propri piedi ed una voce registrata spiega con dovizia di particolari tutte le scoperte fatte. E' inutile, a Roma non si può fare nemmeno un piccolo buchetto, senza incorrere in scoperte degne di essere divulgate... quanta storia, quanto fascino, cose veramente meravigliose. 
E come contorno, andando a zonzo ci siamo goduti il centro con tutti i suoi monumenti più famosi, le sue piazze ed alcune delle sue chiese (è impossibile visitarle tutte...).
Non mi stancherò mai di visitare questa citta, come non ci si stanca di assaporarne i piatti tipici (cacio e pepe, carbonara, gricia e amatriciana... sono i miei preferiti)... quindi è solo un arrivederci, anche senza aspettare i prossimi 20  💖

mercoledì, settembre 20, 2017

Chiamatemi Forrest...

Cammina Forrest... cammina Forrest!!! Lo so che lui correva e non camminava, ma dà bene l'idea... oggi è stata la mia 33-esima camminata veloce e scusate se ne sono orgogliosa. Come ben sapete io e lo sport non siamo stati mai buoni amici, anche se a volte ho cercato di istaurare un qualche rapporto, almeno di reciproca sopportazione... ma prima o poi si è sempre incrinato qualcosa, perchè non sono mai riuscita ad ottenere un risultato importante, che è quello di fare con 'piacere' una qualsiasi attività sportiva. Anche in questo caso la sofferenza sembra non avere una fine, ogni mattina, quando suona la sveglia la prenderei a cazzotti, dopo di che, per tutti i 6 km non faccio altro che ansimare e cercare di non ascoltare i miei numerosi dolori alle gambe. Eppure eccomi qua, un po' assonnata, un po' tanto in verità e con un guardaroba tutto nuovo, comprato domenica scorsa e già messo pienamente alla prova. Ieri mattina abbiamo preso un fracasso d'acqua, siamo rientrate gocciolanti e se non si chiama questo coraggio io non so come chiamarlo... senza parlare che ieri sera ho asciugato le scarpe con il phon!!!
Forrest... ehm... Gianchy vi saluta e vi rimanda alla prossima.

venerdì, settembre 01, 2017

Vesciche...

Ahia... anzi no... ahissima!!! Zoppico per tutto il giorno, possiedo due vesciche: una sotto al mignolino del piede destro, ed un'altra di lato al ditino medio del piede sinistro. Ma è quella del mignolino che mi rende zoppa 😒 Allora non fatemi la domanda che mi fanno tutti... state buoni... 'Ma che scarpe usi??? Sicuramente non sono adatte!!!' Allora, ok, mettiamo bene in chiaro una cosa... io fino a 15 giorni fa non sapevo nemmeno se avrei continuato con questa attività e le scarpe per camminare me le sono pure presa al Decathlon, ma non riesco ad usarle perchè nessuno mi ha spiegato che dovevano essere di un numero in più... quindi sto usando quelle da trekking basse, della Salomon, vecchie come il cucco, super sfondate... e mi sono venute le vesciche!!! Ora, posso anche valutare l'idea di cercare di capire quali sono le scarpe adatte al mio piede, ho persino trovato un negozio in cui probabilmente mi fanno l'analisi della camminata e mi consigliano la scarpa adatta... quindi non è che proprio me ne sto fregando. Devo solo trovare il tempo per andarci, è questo che mi frega, ma prometto di impegnarmi... Nel frattempo ho prenotato anche una seduta per un pedicure, vado a vedere se sistemando un po' le unghie, riesco a risolvere qualche altro problemuccio, perchè si sa che in estare, usando sempre sandali e ciabattine, si tende a non tagliare le unghiette corte corte... o meglio... io non lo faccio, dato che ho piedoni grandi con ditoni grandi e unghiette minuscole... Magari non serve a niente ma è meglio di niente... non credete? 
Comunque non mi sono fermata, ho messo i cerottini sulle vesciche ed anche stamattina sono andata... impavida e sfruttando il fatto che comunque non mi fanno così male con le mie scarpacce... quindi mi domando come mai mi siano venute... non è che capisco molto questa cosa... 😯
Ancora una volta, questa cosa dimostra quanto il mondo del fitness sia lontano da me, quanto siamo incompatibili, ma per il momento non mi do per vinta, insisto, cerco di usare la cocciutaggine che mi contraddistingue per qualcosa che spero sia positivo... alla fine... 
Tutti quelli con cui parlo, a cui dico che ho iniziato a camminare, dopo la prima 'comprensibile' reazione di incredulità (provo anche io la stessa sensazione tutte le mattine quando mi alzo...), mi dicono che fa bene, che ne ho bisogno e che 'vedrai come starai meglio!!!'... ahhhh... 'sperom' che detta in dialetto rende molto di più l'idea, per ora mi sono venute le vesciche, poi vi terrò informati. 😅

mercoledì, agosto 30, 2017

Muoversi... muoversi...

Agosto è quasi finito, settembre di solito porta con se l'inizio dell'autunno, con le giornate che si accorciano a vista d'occhio, con quella malinconia che ti fa desiderare che sia già Natale... ma quest'anno sfido chiunque a non aver voglia di giornate più fresche, di qualche temporale che non porti con sè chicchi di grandine grossi come mele, perchè di questa calda estate quest'anno non possiamo proprio lamentarci, ma ci ha cotto!!!
Settembre si sa è anche il mese in cui sembra ricominciare tutto, in cui si fanno i buoni propositi, quasi in misura maggiore rispetto a quelli che si fanno a fine anno, perchè tutto sommato è in questo periordo che si riparte, che tutte le attività interrotte dalle vacanze vanno riprese. Quest'anno sta capitando anche a me, anche se sono riluttante a parlarne, perchè non ci credo molto, non ho fiducia nelle mie capacità e nella mia costanza... perchè quando si tratta di fare qualcosa per me stessa, di solito al primo inghippo mollo tutto!!! Però devo anche dire che mi sento un pelo orgogliosa ed è per questo che alla fine ho deciso di parlarne... Tutto è nato la prima settimana in cui ero in ferie, in particolare lunedì 7 agosto, quando ho avuto una interessante conversazione con la mia vicina di casa. L'avevo già vista tornare trafelata da lunghe camminate quando rientravo a casa nel tardo pomeriggio, e mi chiedevo come faceva con quel caldo... ma quel lunedì le ho fatto una proposta 'indecente': 'Posso provare domani mattina a venire con te?' Così è iniziata, per tre mattine, prima di partire, mi sono buttata giù dal letto alle 7:00 e sono andata a camminare con lei. Chiamatela suggestione o non so cosa, ma mi sembra che questo piccolo allenamento mi abbia aiutato durante il nostro tour pugliese, ma come ho detto... forse si tratta solo di suggestione... Poi, quando sono rientrata, il giorno stesso del rientro, abbiamo ricominciato e da allora devo ancora perdere una giornata, che detta così fa un po' ridere perchè in fondo sono passati solo 11 giorni. Però sono 11, mica 2 o 3... uffa, sono poi stata brava fino ad ora, bisognerebbe che qualcuno ogni tanto me lo dicesse... fa bene sentirselo dire! E dato che lo so che siete curiosi di sapere cosa facciamo come 'camminata' ve lo dico subito: 6 km su strade asfaltate secondarie di campagna ad una media di 5.9 Km/h. Non è male, migliorabile sicuramente, ma dato che sono molto molto in sovrappeso, ora come ora questo è lo sforzo massimo che riesco a sopportare, che mi causa ancora dolori lancinanti alle gambe, che a questo punto comincio a pensare non mi passeranno mai!😃
Durante la settimana, per conciliare tutti i nostri impegni familiari ci buttiamo giù dal letto all'alba e camminiamo per un'oretta dalle 6 alle 7... per essere alle 8:00 puntuali in ufficio. Anche se non sembra è un bel sacrificio e di sabato e domenica cerchiamo di fare degli orari un po' più umani, però al di là degli sbadigli cronici e della fatica a deambulare, non sto malissimo, anzi... lo dico sottovoce... sto prendendo meno OKI!!! 😶
Quanto durerà??? Eh, questa è l'incognita, non ve lo so dire, sto affrontando questa novità giorno per giorno, senza fare progetti a lungo termine, sto dando un'occhiata alla bilancia per verificare se mi sta dando una mano a calare un po' di peso, e sembra che sia così anche se è veramente troppo presto per fare questo tipo di considerazioni. E' un bel sacrificio, non lo sto facendo a cuor leggero, ma se mia madre, a 80 anni la costringo a fare ginnastica da sola due volte al giorno, a fare almeno una passeggiata al giorno e fisioterapia due volte alla settimana... io posso anche provare a fare una camminata di un'oretta alla mattina prima di recarmi al lavoro, no???? 😋

lunedì, agosto 28, 2017

Estate 2017... soprattutto PUGLIA!!!

E' passato tutto giugno, tutto luglio e quasi tutto agosto... chissà cosa avrà mai avuto da fare di così importante la Gianchy per non riuscire a scrivere nemmeno una riga sul suo blog??? Un sacco di cose a dire il vero, molto... troppo interessanti!!! Lo avvertite vero il sarcasmo??? Se non lo avvertite rispondo seriamente alla domanda auto-inflitta: ho lavorato, ho fatto le solite cose e mi sono goduta diverse situazioni di 'ferie'! Avete letto bene, quest'anno proprio non mi posso lamentare, anche se arrivati a questo punto non mi sento molto riposata, ma enormemente più ricca, con il cuore e la mentre zeppi di nuove esperienze. Andando per ordine, l'appartamento a Cervia per il mese di giugno è stata proprio una bella idea... fuggire nei weekend, anche se credevo fosse più uno stress che altro, si è rivelato un vero toccasana, le settimane passavano veloci nei preparativi del weekend e quando ero via riuscivo a non pensare a nulla. Tante passeggiate in riva al mare, tante chiacchiere con Max ed il Basiolo (=Felix) sempre con noi... molto, molto bello!!!Il mese di Luglio è volato, con una settimana a Livigno che quest'anno mi ha lasciato molta stanchezza, dovuta credo più che altro al caldo continuativo che abbiamo vissuto nella nostra amata Pianura Padana. Di Livigno non ve ne parlo, andate poi a vedere i post in cui ne parlo degli anni passati, vi basti sapere che la grande novità di quest'anno è stata la presenza del Basiolo; povera stella... quest'anno si è fatto sia mare che monti il poverino e devo dire che al mare è stato così così, mentre in montagna si è abituato proprio bene... chi è che non sta bene a Livigno??!! ;-) Però tra una cosa e l'altra sono arrivata al 4 di Agosto con la lingua fuori, incavolata con il mondo... Poi l'11 di Agosto siamo partiti in macchina per raggiungere Bari, dove ci aspettavano per un tour eno-gastronomico organizzato della Puglia con capatina a Matera (che è in Basilicata... come tutti sanno!).
Ecco di questo tour mi piacerebbe parlarvi, perchè è stato perfetto, una bellissima esperienza che difficilemente riusciremo a rifare!!! Ne abbiamo fatti diversi di tour, alcuni sono andati bene, altri malino, ma questa è la prima volta in cui devo impegnarmi per trovare qualcosa di negativo e comunque non sono cose importanti...
Il tour è organizzato dalla Imperatore Travel, specializzata in tour e permanenze nel sud Italia. Noi li avevamo già usati in due occasioni: un minitour di 4 giorni in Sicilia ed un altro in Campania; entrambe le esperienze positive, quindi abbiamo deciso di farci questo viaggetto, allettati anche dalla proposta eno-gastronomica, nel mio caso più gastro che eno, dato che sono praticamente astemia.
Il tour partiva da Bari e per raggiungere il punto di partenza c'era la possibilità di scegliere tra l'aereo o il treno... noi siamo andati in macchina!!! :-D Perchè??? non so quante volte ce l'hanno chiesto in queste utlime settimane, ed ora io cerco di spiegarvi il nostro ragionamento.
Se vado in macchina, posso acquistare senza patemi d'animo qualche prodotto tipico, tanto durante il tour si possono lasciare sul bus, si tratta solo di trasportarli alla fine dal bus alla macchina. Inoltre anche i viaggi ci hanno consentito di conoscere due posticini che non conosciamo affatto: Alba Adriatica all'andata e Porto Sant'Elpidio al ritorno. In entrambi i casi abbiamo spezzato i viaggi per e da Bari. Qui di seguito vi riporto schematicamante le varie tappe della nostra vacanza:

Venerdì 11 Agosto

Alba Adriatica
Partenza per Alba Adritica, passeggiata cena e pernottamento.

Bari

Sabato 12 Agosto


Partenza per Bari, riposta la macchina in un parcheggio dell'aeroporto, il transfer ci ha portato all'hotel Nicolaus di Bari. Hotel molto bello ma lontano dal centro di Bari. Alle 19:30 incontro con la nostra guida, Benedetto, che ci ha illustrato il tour e ci ha dato le prime indicazioni per la giornata successiva. Cena e pernottamento.

Domenica 13 Agosto


Castel del Monte, Parco Naz.dell'Alta Murgia e Bari

Castel del Monte
Prima colazione e partenza per Castel del Monte, il celeberrimo e originalissimo castello ottagonale voluto dall’Imperatore Federico II di Svevia, Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Visita del maniero e proseguimento per un'antica masseria situata nel cuore del Parco Nazionale dell'Alta Murgia. Pranzo degustazione dei tipici prodotti lattiero-caseari.
Nel pomeriggio, proseguimento per Bari e visita del centro storico con la Basilica di San Nicola, capolavoro del Romanico Pugliese.
Bari
Bari
Rientro al Nicolaus hotel, cena e pernottamento. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lunedì 14 Agosto

Altamura E Matera

Altamura
Prima colazione e partenza per Altamura.Visita e degustazione in un panificio storico, ove si produce il famoso Pane di Altamura DOP, nonché taralli, friselle e la tipica focaccia barese.
Sassi di Matera

Proseguimento per Matera, pranzo tipico nel cuore dei celeberrimi “Sassi” da Nadì e visita dei due monumentali rioni: migliaia di abitazioni, botteghe e chiese in gran parte scavate nella roccia, Patrimonio dell’Umanità UNESCO.
Sassi di Matera
Sistemazione nell'hotel Smeraldo a Cisternino. Cena e spettacolo folk.

Ostuni

 

 

 

 

 

Martedì 15 Agosto

Alto Salento e Ostuni

Ostuni
Prima colazione e partenza per le campagne dell’alto Salento, visita di un'antica masseria con il suo frantoio ipogeo e successiva dimostrazione pratica dell'arte delle "orecchiette fatte in casa". Pranzo-degustazione a base di prodotti tipici.

Nel pomeriggio proseguimento per Ostuni, la "Città Bianca", visita del centro storico e della cattedrale romnuico-gotica.
Cisternino
Cisternino
Prima di rientrare in hotel abbiamo fatto una passeggiato a Cisternino, inscritto nella lista dei borghi più belli d'Italia. 

Mercoledì 16 Agosto

Martano, Otranto e Gallipoli

Martano
Prima colazione e partenza verso il basso Salento per visitare l’antico monastero dei Cistercensi di Martano, dove i frati producono rosoli, amari, marmellate, miele, pappa reale, propoli, tisane e unguenti secondo le antiche ricette cistercensi.
Otranto
Otranto






       








Proseguimento per Otranto, “Porta d’Oriente”, il cui splendido centro storico è inserito nel prestigioso albo dei Borghi Più Belli d’Italia. Pranzo tipico in masseria nel corso del quali si degusteranno i gustosi ortaggi dell'azienda.
Gallipoli
Proseguimento per Gallipoli, visita del centro storico, isola fortificata circondata dal mare.
Aperitivo con stuzzichini a base di pesce e vino bianco del Salento presso il meravigliose Il Bastione.
Il Bastione
Il Bastione

Gallipoli




L'apericena è stata così abbondante e soddisfacente che abbiamo avvertito l'albergo di non aspettarci a cena, dandoci la possibilità di gustarci un buonissimo gelato prima di lasciare Gallipoli.



Giovedì 17 Agosto

Lecce 
Lecce 
Lecce 

Vigneti Salentini e Lecce

Mattinata dedicata alle locali produzioni vinicole d’eccellenza, ormai famose nel mondo. Visita di una cantina storica e pranzo-degustazione a base di piatti di carne, salumi e formaggi tipici accompagnati dai più celebri vini salentini, Primitivo e Negroamaro in primis. Nel pomeriggio visita di Lecce, la “Firenze del Sud”, capitale del barocco pugliese. Visita del centro storico con la magnifica basilica di Santa Croce e le scenografiche piazza Duomo e piazza Sant’Oronzo. Degustazione di specialitù della pasticceria leccese in uno storico caffè del centro. Rientro in hotel, con cena a base ti piatti tipici e pizza. 

Venerdì  18 Agosto 

Valle d'Itria, Alberobello e Polignano

Alberobello
Alberobello
Prima colazione e partenza per la Valle d’Itria per visitare il fiabesco centro storico di Alberobello, vera selva di trulli dichiarata dall’UNESCO “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”.
Polignano a mare
Trasferimento a Polignano a Mare e pranzo a base di pesce fresco in trattoria tipica. Visita del magnifico centro storico a picco sul mare. Rientrati a Bari abbiamo soggiornato di nuovo al Nicolaus, dove abbiamo gustato l'ultima cena di arrivederci con piatti della tradizione regionale di mare e di terra. 

Polignano a mare

Sabato 19 Agosto

Trani 
Transfer in aeroporto, dove dopo aver recuperato la macchina ci siano messi in viaggio verso Porto Sant'Elpidio. Prima di lasciare la Puglia ci siamo fermati a visitare Trani dove abbiamo pranzato. Arrivo nel tardo pomeriggio, cena e pernottamento.
Trani 

 

Domenica 20 Agosto

Colazione e partenza per rientro a casa... 

IMPRESSIONI FINALI

Perchè vi ho detto che questo viaggio è stato bellissimo??? perchè abbiamo visto una sacco di posti bellissimi, alcuni anche molto emozionanti (il mio preferito è stato Matera...), abbiamo gustato cibi tipici, bevuto vini molto buoni ma soprattutto siamo 'incappati' nella guida più competente e preparata che abbia mai conosciuto... una vera forza della natura, che ci ha riempito di chiacchiere e di informazioni fino allo sfinimento e quando chiedeva se avevamo domande, raramente ci veniva in mentre qualcosa, perchè era già stato detto tutto, anzi no, molto di più dell'aspettato. Il gruppo piccolo (eravamo solo in 11) ci ha consentito di fare anche cose in più rispetto a quello che era in programma. Se mai qualcuno di voi, miei pochi lettori, decidesse di fare un tour in Puglia con Imperatore Travel, vi consiglio di chiedere la presenza di Benedetto... poi fate anche voi il seguente giochino: 'Indovinate in cosa è laureato questo soggetto...' :-D

 

martedì, giugno 06, 2017

Lamentarsi...

Ma noi cosa vogliamo dalla vita? Mi ci metto dentro anche io, perchè mi rendo conto di non essere mai soddisfatta di quello che faccio o di quello che sono, ma ritengo di riuscire comunque a capire quando le mie lamentele sono giustificate e quando sono semplicemente frutto di stanchezza e demotivazione. Poi ci sta che ogni tanto scappi la pazienza, chi mi conosce lo sa bene che prendo fuoco alla velocità della luce... però è necessario darsi dei limiti e fermarsi un attimo a riflettere quando si arriva ad un punto di non ritorno. Un po' lo facciamo tutti credo, cerchiamo qualcuno o qualcosa da incolpare per i propri insuccessi, perchè fa male ammettere semplicemente di non essere in grado. La nostra vita è fatta tutte di scelte, spesso prese in pochi secondi, seguendo l'istinto, o il cuore o, forse più spesso, la testa. Sono giuste? Sono sbagliate? Sono quelle che sono ed anche se sono sbagliate bisogna imparare a conviverci o si tenta, nel limite del possibile, di modificarne l'andamento. Forse a qualcuno è capitato di 'infilare' una serie di decisioni 'felici', non metto in dubbio che questo possa accadere, come sono sicura ci siano persone che non ne hanno beccata una. Poi ci sono tutti gli altri, quelli 'normali' che a volte gli dice bene ed a volte no e da lamentona quale sono, posso dirvi che il brontolare e lo sfogarsi serve nelle situazioni negative... fosse altro per dare sfogo a delle sensazioni ed esaminarle con maggiore chiarezza. Chi a parer mio invece è insopportabile è chi passa l'intera esistenza a fare la vittima, a 'credere' che le persone che gli stanno intorno non hanno altro da fare che fargli del male... e guai a voi se cercate di far loro capire che non sono al centro dei pensieri di nessuno se non forse dei genitori e del compagno/a. Le ingiustizie ci sono e ci saranno sempre, la fortuna non si può comprare... ci sta tutto ed è tutto vero, però... uffa, che palle alle volte...
Ultimamente ho un collega che si sta comportando così, che ha un muso lungo due metri dalla mattina alla sera e che spara badilate di cacca su ogni cosa e, sinceramente, mi sono scocciata di ascoltarlo senza dire nulla, anche se da un po' questa è la mia filosofia di vita... Ci danno un premio... dato che non lo danno a lui è una emerita cavolata che lui rifiuterebbe se gli venisse data (lo vorrei proprio vedere!!!). L'azienda organizza un evento per festeggiare qualcosa... 'Io non vengo di sicuro, così forse si accorgeranno di come mi stanno trattando!' Ma de che??? Ma stai scherzando??? Ma a chi importa se tu vieni o  non vieni, pensi che il tuo responsabile non si sia accorto del tuo modo di fare? e non ti viene in mente che più ti comporti così, più lui diminuisce la considerazione che ha di te? Rimboccati le maniche, fai cose, proponiti, sgomita, fagli capire cosa si sta perdendo in termine di risorsa umana, fatti apprezzare dai tuoi colleghi... poi... se non capirà che le tue richieste sono valide, ti comporterai di conseguenza, ma nessuno potrà rinfacciarti di non averci messo del tuo.
Lo so che è un pensiero 'antico' fatto di sacrificio e lavoro, che ora va molto più di moda il cazzeggio condito di paroloni senza senso... ma che ci volete fare, io faccio parte della vecchia generazione!!!

Sonno... esci da questo corpo!!!

SCRITTO IERI... PUBBLICATO OGGI!!!
 
Non ho più l'età... se mai l'ho avuta!!! Oggi sto veramente soffrendo le pene dell'inferno per la levataccia di stamattina alle ore 5:00 per tornare dal mare e catapultarmi direttamente al lavoro. Voi mi direte che lo fanno tutti e che non c'è niente di strano, ebbene sia come sia, io mi sento davvero uno straccio e mi si chiudono gli occhi... tra l'altro sto cercando di fare una cosuccia al lavoro anche un pelo impegnativa e non ci cavo fuori i piedi, guardo ogni 5 minuti l'orologio, nella speranza che arrivino presto le 17:30. Sto cercando di non assumere troppa caffeina, ma tra un po' crollo con la testa sulla tastiera, nonostante abbia interrotto quello che stavo facendo proprio nel tentativo di svegliarmi un pochino. Ma voi vi state chiedendo dove sono stata e soprattutto perchè sono tornata stamattina e vi accontento subito subito... Allora quest'anno abbiamo fatto un nuovo esperimento: abbiamo preso in affitto un piccolo appartamento a Cervia per il mese di giugno. Perchè??? Perchè volevo sapere cosa si provava ad andarsene di casa per i weekend e non dover fare sempre i conti con le mille cose da fare... o meglio fregarsene altamente ed avere anche la scusa per farlo in modo da non sentirsi troppo in colpa. Il risultato è che il lungo weekend scorso è stato il secondo che abbiamo passato al mare, sfodero una discreta abbronzatura e possiedo un gattaccio che durante il soggiorno marittimo dorme poco e mangia meno, ma che ora se ne sta a casa in recupero, passando una giornata all'insegna di queste due attività: mangiare e dormire. Come lo so? perchè c'è un altro essere vivente che oggi è a casa dal lavoro (sto parlando di Max) e che tiene sotto controllo il gattaccio. Il ritorno tattico il lunedì mattina è dato dal fatto che il lungo weekend appena trascorso ha invogliato molte persone a muoversi da casa, complice anche il bel tempo e le temperature estive, quindi volevamo evitare interminabili code e questa volta è andata bene...
Comunque l'esperienza è positiva, devo dire che avere un punto di appoggio è molto rilassante, è come stare a casa, ma con in più la possibilità di godere il più possibile dell'arietta marittima, per non parlare delle lunghe passeggiare e delle terapeutiche 'sedute' sul lettino. Vorrei solo riuscire a dormire qualche ora in più... ma Felix è troppo agitato e forse soffre un po' il caldo e di notte preferisce fare altro... tipo smiagolare, cercare di aprire armadi, farci gli agguati e arrampicarsi ovunque. Diciamo che c'è margine di miglioramento, anche se il secondo weekend è stato decisamente molto più tranquillo... il primo è stato un po' traumatico... se n'è stato nascosto per tutto il tempo e non faceva più nemmeno le fusa, cosa di cui solitamente è molto prodigo... Povero basiolino, che gli fanno questi tati cattivi... pazienza, noi lo vogliamo con noi, quando è possibile, quindi dovrà abiatuarsi il signorino, non ci sono storie.

venerdì, maggio 19, 2017

Cambio del pc

Come odio cambiare il pc!!! Credo di essere una delle poche, se non l'unica programmatrice del mondo ad odiare questa attività... forse perchè il mio pc è come il mio armadio, tengo sempre tutto ed ho praticamente tutta la mia storia lavorativa, senza mai cancellare niente (sei matto!!!). Fatto sta che solo il pensiero mi fa venire l'orticaria, ma si sa... se quando compili il progetto ti ci vuole mezz'ora, mentre tutti i tuoi colleghi ci mettono 5 minuti... diventa un problema di produttività, ergo... non ci si può tirare indietro! Ecco cosa sto facendo in questo momento... il cambio del pc e via rete sto copiando quella marea di dati che conservo gelosamente. Che poi io ci ho provato a guardarli ed a decidere se c'è qualcosa da cancellare e la risposta è stata... 'Ma sai e poi se mi chiama pincopallino ed ha bisogno di un controllo al volo?' 'Se mi dicono che in una data versione una cosa andava ed ora non va più come faccio velocemente a sbugiardarlo?' Insomma... son problemi e quindi godiamoci questa attività iper stimolante e che non se ne parli più.
Nel frattempo vi sarete domandati che fine hanno fatto i miei propositi, tutti quei discorsi sull'importanza di tenere aggiornato il blog, di quando mi fa bene sfogarmi qui piuttosto che tramare vendetta contro il malcapitato di turno... ebbene, come tutte le cose che faccio ultimamente... ci ho dato a mucchio!!! Sono sempre così stanca che comincio a pensare che avrei davvero bisogno di un chek-up completo... non riesco a riposarmi, rilassarmi... mai... vado avanti per inerzia, facendomi travolgere dal senso del dovere... e soprattutto, la mia mania di scriveri i puntini (...) è peggiorata tantissimo, come se ci fosse sempre gualche parola che dovrei dire, o meglio scrivere, ma che mi rendo conto sia meglio tenere per me!
Che stress... però adesso il progetto parte in pochi secondi :-) Ma adesso al mattino come faccio???  Prima mentre si accendeva facevo in tempo a truccarmi e prendere il caffè... :-S Son problemi...

martedì, aprile 25, 2017

Weekend lungo...

Questo lungo ponte è quasi finito e mi sto godendo questo pomeriggio di festa, sul mio divano, sentendomi in colpa per tutte le cose che dovrei fare e pensando che sarebbe molto più bello godersi una passeggiata all'aria aperta... Ma poi mi ricordo che anche solo andando sul terrazzo, comincio a starnutire e, dato che non ho preso l'antistaminico 'quotidiano', sto molto meglio qui! E' un po' che non vi scrivo, tanto per cambiare non sto riuscendo a tener fede ai miei propositi, nemmeno a quello di scrivere qualche post in più... in fondo non dovrebbe essere una cosa così complicata... o forse sì? Lavoro, mamma, casa, uscite, lavoro, mamma, casa, uscite... non so se rendo l'idea, queste sono le motivazioni che mi fanno scivolare le giornate tra le dita, i weekend non ne parliamo nemmeno e così via! Ma stamattina mentre stavo sgranando i piselli (perchè è periodo di piselli questo e sicuramente siete tutti molto interessati a questa informazione...) ho pensato che almeno due righe potevo scriverle, dato che avevo intenzione di completare un lavoro di archiviazione delle ricette che ho accumulato in tutti questi anni in cui ho seguito i corsi tenuti dalla nutrizionista. Beh, alla fine ho fatto un bel lavoro, ora ho un bel foglio di calcolo, in cui ricercare i vari ingredienti, per avere tante idee; in fondo 255 ricette sono un bel numero di ricette, no??? 
Comunque in questo lungo ponte non ho solo lavorato, ho fatto tante piccole cose e ci siamo regalati anche una giornatina di shopping a Bologna e volevo raccontarvi una cosa che mi è successa, che sarà capitata anche a voi, chissà quante volte... Tutti sappiamo che fare le commesse in un negozio non è un mestiere semplice, di qualsiasi negozio si tratti, perchè le persone sono importanti in questi posti, ed intendo la personalità delle persone. Beh, ieri avevo bisogno di comprare alcuni cosmetici e come prima tappa mi sono fermata da Kiko: ho trovato il negozio insolitamente deserto ed una ragazza gentilissima ha risposto a tutte le mie domande, facendomi uscire 10 minuti dopo contenta e soddisfatta. Poi, ho cercato in centro il negozio della Makeup Forever; possiedo da qualche anno una matita per le soprecciglia che adoro, che comprai ad un prezzo esorbitante dall'estetista ma che uso tutt'ora nonostante ormai ne sia rimasto un mozzicone. Quindi mi sono decisa a comprarne una nuova e mi sono detta che in negozio, forse potevo trovarla ad un prezzo più accettabile. Entro nel negozio deserto, la commessa è in fondo al negozio alla cassa e quando mi guarda compare una nuvoletta sulla sua testa che dice 'Che cavolo vuole questa stracciona?' Già che sia stata io a salutarla per prima, mi ha indisposto, ma comunque vado verso la cassa e le chiedo quello che cerco (nel frattempo lei non si era mossa di un cm...). Lei mi risponde seccamente che quella matita non la fanno più da due anni (avevo il mozzicone con me e glielo stavo mostrando...) e se non le avessi chiesto, se aveva il prodotto sostitutivo, forse non me lo avrebbe nemmeno mostrato. Comunque ha tenuto a puntualizzare che quel colore non c'era al che, anche io, che sono gnucca, ho capito che non aveva voglia di avermi lì, ed in quel preciso momento ho deciso che quel negozio non mi rivedrà mai più... grazie alla cortesia ed al 'savoir faire' ineguagliabile della commessa 'stronza'.
Quanto fanno le persone... c'è poco da dire... io spero che il negozio sia suo... della commessa simpatica, perchè se si comporta così con tutte le straccione che entrano, il fatto che fosse deserto non sarebbe solo un caso... ma una regola!!!

lunedì, aprile 10, 2017

Marzo 2017

Ecco il resoconto del mese di marzo... un po' in ritardo...

1. Siamo andati al cinema 3 volte: 'Great wall' (begli effetti speciali, ma accozzaglia di cose già viste!), 'La bella e la bestia' (una favola sempre bellissima, molto fedele al classico cartone della disney con una Emma Watson che a tratti mi ricordava Hermione Granger) e 'LaLaLand' in lingua originale (essendoci i sottotitoli in italiano anche delle canzoni, queste risultavano molto più integrate nel contesto del film... una conferma per me di uno dei film più belli degli ultimi tempi).
2. Siamo andati a teatro 5 volte: 'Il principe abusivo' e 'Concerto di Baustelle' a Bologna all'Europa Auditorium, 'Billy Elliot - il musical' e 'Arisa - Tour teatrale' al teatro comunale di Carpi, ,  e 'The Bodyguard' a teatro Nazionale a Milano.
3. Sono andata in palestra 9 volte per un totale di 360 minuti di camminata veloce su tapis.
4. Ho fatto ciclette a casa 17 volte per un totale di 8,5 ore.
5. Abbiamo panificato con lievito madre pagnotte dolci e salate e generato una teglia di lasagne per Pasqua, con pasta fatta in casa.
6. Abbiamo trascorso una bellissima giornata a Cervia, a caccia di un appartamento da utilizzare come fuga nei weekend di giugno.
7. Ho letto circa 670 pagine terminando 'Your Name'  di Makoto Shinkai, divorando 'Una lunga estate calda'  di Alessia Gazzola e iniziando 'Le conseguenze dell'odio' di Elisabeth George.
8. Sono stata una volta dall'estetista.
9. Ho fatto da tutor ad un ragazzo di quarta superiore per tre settimane che ha fatto lo stage nell'azienda in cui lavoro.
10. Mi sono presa una mezza giornata di permesso per preparativi legati al weekend di inizio aprile.

lunedì, marzo 06, 2017

E' solo lunedì...

Fantozzi a me non fa un baffo... che partenza in salita oggi ragazzi, diventa sempre più difficile tenere fede al mio fioretto, ma ce la posso fare, forse... :-D
Stamattina sono arrivata abbastanza in orario (ho timbrato alle 8:01...) ed alla porta di ingresso trovo un 'cucciolo d'uomo' che suona il campanello del nostro ufficio e che si presenta come tal dei tali, corrispondente al nome del 'mio' cucciolo d'uomo che doveva cominciare lo stage proprio oggi.
Condividiamo l'ascensore e nel frattempo mi presento, lo accompagno nel nostro ufficio e gli mostro la scrivania che sarà sua per le prossime tre settimane. Mi giro intorno e mi rendo conto che il mio responsabile non è ancora arrivato, cosa che accade al massimo due volte l'anno. Dopo un quarto d'ora arriva una telefonata in cui mi si dice che devo portare i due ragazzi in stage, il mio e quello di un altro reparto, presso la sala scuola. Io chiedo 'In show room?' e dall'altra parte mi rispondono 'Sì'. Recupero l'altro cucciolo e tutti e tre ci indirizziamo allo show room, arrivo davanti e scopro, come temevo, che il mio badge non apre quella porta, non ho i diritti sufficienti e comincio a fare tutte le porte del capannone, scoprendo che non se ne apre nemmeno una... poi vedo una tipa che non so assolutamente come si chiama che mi dice: 'Sono i ragazzi in stage?' ed io 'Sì, ma non riesco ad entrare e non so bene dove devo portarli...' e lei 'Li devi portare nella sala scuola, non in show room' ed io la guardo con elettroencefalogramma piatto, pensando che non ho mai saputo dell'esistenza di una tale sala, e nel frattempo la tipa si è dileguata. Faccio un giro su me stessa e vedo sopraggiungere il mio capo, che mi dice che questa sala si trova sopra i nostri vecchi uffici ed un tipo che passava per caso si offre di accompagnare i poveri malcapitati.
Bella figurina... di c... ma che ci volete fare???

mercoledì, marzo 01, 2017

Febbraio 2017

Anche febbraio se ne è andato, mese più corto, che quindi concentra maggiormente le attività che vi si svolgono, come se ci fosse il terrore di non fare a sufficienza...

1. Siamo andati al cinema 1 volta: 'Mamma o Papà'
2. Siamo andati a teatro 2 volte: 'Scandalo' e 'Gyula'  al Teatro Comunale di Carpi.
3. Sono andata in palestra 8 volte per un totale di 320 minuti di camminata veloce su tapis.
4. Ho ricominciato a fare ciclette a casa per un totale di 120 minuti in 4 volte.
5. Abbiamo panificato con lievito madre pagnotte dolci e salate, strie e pizze con un nuovo esperimento: pane alle patate!
6. Realizzazione di pasta fatta in casa (tortellini e tagliatelle) utilizzando la new entry del 'secca pasta' che ha funzionato splendidamente.
7. Abbiamo trascorso un bellissimo weekend in montagna, presso i nostri amici con una puntatina a Livigno ed una bellissima passeggiata di 10 km.
8. Ho letto circa 600 pagine terminando 'Gli eredi della terra'  di Falcones ed iniziando un breve racconto tratto dal omonimo film 'Your Name' di Makoto Shinkai.
9. Sono stata due volte dal parrucchiere (cosa che non so se mettere tra le cose positive...) ed una dall'estetista.
10. Ho fatto da tutor ad un ragazzo di quinta superiore che ha fatto lo stage nell'azienda in cui lavoro.
11. Ho preso un paio di ore di permesso ed un giorno di ferie per motivi personali che non hanno niente a che fare con problemi di salute di qualcuno.

martedì, febbraio 28, 2017

Fioretto... di quaresima...

Anche questo mese è quasi finito, anzi no, praticamente è finito!!! Per non farmi mancare nulla mi sono sguastata la giornata con la solita domanda del c... durante la riunione giornaliera! Beata ignoranza... ma perchè non mi faccio mai un pacchetto di c... miei??? Cosa mi è venuto in mente di chiedere al mio capo cosa ha intenzione di mostrare all'imminente fiera??? Per rimanere delusa del fatto che tutti gli sforzi fatti negli ultimi mesi non vengono presentati per niente... quello che viene presentato è un mare di fuffa farcito con qualcosa di quasi funzionante che probabilmente non interessa a nessuno!
Per i nuovi arrivati tutto ciò risulta normale, lo so... sono io che come al solito vivo di ricordi, di tempi andati in cui mi recavo in fiera con Max e guardavo terrorizzata una demo su megaschermo in cui girava un modulo appena concluso in versione alfa... Dovrei essere contenta di una presentazione quasi esclusivamente 'teorica' ma il mio orgoglio rimane comunque ferito... ho sempre e costantemente l'impressione di impegnarmi troppo per quello che ottengo in cambio... e non parlo di soldi, che sia chiaro, parlo di consapevolezza degli sforzi che vengono profusi quotidianamente.
A forza di mazzate imparerò, anche se chi nasce tondo non può diventare quadrato, magari può acquisire qualche 'protezione' da mettere nei punti giusti, che forse in questo caso si chiama 'menefreghismo'. Fai quello che devi fare Gianchy, senza cavarti il collo, con calma e vivi... cavolo... vivi porca miseria, rendi il poco tempo che ti rimane un po' più appagante, ce la fai o no???
Quindi dato che siamo alle porte della quaresima ed è usanza fare qualche fioretto... quest'anno cambiamo, facciamo qualcosa di diverso, facciamo un bel fioretto di '40 giorni di menefreghismo'. Mi impegnerò a non arrabbiarmi, a non discutere, ad annuire con gentilezza ad ogni richiesta a sfogare le mie insoddisfazioni solo qui, sul mio diario, e solo quando proprio non ne posso fare a meno... Ingrasserò 10 kili, perchè comunque da qualche parte la tensione va sfogata ma non voglio che eventi esterni quali il lavoro o la famiglia facciano di me la persona acida che tutti conoscono, almeno per i prossimi 40 giorni. Vi terrò informati anche sull'andamento di questo super fioretto... qui 'Gianchy acidella'... passo e chiudo!!!

mercoledì, febbraio 22, 2017

Be careful !!!

Ma secondo voi è normale che in questo periodo non faccia altro che avere idee di cose da fare, comprare, scancherare??? E' un effetto della menopausa e della vecchiezza che incombe??? Sta di fatto che ogni giorno me ne vengo fuori con una cosa nuova ed io non sono mai stata così, anzi sono una persona molto statica, al limite della noia. Poi, di tutte queste idee, sicuramente ne realizzerò una minima parte se non nessuna, perchè come al solito arriverà un evento esterno che mi manderà all'aria tutto con l'effetto di una pallina scagliata contro un castello di carte... ed io sotto a cercare di prendere al volo il maggior numero possibile di carte prima che atterrino...
Nel frattempo continuo a torturare quel pover'uomo che vive con me, mandandogli messaggi strani ed inaspettati. Ma non è colpa mia, è colpa dell'ambiente super stimolante in cui vivo, dove si parla di tutto tranne che di lavoro. Si imparano tante cose, le informazioni circolano e la mia testa frulla, stra-frulla e mi piacciono tante cose, da fare, da vedere, da vivere. Detta così sembra una bella cosa, sembra quasi che la mia vita da pseudo-badante con lavoro a contorno non prenda più tutte le mie energie mentali e fisiche o forse, come è più probabile, sempre più spesso mi estraneo e sogno un'altra vita. Certo è che ultimamente ho fatto progressi, da figlia sempre presente, ora sono quella che praticamente non vado mai a trovare la povera madre abbandonata! La realtà della cosa è questa: il martedì ed il venerdì cerco di andare in palestra a pranzo quindi da mamma a mezzogiorno ci vado di lunedì, mercoledì e giovedi (lun e gio con attività da badante di alto livello), in più almeno una volta alla settimana di sera vado a prenderla ed andiamo a fare un po' di spesa o semplicemente un giretto a piedi da qualche parte. Nel weekend la sento solo tre volte al giorno, mattina, pomeriggio e sera, perchè chissà come mai, avrei una casa da accudire con tutto quello che ne consegue, ma anche in questo caso si tratta di abbandono! Come si fa presto a cadere in disgrazia, direi che sono sull'orlo di essere diseredata... pazienza, me ne dovrò fare una ragione, certo è che già ieri sera, mentre scaricavo dalla macchina per la terza volta il deambulatore, sentendomi dire che comunque ormai non ci vado quasi più e non mi vede come prima, etc... mi stava partendo un vaffanculo, degno della persona che lei sta dicendo a tutti che sono diventata! Tutto è partito dalla mia iscrizione alla palestra, ve ne rendete conto? Ah poi dimenticavo... tutti i giorni, e sottolineo tutti, la chiamo alla mattina ed alla sera prima di andare a letto, per assicurarmi che sia tutto a posto, manco in una casa di cura sarebbe tenuta così sotto controllo! Prima o poi dovrò aprirle il libro, o forse semplicemente lasciarla in balia della gestione super performante dell'altro figlio, quello che nel menage quotidiano si occupa di portarla al cimitero al sabato mattina, se ha tempo, se gli gira e se non ha di meglio da fare... sai poverino lui lavoro lontano da casa, gli tocca uscire alla mattina e tornare alla sera! uhmmm... mi ricorda qualcosa, non sono circa 25 anni che qualcun'altro di mia conoscenza sta facendo la stessa cosa? Chissà come ha fatto a sopravvivere, deve sicuramente avere dei super poteri :-D.
Vabbè, la smetto di lamentarmi, anzi no, per la cronaca, non mi stavo lamentando, stavo solo raccontando quello che mi sta succedendo, un pezzetto della mia vita super eccitante che i miei quattro lettori mi invidiano quotidianamente, io ne sono sicura. Stamattina, mentre salivo in ascensore con un collega, ci siamo guardati in faccia e tra uno sbadiglio ed uno sbuffo, abbiamo pensato la stessa cosa: la gente che ci circonda non fa altro che dirci che siamo fortunati ad avere un lavoro, che non dobbiamo lamentarci... quindi NOI NON CI LAMENTIAMO!!! Siamo felici, contenti, soddisfatti e... sbadigliamo, incontrandoci dopo un'oretta alla macchinetta del caffè!
Vi terrò aggiornati sui miei voli pindarici, oggi non mi andava di raccontarvi l'ultima ideona, volevo solo dirvi che sto macinando, state anttenti... be careful!

martedì, febbraio 21, 2017

Fitness by me

Lo so che la gente normale va in palestra per socializzare, per fare esercizio fisico ed eventualmente scambiare quattro chiacchiere... io NO!!! Io vado in palestra per fuggire la mia quotidianità, per avere un'oretta tutta mia, per fare qualcosa che mi piace mentre faccio qualcosa che mi fa bene... e scusate se è poco! Quindi per me andare in palestra in pausa pranzo significa buttarmi sul tapis e camminare per 40 minuti ai 5 km/h con una pendenza del 2%, mentre leggo il kindle comodamente appoggiato sull'orlo del computer del tapis stesso. Se non vi immaginate la scena fa lo stesso... non vi perdete niente, non è uno bello spettacolo, ma è tanto tanto rilassante... fino a quando, quello spaccaxxx del proprietario della palestra (brav'uomo per l'amor di Dio ma veramente logorroico...) non si avvicina e si mette a chiacchierare, tirando fuori degli argomenti che non interessano a nessuno... Si appoggia tra due tapis, purtroppo a volte uno dei due è il mio e comincia a blaterare e, se va bene, per dieci minuti parla parla dopo di che si accorge che almeno una delle due persone non lo caga pari e se ne va! Ma io dico... lo vedrai bene che la sottoscritta se ne sta lì a camminare e legge con attenzione il Kindle... lo vedrai no??? Non è che uno legge un kindle, così per caso, come quando leggi una rivista dalla parrucchiera per passare il tempo (io mi porto il kindle anche in queste occasioni...), c'è una premeditazione ed uno studio dietro ad un tale comportamento, si dovrebbe intuire, no? Ed invece no... qualche settimana fa erano i pesciolini appena nati del suo acquario che venivano mangiati dai genitori e lui andava in giro per la palestra a chiedere a tutti come mai di questo comportamento, mentre oggi disquisiva sul fatto che è molto meglio andare in palestra in pausa pranzo che buttarsi in un bar a mangiare un panino o andare in mensa... Ma parlava con me? Io lo faccio per fuggire alla tirannia di una madre che mi utilizza costantemente come una serva e distrarmi dalla vita dell'ufficio che trovo profondamente insoddisfacente in questo periodo... mi sembra di non rientrare nel target delle persone che si affannava a descrivere. Ed io??? Io continuavo a fissare il mio kindle, incapace di continuare nella lettura a causa del suo ciarlare, nel tentativo di fargli capire che le sue chiacchiere non erano ben accette... sono stata cattiva? eh beh... ci vogliono delle regole...

giovedì, febbraio 16, 2017

Occidentali's Karma




Essere o dover essere
il dubbio amletico contemporaneo
come l’uomo del neolitico
nella tua gabbia 2×3 mettiti comodo
intellettuali nei caffè, internettologi
soci onorari del gruppo dei selfisti anonimi

L’intelligenza è démodé
risposte facili, dilemmi inutili
AAA cercasi (cerca si)
storie dal gran finale
sperasi (spera si)
comunque vada panta rei
and singing in the rain

Lezioni di Nirvana
c’è il Buddha in fila indiana
per tutti un’ora d’aria, di gloria
la folla grida un mantra
l’evoluzione inciampa
la scimmia nuda balla
occidentali’s karma
occidentali’s karma
la scimmia nuda balla
occidentali’s karma

Piovono gocce di Chanel
su corpi asettici
mettiti in salvo
dall’odore dei tuoi simili
tutti tuttologi col web
coca dei popoli
oppio dei poveri
AAA cercasi (cerca si)
umanità virtuale
sex appeal (sex appeal)
comunque vada panta rei
and singing in the rain

Lezioni di Nirvana
c’è il Buddha in fila indiana
per tutti un’ora d’aria, di gloria
la folla grida un mantra
l’evoluzione inciampa
la scimmia nuda balla
occidentali’s karma
occidentali’s karma
la scimmia nuda balla
occidentali’s karma

Quando la vita si distrae
cadono gli uomini
occidentali’s karma
occidentali’s karma
la scimmia si rialza
namastè alè

Lezioni di Nirvana
c’è il Buddha in fila indiana
per tutti un’ora d’aria, di gloria
la folla grida un mantra
l’evoluzione inciampa
la scimmia nuda balla
occidentali’s karma
occidentali’s karma
la scimmia nuda balla
occidentali’s karma

Ormai lo sapete, io faccio parte di quelli che da sempre seguono Sanremo, magari in modo distratto e non continuativo, ma comunque mi piace... fosse anche solo per criticarlo! E quest'anno ho onorato questa tradizione e già dal primo ascolto, ancor prima di capire il testo, ho amato questa canzone trovandola molto simile ad 'Amen', la canzone che ha vinto l'anno scorso la sezione giovani. Non ho comunque vissuto questa similitudine come un fatto negativo, ma come un aspetto distintivo della musica di Gabbani. Però devo essere sincera, mai e poi mai avrei detto che poteva vincere questa manifestazione che da sempre è associata ad un senso di 'vecchiume'. Comunque un campanello mi doveva suonare quando il buon Albano è stato eliminato, causando l'indignazione di tutto il pubblico, non votante, dell'età della mia mamma!!! Comunque a me piace un sacco, la ascolterei a ripetizione e proprio per questo ho deciso di regalarvi sia il testo che il video...

giovedì, febbraio 09, 2017

Cura della persona

Lo sapete che il mio rapporto con la cura di me stessa è da sempre molto problematica... e non parlo solo della salute, anche nelle cose più ovvie come andare dall'estetista o dalla parrucchiera non sono un granchè. Ma con l'età sono migliorata e non di poco... ed ora ho una routine abbastanza consolidata che fa di me una persona 'quasi'... nella norma! Sottolineo 'quasi' perchè molte donne che conosco fanno molto di più per loro stesse, ed io le ammiro, ma proprio è più forte di me! Tralasciando l'aspetto della salute, che è un punto molto dolente di cui mi vergogno proprio tanto, volevo parlarvi dell'aspetto più futile, quello che dovrebbe essere un 'piacere' più che un 'dovere'. Una volta al mese vado dall'estetista, in una frazioncina di due case in croce vicino a casa mia due ragazze hanno aperto qualche anno fa uno studio dentro ad un garage... con una duplicazione degli spazi, sono riuscite ad ottenere circa 4 spazi separati ed io ci stavo davvero bene, senza parlare poi della loro competenza che è indubbia!!! I prezzi sono progressivamente aumentati, il passaparola è stato un toccasana per loro, tanto che alla fine dell'anno scorso si sono trasferite in un posto molto più grande e molto più 'in'. Non mi sono ancora abituata a questa nuova 'spa', mi sento un po' a disagio quando entro, la trovo troppo dispersiva e di lusso, ma mi abituerò... spero. Fatto sta che, come vi dicevo, una volta al mese mi faccio vedere da quelle parti, e due volte all'anno mi regalo anche una pulizia del viso... ma faccio veramente il minimo classificandomi tra i clienti di serie C o D...
Altra cosa invece è la parrucchiera... con questa sono di nuovo in crisi, purtroppo il mio periodo felice è terminato ed ora sono di nuovo alla ricerca di una sistemazione. Qualche anno fa una mia amica mi aveva indirizzato da una ragazza che lavorara in uno studio di Carpi, quasi in centro ed è stato amore a prima vista, mi ha donato un nuovo taglio, mi ha tolto almeno 10 anni di dosso e per me era bravissima... Poi è rimasta incinta e mi ha assicurato che avrebbe continuato a seguirmi, cosa che poi in realtà non è riuscita a fare, ovviamente... Ora ho provato un altro studio e devo dire che non sono male, ma sono 'inculenti' in un modo inaffrontabile, proprio i tipici 'fighetti carpigiani', senza parlare poi dei prezzi esorbitanti... 104 euro per un colore+riflessi con taglio corto corto... boh... a me sembrano troppi.
Ma la cosa che proprio non riesco sopportare in quei posti è quel modo tutto loro che di solito hanno di farti sentire una cacca... della serie 'Ma come? non fai la ricrescita? guarda che ne avresti bisogno...' oppure 'Ma come? li vuoi corti? ma non vanno più di moda così corti quest'anno..' oppure 'Scusa ma che crema usi per il viso?' e quella che usi è sempre la peggiore in commercio, anche se costa 150 Euro, ce l'hanno loro quella migliore, se poi dovessero scoprire che ne usi una da 11 Euro acquistata alla Kiko, forse non ti farebbero nemmeno più entrare... che una a volte li accetta anche volentieri i consigli, ma uscire sempre con qualcosa di diverso da quello che desideri, alla fine risulta un po' snervante... o no?
La settimana scorsa sono stata dalla parrucchiera, ci sono andata di venerdì sera prendendomi un'oretta di permesso per non sprecare tutto il sabato. Avevo prenotato e mi sembrava di essere stata chiara, volevo colore + riflessi, ma quando sono arrivata mi hanno detto che facevano in tempo a farmi solo il colore... fine della fiera, ho speso 71 Euro, ci devo tornare e questa volta di sabato mattina per i colpi ed ora mi ritrovo con un colore che non mi piace e il taglio non ben definito perchè 'il parrucchiere super figo' non me li ha tagliati tanto in previsione dei colpi!!! Chiedetemi se sono felice... ora, io andrò a finire il lavoro iniziato, ma chiedetemi se mi rivedono ancora? Si tengono le loro donne super trendy che chiamano per nome come se fossero tutti amici di lunga data... io mi rimetto a caccia, auguratemi buona fortuna...

mercoledì, febbraio 01, 2017

Gennaio 2017

Libreria riordinata 👍
Il mese di gennaio se ne è andato... finalmente... nonostante sia tornata al alvoro il 9, mi è sembrato davvero lungo... uhmmmm credo di averlo già scritto, mi sa che la 'vecchiezza' sta prendendo sempre più piede, ripeto le cose mille volte... :-(
Comunque oggi sono qui a scrivere il primo post della categoria 'Le cose che ho fatto...'. Per quelli che non hanno letto i miei post precedenti, si tratta di un nuovo progetto che tenta di focalizzare la mia attenzione non sulle cose che 'dovrei' fare e che 'non ho fatto' ma bensì, su quello che ho fatto, cercando di mettere in evidenza, se possibile, le cose positive.
Cominciamo con la lista...

1. Siamo andati al cinema 5 volte: 'Mr. Felicità', 'Passengers', 'Arrival', 'Your Name' e 'La La Land'.
2. Siamo andati a teatro 1 volta: 'L'ora di ricevimento' al Teatro Comunale di Carpi.
3. Sono andata in palestra 7 volte per un totale di 280 minuti di camminata veloce su tapis.👌
4. Abbiamo creato diversi manicaretti tra i quali svetta la realizzazione dei nostri primi 'tortelli verdi'.
5. Abbiamo panificato con lievito madre pagnotte dolci e salate, strie e pizze.
6. Ho riordinato la libreria della sala da pranzo.
7. Ho letto circa 500 pagine terminando un romanzo in francese ('La maison du juge' di Simenon) e iniziando un romanzo in italiano ('Gli eredi della terra' di Falcones).👍

venerdì, gennaio 27, 2017

Venerdì...

Finalmente è venerdì... il terzo venerdì lavorativo di questo 2017... oh mamma, mi sembrano passati sei mesi, e noto con piacere che non sono l'unica che evade da questo ufficio, almeno con la mente. A parte un collega che come attività giornaliera ha quella di comprare i biglietti per il concerto di Vasco, un altro sta pensando dove portare la famiglia in vacanza, ed io sono 'montata' subito sulla 'carrozza' delle idee, un esercizio di fantasia che è sempre bello ed appagante. Invece di pensare a tutte le cose che dovrei fare nel weekend, vorrei arrivare a casa stasera con la casa perfettamente pulita, le lavatrici già fatte e magari poter partire per andare da qualche parte per il fine settimana. Una volta, sono stata da una dottoressa, non mi ricordo dove, sicuramente in giro per i miei, che mi ha fatto attendere davanti alla sua scrivania perchè le è squillato il cellulare; dato che ero proprio di fronte a lei ho sentito tutta la telefonata e praticamente stava parlando con la custode della sua casa in montagna e le stava dando le disposizioni (mi accenda il calorifero alle ore tot... mi vada a fare un po' di spesa di questo e quest'altro... mi dia una spolverata in casa e mi prepari il letto... noi arriveremo alle ore 'x'). Voi non ci crederete ma questa conversazione mi è proprio rimasta in mente... io non ho bisogno di una custode/serva che mi prepari tutto per quando arrivo, ma non nascondo che le normali incombenze legate alla gestione di una casa a volte mi pesano ed avere un posticino dove scappare almeno per il weekend mi costringerebbe forse a staccare la spina, cosa che normalmente non riesco a fare. Comunque sognare costa poco, la realtà di questo periodo è talmente lontana da questo scenario che non si pone nemmeno il problema; in questo periodo il lavoro sembra essere la cosa che da ad entrambi i maggiori pensieri ed io mi impegno con tutta me stessa a non pensarci continuamente, concentrandomi su qualcosa di diverso... ci riesco? mah... a volte...

mercoledì, gennaio 25, 2017

Punti di vista...

Chissà se è solo un mio problema o se anche a voi capita di pensare più alle cose che non si riescono a fare, piuttosto a quelle che si fanno!!! Sto scorrendo la mia agenda, dove scrivo di tutto, e questo mese così lungo e tribolato è stato insolitamente molto ricco. Forse non uno dei più ricchi di impegni ma comunque bello intenso. Così mi è venuto in mente che, tempo permettendo, potrei scrivere alla fine di ogni mese quello che sono riuscita a fare, tanto per avere un altro punto di vista. Grande idea... non vi sembra??? soprattutto originale, vero??? Ok, ho fatto la somara abbastanza per oggi ma ho una grande notizia da comunicarvi... ho iniziato il riordino della libreria!!! Povera, sta chiedendo pietà, ma i ripiani fino ad ora riordinati sono veramente splendidi. Per me la libreria avrebbe senso con i libri tutti 'in piedi', ma purtroppo il posto è limitato ed i libri sono tanti quindi ho optato per una disposizione molto più 'mossa' con una preferenza per la sistemazione 'sdraiata'. Certamente è meno elegante, ma si guadagna spazio e se riesco a tenere i libri di ciascun autore vicini, forse non diventa nemmeno scomodo recuperarli. C'è poi da dire che ultimamente io leggo quasi esclusivamente sul kindle, quindi tanti di quei libri sono stati già letti in passato o sono stati acquistati per non interrompere la collezione e sono ancora incelofanati. Sì lo so che vi fa strano vedere in una libreria i volumi intonsi, ma è una cosa che ho visto fare ad un amico e che, dopo una attenta analisi, è stata considerata positiva... Se come spero viene un bel lavoro, vi metterò una foto, così vedrete di cosa sto parlando. Tra l'altro con l'aiuto di Max non ci vuole nemmeno tanto per fare questa cosa, come in tutte le cose ci vuole solo un po' di voglia.
E se una di queste sere recuperassi la ciclette che giace sul balcone da prima di Natale??? :-D

lunedì, gennaio 23, 2017

Invisible weekend...

Felix...💖💖
Ma si può incominciare la settimana più scoglionati di quando la si è terminata??? Io direi di no, ma ormai questo è lo stato d'animo attuale, non riesco proprio a far partire le giornate col piede giusto, in questi giorni mi sento molto 'criceto nella ruota'. Poi sono anche molto arrabbiata con me stessa, perchè arrivo al weekend con l'intenzione di fare tante cose, per poi passare le due giornate a non fare quasi nulla, sentendomi comunque stanchissima... La verità comunque è solo una... sono impegnata a fare cose che mi esauriscono, non mi danno nessuna soddisfazione e vedo solo guai, tanti guai... Senza contare poi la solitudine che percepisco in questo ufficio; mi sento molto sola alle prese con i vari problemi ma nello stesso tempo controllata a vista, una specie di prigione. Sta a me capovolgere questa situazione, vedere le cose con un'altra prospettiva, ma proprio non ci riesco, è un periodo così, passerà... Comunque nonostante questo malumore, il weekend ha portato con se qualche cosa di positivo, i nostri esperimenti con la pasta sfoglia continuano e ieri ci siamo cimentati nei tortelloni verdi ricotta e spinaci, conditi con burro e salvia. Ci stiamo specializzando, stiamo diventando bravini, appena fatti erano squisiti, poi vedremo quelli che abbiamo stivato in freezer se saranno mangiabili. Abbiamo iniziato i lavori alle 9:30 ed alle 11:15 avevamo già fatto 6 uova di tortelloni, due impasti di pane (uno dolce ed uno salato... rigorosamente col lievito madre) ed il rinfresco... per un totale impressionante di lavaggi del cestello del nostro amato K-Mix, che mai come in questo periodo è messo a dura prova!!! Sì perchè ogni 5 giorni facciamo il rinfresco e ne approfittiamo per fare qualche impasto, che poi mangiamo con calma nei giorni successivi. Ormai in casa nostra il pane non manca mai, sempre diverso, a volte in parte integrale, con semini vari, dolce per la colazione, gnocco ingrassato... insomma, è un peccato dover venire al lavoro, altrimenti la panetteria sarebbe sempre aperta. Mia madre è una fan scatenata del pan brioche... una mezza pagnotta è sempre sua e lei se la gode, mangiandola alla mattina con un filo di marmellata sopra.
Anche se non sono una cuoca eccelsa ci sono cose che mi rilassano una cifra, ad esempio fare i dolci, che siamo biscotti, tortine per la colazione e poi le marmellate... uh, quanto mi piace fare le marmellate, anche quelle più brigose come quella di arance, che per pulirle ci vuole una vita... ma volete mettere la soddisfazione di avere in dispensa diversi tipi di marmellate e scegliere quella che ti va di più??? Quindi dopo ci si domanda come mai nel weekend non ho pulito vetri, riordinato la libreria, pulito il box doccia e spolverato sui mobili... forse perchè non rientrano nelle attività che mi rilassano??? Soprattutto una di queste, a voi indovinare quale, pagherei qualcuno che la venisse a fare al posto mio, e la pagherei pure bene!!!
Tutto ciò condito dal fatto che quando passiamo un po' di tempo in casa, anche Felix se ne sta più tranquillo e ieri pomeriggio ci siamo fatti una bella pennichella sul divano, vicini vicini, con tanto di plaid super morbidoso... e chi si muoveva più da lì!!!