martedì, settembre 06, 2016

Felix :-)
Non riesco nemmeno a dare un titolo a questo post, dopo tanti mesi di silenzio, questo blog è come se fosse morto, ed un po' è così... Sono successe tante cose, forse pure troppe, mi sono fatta prendere dagli eventi ed anche quando avevo voglia di scrivere, non sapevo bene 'cosa' scrivere...
Il 2016 fino ad ora è stato davvero una specie di OttoVolante, sono sempre in salita e poi in picchiata, e comincio ad accusare davvero il colpo di tutto questo su e giù. 
Mi sono molto impegnata in ambito lavorativo, ho perseguito una specie di rinascita lavorativa che non so se mai arriverà. Ho avuto delle soddisfazioni ma anche delle belle batoste, l'impressione di essere finalmente capita e poi la consapevolezza di essermi illusa, standomene nel mio angolino in cui, in malo modo, sono stata ricacciata. Forse perchè non sono più una ragazzina, forse perchè so fin troppo bene di non aver realizzato niente di rilevante nella mia vita, ultimamente ho messo in discussione tante cose, ho pensato come cambiare rotta, mi sono guardata intorno per cercare ispirazione, ma alla fine non ho trovato niente di buono. La realtà è che non so come vorrei essere, o forse dovrei essere 'troppe cose' ed il risultato è che non ne sono neppure una. Ho riempito la testa delle persone che mi stanno intorno con i miei stupidi problemi, ho esagerato a tal punto che ora ho persino paura a pronunciare certi nomi, e questo mi fa sentire molto sola e molto incapace.
Così le giornate si susseguono le une alle altre come delle singole battaglie, non mi rilasso mai, sono sempre sul chi va là, sono ingrassata, sono invecchiata, sono sfinita e nonostante tutto vado avanti, corro di qua e di là come la maggiorparte delle persone e quando mi fermo non riesco a fermarmi veramente, la testa continua a frullare, a creare panorami disastrosi, a prospettare le peggio cose.
Se qualcuno sta leggendo queste righe e non mi frequenta assiduamente, non capisce cosa sia successo di così 'importante' da farmi scrivere certe cose e vorrei tranquillizzare tutti... non è successo niente di particolare, per fortuna quelli che sono rimasti ci sono ancora tutti, qualcuno più ammaccato, qualcuno più coglione, ma è la vita, no??? Di nuovo c'è che alla fine dell'anno scorso sono arrivate quattro persone nuove, che ho tenuto sotto la mia ala da chioccia per i primi sei mesi, sforzo che mi ha fruttato un premio aziendale molto gradito, per poi scoprire che una di queste persone non era quello che ci si aspettava, e con la sua immensa 'ignoranza' ha distrutto tutto. Ora comunque me ne rimangono tre, continuo a lavorare come una cretina, a dare udienza a tutti. Ma sono state spese parole, parole importanti dopo di che chi di dovere ha fatto finta di niente, ed io me ne sono tornata nell'angolino di cui vi parlavo prima. Anche se so benissimo che devo essere superiore, queste cose continuano a farmi male e me ne faranno per sempre, mi faccio sempre troppi esami di coscienza per poter sopportare in silenzio certe cose, o forse si tratta solo ed unicamente della totale mancanza di menefreghismo (un pizzico serve nella vita, dovrei ricordarmelo sempre!!!).
Poi è arrivato Felix, un raggio di sole, un micetto di quattro mesi meraviglioso: tutto nero con grandi orecchie, con una vitalità favolosa ed un miagolio strozzato che ti viene voglia di mangiarlo!!! Da pochi giorni con noi, gli voglio già un bene dell'anima, ma non sono stata all'altezza e si è fatto già male, tutta colpa della mia ignoranza e di non aver saputo preparare l'ambiente in modo adatto ad accoglierlo. Così ora ha il collare elisabettiano per proteggere una ferita alla mandibola, ha già fatto una paio di giretti dal veterinario e si aggira per casa come se camminasse sulle uova (che se non mi sentissi in colpa sarebbe pure un po' ridicolo!!!). Spero solo che guarisca alla svelta, ma è un'altra sconfitta, un'altro tentativo di inserire qualcosa di nuovo nella mia vita che è andato a ramengo... 
Il risultato è che mi viene da piangere... vorrei davvero solo rintanarmi in quel mio angoletto senza che nessuno mi venga più a cercare, tanto a cosa servo... in questo momento mi sembra di essere più danno che utile...

2 commenti:

Angela ha detto...

Ehi Gianchy tirati su...non è vero che non servi a niente!!!Non voglio nemmeno sentirlo.
Bacioni
Angela

Erica ha detto...

Guarda che io ho la casa a prova di gatto come ben sai avendone altri due e anche Buddy si è fatto male.... Ha zoppicato per due settimane e siamo andati già 4 volte dal veterinario in un mese e mezzo che ce l'ho!!! Son cose che capitano coi micini irruenti... Teo era caduto dal balcone, si era rotto una zampa sul termosifone... insomma capita :-( Non te ne fare una colpa tu...
Per il resto sul lavoro bisogna veramente avere una corazza in kevlar, capita di tutto, ognuno di noi le subisce, non sei assolutamente la sola :-(
Io cerco di dedicare più tempo che posso ai miei hobby, che è sempre troppo poco, e a cercare di scansare le scocciature che posso evitare...
Un abbraccio!