venerdì, ottobre 02, 2015

Tempo tiranno...

Lo dicono in tanti e tanti hanno ragione... ci vorrebbero giornate di 48 ore oppure non dedicare così tanto tempo all'inutile atto del dormire, ma che volete, ora che ogni tanto riesco pure a farlo... lasciatemelo fare!!! :-)
Nel frattempo però i giorni e le settimane passano, avrei tantissime cose da raccontarvi, tante foto da farvi vedere eppure non trovo il tempo e quando mi trovo sul divano, al termine di giornate di lavoro interminabili, l'unica cosa che riesco a fare è stordirmi con il mio solito giochino stupidissimo, faccio persino fatica a seguire il telefilm di turno (e di questo me ne vergogno!!!)
Cosa vi siete persi??? Beh vi siete persi un settembre molto movimentato, con due concerti all'Arena di Verona (Fiorella & friends e Il Volo) e un weekend milanese con la visita tanto attesa di Expo 2015. Ce ne sarebbe da raccontare quindi, ma come appena detto il tempo è tiranno. 
I due concerti sono stati bellissimi: Fiorella è davvero una forza della natura, 62 anni e non sentirli, non solo non li dimostra ma ha una professionalità che sprizza da tutti i cantoni e la serata, impreziosita, da tutti i suoi ospiti, è stata davvero molto piacevole. Per quanto riguarda Il Volo, è stato addirittura emozionante, oltre ad essere bravissimi, sul palcoscenico molto più maturi della loro età, hanno saputo rendere la serata molto piacevole, divertente e leggera, proprio come si addice a tre ragazzi poco più che ventenni. La cosa che ho apprezzato di più è stata la loro umiltà nel ricevere gli ospiti, non hanno mai sovrastato con la potenza della loro voce ospiti che magari non hanno le loro stesse doti e questo lo ritengo un segno di grande rispetto. Quando è salito sul palco De Gregori ho avuto un fremito, ho temuto che i due mondi fossero troppo diversi, invece è stato uno dei momenti più intensi di tutta la serata. Poi devo essere sincera, a me questo mischiare la musica pop con la lirica è sempre piaciuta, non per niente uno dei miei sogni nel cassetto è andare ad un concerto di Bocelli, poi se voi la pensate come i miei colleghi, che mi hanno etichettato ancora una volta come vecchia... non so cosa farci... sì sono vecchia, e quindi???
Per quanto riguarda invece Expo, non so bene cosa dirvi... merita, è un'occasione che mi sarebbe dispiaciuto perdere, ma nello stesso tempo è stata un'esperienza che definirei 'traumatica'. Ci siamo stati, ahimè, di sabato e le notizie dei giorni successivi riportavano che vi è stato un ennesimo record di presenze, quasi 260000 persone... uhmmm, sarà per quello che non si riusciva quasi a camminare per la via principale??? Comunque, il peccato è che i padiglioni più belli non si riescono a visitare, se non puntando solo a quelli e rimanendo in fila 'diverse ore' e c'è da fare fila ovunque e costantemente, è stato impossibile persino prendere un caffè. Però devo dire che è stato fatto un gran bel lavoro, veramente bello, le strutture esterne sono ben realizzate e lo spettacolo serale dell'albero della Vita  per un momento mi ha portato lontano lontano, in quei di Las Vegas, davanti al Bellagio... 
Cosa posso consigliare a coloro che non sono ancora andati? Evitate se potete il sabato e la domenica e scegliete i padiglioni non solo in base alla nomea che si sono fatti in questi mesi ma anche valutando la fila che vi attende. Il padiclione della Cina è quello che mi è piaciuto di più di quelli che siamo riusciti a visitare, anche lui aveva una fila molto lunga ma si muoveva velocemente, quindi alla fine in poco più di mezz'ora siamo entrati. Se siete dei montanri mancati come me evitate l'Austria, perchè il messaggio che vuole inviare è imbarazzante e mi raccomando, lasciate perdere il Cile che con le sue due ore di fila in 5 minuti abbiamo visto tutto quello che c'era da vedere ed era veramente troppo poco.
Ecco che devo scappare... se riesco vi metto qualche foto, per il momento vi auguro un buon weekend di inizio Ottobre!!!

Nessun commento: