giovedì, agosto 20, 2015

Un post al contrario...

Allora eccomi qua, tra giornate che scivolano via silenziose e veloci, notti insonni e mattinate che passerei quasi completamente nel letto per recuperare il sonno perduto. Vacanze... ecco come si stanno svolgendo, e non mi lamento, potrebbero andare meglio e chissà, nei prossimi giorni potrebbero andare ancora meglio. Ma questa volta non dico niente, non per essere superstiziosa ma dato che mi porta sfortuna parlare dei miei progetti di vacanze, ve lo dico a giochi fatti, se si faranno...
Però pensare e sognare di andare in posti lontani non credo faccia male a nessuno, soprattutto di questi tempi, in cui guardando FB non si leggono solo sofismi o frasi carine sull'amicizia, si possono ammirare bellissime foto di posti di villeggiatura, che siano distese di acqua limpida con tanto di tramonto o bellissimi monumenti famosi. Ho un'amica che in questo momento si trova a New York e posta le foto di Manhattan e del ponte di Brooklin, per non parlare della Statua della Libertà ed io le guardo, e me le riguardo, pensando a quanto sarebbe bello tornare dopo 18 anni in occasione del nostro prossimo anniversario di matrimonio. Quanto è bella New York in autunno, i colori rossicci si impossessano di Central Park e gli scoiattoli ti gironzolano intorno come a darti il benvenuto nel loro regno... Ho una vena un tantino ramantica oggi pomeriggio, avere tempo a disposizione mi fa male, anche se non sono ancora riuscita a staccare la spina, cosa impossibile da fare standosene a casa, riesco finalmente a ritagliarmi qualche ora per me e questo non mi porta bei pensieri, sono più che altro malinconica e nostalgica, non so nemmeno io di cosa...
Continuo ad ascoltare le persone che mi stanno intorno che mi parlano, che mi raccontano le loro cose, che mi danno consigli e faccio finta di niente, devo stare zitta, molto zitta... ho capito che devo far finta che vada tutto benissimo, che non ci sia nessun problema e tutto probabilmente si aggiusterà. Nessuno vuole sapere quello che davvero penso, quello che provo, fa parte anche questo del dover sempre dire che va tutto bene, ed in fondo cosa c'è che non va? mi sembra che le cose vadano benone, sono una persona estremamente fortunata, ho tutto quello che ogni persona desidera ed è solo colpa mia se ogni tanto me ne dimentico.
Non devo fare paragoni, non devo pensare a quanto sarebbe bello essere in uno di quei posti ritratti dalle foto che trovo in FB a cui mi accingo giornalmente a mettere il mio 'mi piace', devo solo essere contenta e 'grata' di quello che la vita mi ha donato e continua a donarmi.
Stamattina ad esempio mi sono alzata tardissimo, dopo una doccia veloce sono uscita senza nemmeno truccarmi e sono andata a fare colazione al mio bar preferito, che per inciso di trova proprio sotto al mio ufficio, poi mi sono regalata un bel giretto al mercato di Carpi, che di giovedì è molto più ricco di quello che si tiene il sabato... Cosa si può volere di più??? è un programmino degno di una persona in ferie, chi lo può negare??? però in un qualche modo mi sembra una cosa sbagliata, non so come spiegarvi, mi sembra quasi di vivere una vita non mia, come se essere sereni, tranquilli e spensierati fosse una cosa a cui non ho più diritto. E' vero? Non lo è? che importa...non è la realtà che conta, è quello che si sente che importa ed anche cosa succede quando provo a vivere nel modo che penso sia quello che mi merito. Non è una questione di meritocrazia, lo so, si tratta più che altro di fortuna e di saper prendere le cose nel modo giusto. Non te lo insegna nessuno, non esistono scuole, ogni persona è diversa e non esiste una cosa sbagliata ed una giusta... possono esistere decisioni sbagliate oltre ogni ragionevole dubbio, ma non il contrario, perchè ogni circostanza è diversa dall'altra e la diversità delle persone le rende ancora più particolari. Chissà, magari l'unica cosa che varrebbe la pena fare è riuscire ad essere 'orgogliosi' delle proprie scelte, dirsi, credendoci, che si stanno facendo le cose giuste e che nessuno potrebbe farle meglio. Sono stata convincente??? 
Allora facciamo un giochino... proviamo a pensare alle cose che la qui presente fa meravigliosamente bene... uhmmm... ma che cavolo scrivo, ma è mai possibile che la sottoscritta possa fare una lista di questo tipo??? Magari se scrivo una cosa di questo genere è la volta buona che i miei lettori silenti si fanno avanti dicendo che ho scritto una marea di stupidate e che non c'è niente di vero... Anche questo potrebbe essere istruttivo.
- sono bravissima ad organizzare tutti gli appuntamenti aiutandomi con agenda, promemoria e post-it
- sono bravissima ad organizzare le terapie medicinali di una persona, tenendo dietro alle medicine che servono sapendo quando devono essere richieste, intrattenendo rapporti epistolari con medici di mezza regione se occorre
- sono bravissima ad organizzare le cose che servono in una casa che non sia la mia (potrei farne un mestiere...)
- sono bravissima a prendere appunti durante le riunioni o i corsi: sono talmente tanto brava che non ho bisogno nemmeno di riordinarli
- sono bravissima a lavorare in gruppo, di qualsiasi lavoro si tratti, non necessariamente parlo del 'mio' lavoro, dovreste provare, riesco a mettermi al servizio del gruppo come pochi riescono e questo fa di me una persona che non sarà mai un leader, purtroppo
- sono bravissima a buttarmi a capofitto nelle cose nuove, anche se non mi sento all'altezza difficilmente dico di no...

ora mi scappa di fare una partita col tato ma riprenderemo questo discorso, nel frattempo sevolete, potete iniziare a commentare questa mia lista incompleta...

Nessun commento: