venerdì, agosto 14, 2015

Promesse da marinaio...

Quest'anno non ve lo dico nemmeno, o meglio, non ve lo scrivo... Di solito vi prometto che con i giorni di relax a disposizione vi scrivo qualcosa, etc... Beh, facciamo qualcosa di diverso quest'anno... facciamo che se vedrete comparire qualcosa significa che effettivamente ho avuto tempo/voglia/ispirazione per imbrattare una paginetta del blog, altrimenti ci si becca a Settembre. A dire il vero, secondo me del tempo a disposizione ne dovrei avere un sacco, all'orizzonte non ho grandi cose da fare se non 'tentare con tutte le mie forse' di riposarmi e caricare queste benedette pile scadute!!!
Sarò spesso dalla mamma la prossima settimana e chissà la prossima ancora, vedremo dove ci porta il cuore... e dove ci lasciano andare i 'spaccamaroni'. Ho capito una cosa importante in questi giorni, ho finalmente capito che la mia necessità di allontanarmi da casa è sì, la voglia di riposarmi e farmi un pacchetto di cose mie, ma la cosa più importante è allontanarmi da certi soggetti con cui non voglio/devo litigare, ma la cui vista mi da semplicemente ai nervi. Non sto parlando della mamma, povera, lei che c'entra, sto parlando di esseri inutili che danno aria ai denti solo per dire cavolate, e lo sa solo Dio quanto poco io abbia bisogno di tali soggetti. Quindi allontanarmi sighificherebbe anche non sentire certi discorsi ed anche se mi vengono riportati, si sa che c'è una certa eco in alcuni posti ed è difficile capire bene il contenuto di una 'stronzata-ata-ata-ata'.
Nel frattempo si stanno consumando le ultime ore di lavoro, è stata una settimana molto fruttuosa, me lo dico da sola che se aspetto il capo sto fresca... Ho lavorato un sacco, come sempre, ma la qualità delle cose fatte mi sembra un pelo superiore al solito, complice questo fantastico silenzio che regna in tutta l'azienda. E' proprio in situazioni come questa che mi domando che cosa abbiamo guadagnato da questa americanata da call-center chiamata 'open space'. Non vorrei mai e poi mai un 'loculo' di due metri per due dove lavorare, ma uffici in cui ci stessero al massimo 4 persone renderebbero il tutto più vivibile. Invece va di moda essere tutti vicini vicini ed ammucchiati, aiuta la condivisione delle conoscenze... uhmmm... ma siamo proprio sicuri? secondo me aiuta più che altro a non riuscire a concentrarsi se non con uno sforzo sovrumano che consenta il totale estranirsi dall'ambiente circostante. Magari ci sono giorni in cui si riesce anche a farlo, altri in cui la musica a balla nelle cuffiette aiuta, ma nella maggior parte dei casi, il tuo cervello vuole stare da una parte ma le orecchie lo distraggono e le giornate improvvisamente diventano faticose ed inconcludenti.
Ma se ai capi va bene così, chi sono io per mettere in dubbio la bontà di questo metodo di lavoro?
Appunto, non sono nessuno, ma un nessuno che tra poco uscirà da questa porta e vi farà ritorno il 31 ed anche al pomeriggio, che di mattina ho una visita con la mamma... Posso quasi dire che ci vediamo in settembre, suona benone, non trovate???

BUONE VACANZE...

Nessun commento: