mercoledì, luglio 29, 2015

Datore di lavoro

Eccolo qua, al vostro cospetto avete un datore di lavoro!!! Di chi??? Ma della badante di mia madre e non mettetevi a ridere, è una cosa seria, come tutte le cose che sto cercando di fare in questo periodo.
Questa è una settimana cruciale e non solo perchè è l'ultima di questo meraviglioso luglio, diciamo che si decide l'evolversi del mese di Agosto. Nel frattempo è scauduto il contratto che avevo stipulato con l'agenzia ed ho avuto un po' più di tempo per capire dove rivolgermi per pagare un po' meno. Vi passo un po' di informazioni, che forse vi risulteranno inutili, ma per me è tutto molto nuovo...
Io mi sono recata alla CGIL, dove mi risulta abbiano anche diversi nominativi tra cui scegliere. La mia condizione è un po' diversa, io volevo fare un contratto con una persona che conosco già e nonostante questo ci ho messo più di un'ora. Dato che a me serve una persona per 24 ore su 24 si ha la scelta tra un contratto per persone autosufficienti e non. C'è una differenza di 150 Euro, ma le condizioni di mamma mi hanno costretto a fare quello per persone non autosufficienti, con la speranza che le cose possano migliorare il prima possibile. Il contratto è a tempo indeterminato che io potrò interrompere quando voglio con 15 giorni di preavviso. Il costo è di circa 1200 Euro al mese, esclusi contributi che vengono versati ogni tre mesi solari. Esattamente la metà di quello che abbiamo pagato in questo benedetto mese con l'agenzia, ve ne rendete conto??? E non è nemmeno poco così, considerando la misera pensione della mamma... Comunque speriamo che non sia una cosa definitiva, domani mattina abbiamo i controlli per verificare se la frattura si è saldata in questo mese e dopo si vedrà come procedere. Cosa mi sento? mi sento che non si sarà rinsaldata proprio del tutto e che mamma dovrà stare ancora ferma per un tot... ma non lo dico a nessuno, lo dico solo a voi...
Nel frattempo la settimana scorsa ho fatto montare una rampa che va dall'appartamento al garage ed è come se le avessi ridato un pezzo di vita, perchè non solo va in cortile, ma ora possono anche fare delle belle passeggiate, sempre in carrozzina. Sono piccole conquiste, me ne rendo conto, ma per lei credo siano importanti, poi se gli altri pensano che stia spendendo dei soldi inutilmente... pazienza, ce ne faremo una ragione, anche perchè si sa... bisogna portar rispetto al 'datore di lavoro' ;-)

lunedì, luglio 20, 2015

Come stai? Come va?

Lo sanno tutti che sono domande di routine, di quelle che si fanno sempre quando si incontra qualcuno che è da qualche tempo che non si vede, o anche come forma di saluto quotidiano, ma interessa davvero la risposta che si riceve??? Soprattutto in queste ultime settimane ho avuto la conferma: non gliene frega niente a nessuno ed è 'scontato' che la risposta debba essere sempre 'Bene e tu???'. Ebbene la sottoscritta si è rotta  di questa fesseria del rispondere in modo ipocrita e risponde quello che si sente in quel momento, scatenendo le risposte più strane.
In queste ultime settimane ho sempre risposto dal 'Non tanto bene...' al 'Abbastanza male...' fino a giungere al 'Da m...', risposta che dipende dal livello di confidenza che ho con la persona in oggetto.
Gli interlocutori rimangono sempre abbastanza 'corti', vi consiglio di provare per credere, non asppettandosi minimamente una risposta del genere. Ieri mi hanno persino detto che non posso abbattermi così, che devo essere positiva e grintosa e qui si che sono stata educata, MOLTO educata, riuscendo a non mandare a quel paese colui che se ne è uscito con questo bel consiglio.
Devo essere sincera, ho anche trovato qualcuno che almeno ha avuto la cortesia di fare finta di essere dispiaciuto e mi ha chiesto qualche dettaglio in più su cosa mi stava succedendo, e già fa un po' più piacere, che sia interessato o no, poco importa, mi sembra già un atteggiamento più carino...
Ma la faccia di quelli che proprio ti guardano della serie 'Ecchecavolo, questa qui è solo capace di lamentarsi...' quelli proprio li prenderei a badilate, ma di quelle serie di badilate, che un'altra volta non me lo chiedete o aspettate tempi migliori in cui riesco pure a farvi uno dei miei 'dolci' sorrisi falsi come una moneta da 5 Euro. Poi ci sono quelli che non solo non gliene frega niente di te, ti rispondono che anche dalle loro parti non va benissimo e iniziano a raccontarti tutte le loro disgrazie. Ma non sono stata io a chiedere 'Come va?' e nemmeno gliel'ho chiesto di rimando ad una loro domanda, anche perchè non ne avrei avuto il tempo... quindi, cosa mi racconti a fare tutte le tue disgrazie, credi che mi facciano sentire meglio? Beh, ti sbagli dopo 10 anni di 'tanto c'è chi sta peggio...' e cavolate del genere, mi sono ufficialmente rotta i gabbasisi, come va? Va che non ne posso più, ok? Va che questo caldo mi sta togliendo le ultime bricioline di energia... va che se non riesco ad allontanarmi da tutti questi impegni, soprattutto con la testa, è la volta che finisco davvero a Villa Igea. Va che sto pensando seriamente di trovare un medico che mi ordini un anti-ansiolitico di quelli belli tosti che mi anestetizzi del tutto, meglio essere un vegetale che sentirsi come mi sento ora.. Guardo le prime foto che gli amici di FB postano dai loro luoghi di villeggiatura e mi viene da piangere... mi corico nel letto sperando di riuscire ad immergermi completamente nella lettura di un libro ed arrivo alla fine della pagina accorgendomi che i miei occhi hanno letto, ma la mia testa era occupata a pensare ad altro. Solo problemi, tutti i giorni, più volte al giorno, prospettive pessime, tunnel lungo e buio, nessuna luce in vista, boh... Poi mi viene in mentre il cretino che mi parla di ottimismo, ma va ben là, ottimismo sti due coglioni, in dieci anni di 'forzato' ottimismo cosa ho ottenuto??? Dopo sei anni e mezzo di lotte serrate ho perso mio padre, poi ho deciso che la mamma non doveva finire su una carrozzina, ed allora due interventi alle anche, due anni e mezzo consecutivi e ripeto 'consecutivi' di fisioterapia ed ora, indovinate dove si trova la mamma??? su una carrozzina ed io ancora una volta racconto frottole a manca e a destra dicendo a tutti che si riprenderà che ricomincerà a camminare, etc... Ma se doveva arrivare a questo, perchè diavolo l'ho fatta tanto tribolare con la fisioterapia, io potevo restarmene a casa mia o andare in palestra o comunque avere più tempo per me e lei non si sarebbe lamentata ogni volta di quanto faticoso era.
Lo so cosa state pensando, che a conoscerlo il futuro sono tutti bravi, ed avete ragione, io ho agito nell'unico modo che ritenevo giusto, ma mi pare anche giusto adesso non essere il ritratto della felicità, la persona più ottimista di questo mondo, sempre pronta a rispondere alla vostra domanda 'Come va?' con un fantasmagorico... 'Benissimo e tu???'

mercoledì, luglio 08, 2015

Auguri...

Qualcuno compie gli anni??? Chi, cosa, chi, cosa... quando??? Ehhhh sì, il mio tatone oggi compie gli anni, e quest'anno per forza maggiore si tratta di un compleanno diverso. Vabbè è inutile negarlo, tra lo stare al fresco a Livigno, fare qualche vasca rilassante in attesa di una buona cenetta Al Camino (no, perchè io avevo anche già deciso dove portarlo a cena, mica sono una persona disorganizzata!!! :-( ) e questa bellissima giornata passata al lavoro, che se ti va bene, ma proprio bene, la quantità di spaccamaroni che attraversa la soglia dell'ufficio è leggermente minore del solito (e non per rispetto dell'evento, ma per timore del caldo che fa in quell'ufficio...), non saprei proprio cosa scegliere, è davvero imbarazzante!!!
A parte le cavolate, l'unica cosa che penso costantemente è che mi dispiace, già gliene faccio passare di cotte e di crude, quest'anno gli ho anche rovinato tutte le ferie... brava Gianchy, devo dire che ti sei proprio impegnata bene. Poi ok, non ci ho messo solo del mio, anche altri si sono impegnati in questa storia, ma i fatti parlano chiaro, qui, chi ci rimette sono sempre le stesse persone, quelle troppo buone per mandare tutti a quel paese, o per andarci loro da soli!!!
Unica prospettiva di questa giornata, per renderla un pelo diversa dal solito è andare a fare un salto alla festa del PD a Carpi stasera, sperando di non essere mangiati vivi dalle zanzare e sopravvivere al caldo. Lo so che come festeggiamento è un po' scarso, ma portate pazienza, ci sarà modo e maniera di recuperare, una bella cenetta a base di pesce, ci sta aspettando nel weekend, sempre che non sopraggiunga anche questa volta qualcosa che ce la rovini...
Ed i regali??? Ahhhh... bell'argomento che mi tirate fuori, devo dire che tra la fantasia scarsissima, la testa piena di pensieri e la vecchiaia che incombe, anche quest'anno ho fatto schifo, anzi un pelo di più... Contavo sulle vasche livignasche per avere qualche ispirazione ed invece lunedì, dopo aver assolto ai miei doveri di figlia, sono entrata alla Comet, fiduciosa di riuscire a trovare un bel regalo per il tato. Gira che ti rigira, qualche idea mi è pure venuta, ma non riuscivo a convincermi e quindi ho fatto l'unica cosa che una persona che sta comprando un regalo non dovrebbe mai fare, l'ho chiamato pregandolo di passare anche lui alla Comet per scegliersi il regalo!!!
Fa schifo vero? sono una compagna pessima, ditelo... su... non siate timidi, ma cosa ci posso fare???
Alla fine abbiamo comprato un navigatore della Garmin da 5 pollici ed abbiamo visto una cosa fichissima della Bose, il SoundLink mini, che il giorno dopo abbiamo ordinato su Amazon.
A dire il vero io avrei voluto che si comprasse la Pdella nuova (=il cellulare), ma non è ancora convonto del modello che vuole e quindi abbiamo solo rimandato l'acquisto.
Per il momento i regali sono finiti, o meglio quelli da parte mia, anche se come sorprese siamo a 0, quando arriverà il cartoncino di Amazon faremo finta di non sapere cosa ci sta dentro, non è una bellissima idea???

Buon compleanno Tatone, mi raccomando, tieni a botta, che poi lo sai, che non potrei stare senza di te...

martedì, luglio 07, 2015

Caldo...

Tendo a dimenticarmi che ogni anno, per una quindicina di giorni c'è da sopportare questa ondata di caldo infernale... poi non sai mai quando viene, e ormai sono anni che non capita più in Agosto, ma noi Italiani non ci curiamo dei cambiamenti climatici, noi imperterriti abbiamo le ferie solo in Agosto, con la possibilità di passare intere giornate in albergo ad osservare sconsolati le spiagge deserte a causa del maltempo. Mi sembra chiaro che già da parecchi anni, se vuoi avere una 'buona' possibilità di incontrare bel tempo, il mese giusto è quello di Luglio, ed il mio capo lo sa bene, lui da sempre si prende 15 giorni in questo periodo 'sfanculizzando' le regole aziendali... perchè lui, giustamente... è il capo!!!
Ora, non voglio mettere, il dito nella piaga, lo voglio proprio rigirare a 360°, io a quest'ora dovevo essere a Livigno, con la mia bella tenuta a cipolla, tipica del miglior escursionista dilettante. Invece dalle mie parti fa un leggero caldino, quel teporino che giusto giusto ti viene da buttarti sotto la doccia e starci per un paio d'ore. Mi si appiccicano gli avambracci alla scrivania, stamattina per ben due volte è saltata la luce e l'impianto di condizionamento chiede pietà!!!
Mi sembra un po' una forzatura dover lavorare con questo caldo, che poi diciamoci la verità, ma come si fa a concentrarsi con 'sta calura... tutti gli organi principali sono concentrati sul sopravvivere, si cerca di respirare lentamente, di muoversi il meno possibile ed anche i colleghi che si agitano danno fastidio.
In questo inferno quotidiano cadono poi le attività più 'simpatiche' da fare, è una regola che ormai è diventata un'usanza da una decina d'anni a questa parte. E' un bel mese per frequentare ospedali, mi ricordo di un anno che mio padre era all'ospedale di Carpi, dove l'aria condizionata era un optional e temevo sempre che mi venisse un coccolone quando andavo a trovarlo... a me, non a lui... ed è anche un bel mese per girare in macchina, soprattutto se devi fare piccoli spostamenti che non consentono l'utilizzo dell'aria condizionata.
Ecco che stasera, all'uscita dal lavoro, mi aspetta la spesa per la mamma e già l'idea di attraversare Carpi per arrivarci, prendere il carrello, fare la spesa, caricarla sulla macchina, passare da mamma, scaricare tutto, mettere via la spesa e poi... forse... andarmene a casa... mi fa venire voglia di trasferirmi definitivamente in ISLANDA e mangiare sushi per il resto della mia vita (cosa che farebbe molto bene anche alla mia linea dato che non amo il pesce, tantomeno quello crudo!!!).
Vabbè... spero solo di riuscire ad arrivare a casa in condizioni un po' più decenti rispetto a ieri sera, manco il giretto sono riuscita a fare...

venerdì, luglio 03, 2015

Di spine che non si staccano...

Venerdì pomeriggio... cerco di non pensarci ma a quest'ora probabilmente stavo lavorando le ultime ore prima di partire per Livigno, con prospettive molto bellicose di lunghe passeggiate e cenette gustose. Invece sono qui, 'triste come l'acqua' (un detto che significa, per chi non lo sa, che sono davvero molto molto triste...) ad aspettare che venga sera per andare a casa a fare un po' di pulizie, una prospettiva allettante come prendere dei calci nel sedere per un'ora. Ma domani sono tutto il giorno da mamma, è il giorno di riposo della badante, ed alle otto devo essere già in trincea a farmi comandare a bacchetta da una donna che sa benissimo cosa deve farmi fare, approfittando della mancanza di questa 'intrusa'. Spero solo che non mi sfinisca completamente, anche perchè, per non so quale caso fortuito Mina (così si chiama la badante...) nel 'tempo libero' sta lavando quei benedetti pavimenti di marmo, cosa che mi ero ripromessa di fare domani. A dire il vero nessuno glielo ha detto, e lei non lo aveva mai fatto, quindi viene guidata dalla mamma che impartisce ordini dalla sua carrozzina come se fosse un vigile urbano nel bel mezzo di un incrocio iper-trafficato. Il risultato è più che soddisfacente, non credevo, comunque sono sicura che mamma mi troverà sicuramente qualcosa da fare, ed il libro che mi porterò dietro come 'speranza' di riuscire anche a riposarmi un po' rimarrà in fondo allo zaino, quasi a prendermi in giro per l'ingenuità dimostrata.
A parte questo, come sta andando??? Mah, che ne so, è troppo presto, credo che dovremmo aspettare un bel po' per vedere se questo riposo forzato darà i suoi frutti, spero solo che il mese prescritto sia sufficiente, anche se il mio lato pessimistico mi sta dicendo che non si riprenderà più... Lo so cosa state pensando, che sono la solita catastrofica, ma ultimamente non mi sembra di avere molto per cui gioire, mi sembra che la situazione non sia molto collaborativa, l'aver rinunciato alle vacanze mi ha dato uno schiaffo morale di tale portata, che mi viene il magone al solo pensiero. Penso che da questo punto di vista, siamo un po' tutti uguali, tiriamo come dei muli per tutto il tempo necessario, ma i paletti delle vacanze sono come la luce in fondo al tunnel ed io avevo fatto l'ultima curva e l'avevo vista quella luce... Il mio fisico si mette tutto in attesa, è come se dicesse, dai dai ultimi sforzi e poi ti potrai finalmente riposare, così vai avanti, tieni a botta e poi... poi capita una cosa del genere ed è come se il tunnel fosse stato bloccato da una frana e non si sa per quanto tempo rimarrà ingombro.
Come spesso mi accade nei periodi di crisi, mi sforzo di pensare ad altro, di 'trovare' quello che io chiamo 'pensiero felice', ma tutti quelli che mi vengono in mente sono legati a momenti di fuga dalla mia 'bellissima' quotidianità, quindi è un serpente che si morde la coda!!! Poi come al solito, mi manca una parola carina da parte dell'unica persona che in questo momento mi 'dovrebbe' dare una mano... Sto parlando di mio fratello: dato che ho annullato le vacanze, le settimane di ferie che dovevo fare non le farò e l'ho avvertito che probabilmente le sposterò più avanti. Purtroppo questo significa che forse una settimana si andrà a sovrapporre con la sua e lui mi ha solo detto che non può più spostare le ferie e che non mi sa dire se andrà via o meno. Boh, tante volte mi faccio degli scrupoli, ma sto davvero pensando che tutta questa situazione l'ho sempre gestita male e continuerò a farlo fino alla fine dei miei giorni...
Mi ha persino chiesto perchè ho annullato la vacanza, ma non mi sembra che dalle sue labbra sia uscita una frase del tipo 'Sabato ci sto io con la mamma' o similari... ma dato che ce l'ho portata io al pronto soccorso sono cavoli miei, giusto??? Ma può davvero ragionare in questo modo??? ma è mai possibile che lui non abbia nessun dovere? devo assolutamente trovare un modo, non importa quale, per cambiare questa cosa, per cambiare me stessa in modo tale da non mettermi sempre in prima fila cercando di fare tutto da sola. Devo trovare il modo giusto o sbagliato che sia per dare degli ordini a mio fratello in modo che faccia qualcosa, senza aspettare che il suo buonsenso inesistente si faccia avanti... Si muove solo quando sono KO, ma mi sembra davvero esagerato dover stare male per fargli muovere le chiappette. Forse pensava che potevo usare le mie vacanze per fare da badante a tempo pieno alla mamma. Eh beh, carissimo, questa volta ti sei sbagliato, sono talmente tanto stanca che comincio anche a sbagliare strada nei soliti spostamenti... ad esempio oggi a mezzogiorno ho girato verso casa mia invece che dalla parte opposta dove sarei dovuta andare. Me ne sono accorta quasi subito, ma questo significa che ho la mente così tanto 'full' che non riesco più ad essere padrona delle cose che sto facendo. Ho bisogno di riposo, di tranquillità, di staccare la spina... se trovate il filo, mi fate un piacere? tirate con tutta la forza che avete, prima o poi si dovrà ben staccare dalla presa a parete...