lunedì, marzo 02, 2015

Acciaccati

Certo non mi aspettavo di iniziare il mese di marzo in questo modo, e nemmeno di scrivere il mio primo post con l'Ipad con una sola mano, semi sdraiata sul divano con un braccio che non ne vuole sapere di collaborare. Poi che oggi va notevolmente meglio, sembra e dico sembra che il peggio sia passato ma questa volta me la sono vista brutta e non solo io... 
Sono tutti così abituati a vedermi al di là della barricata, a fare da crocerossina a qualcuno che sta poco bene che vedermi dolorante, ripiegata su me stessa ed incapace di auto curarmi é una cosa che ha lasciato stupefatti i miei cari.
Una stupidata, una di quelle cose che non si sa nemmeno come sia successa, una serata passata a lavorare con la mamma per fare i tortellini dolci, si... Proprio quelli che vi ho mostrato nel post precedente e poi le cose sono piano piano peggiorate ed io non ho capito che le cose dovevano essere affrontate subito con serietà. Così se il giorno dopo è quello dopo ancora mi sono portata dietro il braccio dolorante mettendolo a tacere a suon di Oki poi venerdì lui ha detto basta, come se pretendesse con forza e ostinazione di essere preso sul serio... Ed ha avuto la meglio!!! Quando non si sa dove stare, dove il dolore é continuo anche nella massima immobilità ecco che si diventa impotenti molto... Molto in fretta...
Ho fatto l'errore di farmi portare dalla mamma venerdì mattina, pensando di utilizzare uno dei suoi antidolorifici per chetare il dolore, ma non é contato nulla ed ho chiamato anche la mia dottoressa (personaggio di una inutilità più unica che rara...) che mi prescrive un anti infiammatorio ed inizia la fase 'droghiamo la tata'...
Mi hanno somministrato di tutto in poche ore ma sembrava che niente facesse effetto ed intanto il mio stomaco avvezzo a prendere solo quintali di Oki... Non capiva cosa stava succedendo... Ma non vi tedierò con i particolari di quel venerdì da paura, terminato con io buttata su un divano dolorante e Max sull'altro con la febbre... Vi basti sapere che sto per andare a trovare l'essere inutile in ambulatorio, convinta che non mi darà niente di più di quello che mi ha già consigliato, anzi mi aspetto che mi tratti con la sua solita sufficienza. Ma dato che sono a casa dal lavoro spero almeno mi dia qualche giorno per riprendermi del tutto... Perché DEVO riprendermi, altrimenti qui le cose vanno di male in peggio...

Nessun commento: