lunedì, febbraio 09, 2015

Che due polpette...

Non è una nuova esclamazione coniata fresca fresca in occasione di questo weekend di 'big-snow', trattasi semplicemente di una constatazione che riguarda un'attività svoltasi ieri...
Ma andiamo con ordine... Venerdì è arrivata la neve e come vedete dalla foto scattata al mio risveglio dalla camera da letto, la situazione era alquanto anomala. Noi emiliani siamo 'prontissimi' a questi eventi, un po' come possiamo esserlo a prenderci un bel calcio nel sedere mentre stiamo dormendo, e lo hanno visto tutti quanto siamo pronti, ne hanno persino parlato al TG. Abbiamo fatto quasi più notizia che ai tempi del terremoto, bastava poco, qualche albero che cade su tralicci fondamentali, chiudi un'autostrada 'a caso', sospendi la maggiorparte dei treni e rendi inutilizzabili gli altri a causa dei ritardi, e il gioco è fatto!!!
Il risultato per i comuni mortali che non volevano fare niente di speciale, che non avevano nemmeno l'intenzione di uscire di casa se non per spalare la neve dal cortile è stato restarsene senza elettricità per ore, se non per giorni. Che goduria, che meraviglia, fantastico starsene al freddo con la neve fuori, anche se noi non possiamo certo lamentarci, il nostro personale black-out è durato solo alcune ore, non giorni...
Poi, verso le 10 di mattina tutti giù a spalare, a spaccarsi la schiena per pulire un po' il cortile, cosa necessaria per accogliere la nuova lavatrice, il cui arrivo era previsto per il pomeriggio. Dire che ci siamo distrutti la schiena, le braccia e le spalle è un eufemismo, faccio prima a dire che siamo entrambi delle ciofeche e questo tipo di 'sport' non ci si confà per nulla... Che dite? Non siamo abituati? ma meno male, adesso che la neve lentamente si sta sciogliendo sembra un campo di battaglia, un sacco di alberi con i rami spezzati, un macello... perchè dopo il 'big-snow' si è avviato un vento malefico che ha spezzato i rami stracolmi di neve.
Pazienza, è andata, la giornata ha dato comunque i suoi frutti e possiedo una nuova lavatrice, bellissima, super tecnologica, anche se ero affezionata alla mia vecchia Bosh, dopo 18 anni di onorata carriera, è stato come separarsi da una sorella :-|
Ma dei cambiamenti che si stanno svolgendo nella nostra casa parlerò un'altra volta, c'è un rinnovamento in atto che mi ha dato un sacco di pensieri, ma che sembra essere andato a buon fine.
Ma veniamo a domenica. La vicinanza di un supermercato raggiungibile anche a piedi, fa sì che se viene voglia di fare qualcosa e mancano gli ingredienti è facilissimo sopperire alla mancanza. Chiaramente questa cosa ha i suoi pro ed i suoi 'mille' contro, soprattutto se hai dolori lancinanti ovunque e le mani non riescono a stringere nulla che sia più consistente di un mouse. Comunque Max voleva sperimentare il regalo che abbiamo fatto per Natale al 'nostro amico K-Mix', un bellissimo strumento per tritare la carne. Così si possono prendere i pezzi di carne e farsi il macinato in casa, non so se rendo. Detto fatto, facciamo un 'esercito' di polpette, ma non tutte uguali, di diverso tipo... che è meglio!!!
Vi posto la foto del risultato... di cui ammetto essere abbastanza orgogliosa: polpette ai ceci, polpette di pollo aromatizzate e polpette di maiale con radicchio. Stasera assaggeremo quelle che sono rimaste fuori da questi 5 vassoietti che rappresentano altrettante cene e poi vi dirò se il gusto equivale alla loro bellezza.
Quindi ecco svelato l'arcano, da qui deriva il titolo del post, perchè appunto si tratta giusto giusto di 'due polpette'!!!

P.S. Per chi si stesse chiedendo cos'è il 'nostro amico K-Mix' trattasi di un robot della Kenwood che uso costantemente per fare i dolci ed impastare e dato che gli elettrodomestici in casa nostra hanno quasi sempre un nome, questo strumento di lavoro è diventato velocemente 'nostro amico'.

1 commento:

Erica ha detto...

Che meraviglia quelle polpettine!
Ne avete fatte una marea :-D Saranno otttime sicuramente!