venerdì, gennaio 30, 2015

Marmottiamo???

Quando il tempo non passa mai, quando soprattutto le settimane sembrano interminabili, vorresti davvero andare in letargo!!! Perchè non essere una bella marmottina livignasca??? Sono pensieri profondi i miei, quelli di un venerdì pomeriggio in cui non mi sento come una che 'ce l'ha quasi fatta', ma come se la salita più difficile fosse ancora da fare, ed ormai si trova a pochi tornanti.
Non so se siete pratici di passeggiate, io ne ho fatte tante, quasi tutte in alta montagna dato che parto già da 1800 metri, e quando portano ad un rifugio, spesso e volentieri c'è da faticare, già dal basso (se sei sfortunato...) vedi il zig zag del sentiero che si inerpica su per il monte e la prima cosa che pensi è: 'Ma perchè non ci hanno messo una cavolo di seggiovia per andare lassù???'. La seconda invece è: 'Non credo proprio che ci riuscirò ad arrivare là in cima!!!'.
Comunque parti, inizi la salita, tornante dopo tornante ci lasci un pezzetto di polmone e dopo un paio di ore di sofferenza cominci a crederci, ti ripeti che non dovrebbe esserci ancora tanto, e se poi di fianco a te c'è uno che ogni 5 minuti ripete come un disco rotto la fantomatica frase 'ci siamo quasi!!!' ecco che ti viene voglia di sederti per terra ed aspettare che la morte sopraggiunga...
Beh, alla fine mi è successo diverse volte che finiti i tornanti che già sembravano 'spolpanti' vedi la luce in fondo il tunnel, l'edificio del rifugio si scorge, ma ciò che ti separa da lui è tremendamente arduo, un salitone che in certi momenti vi viene voglia di fa


re a quattro zampe!!!
Tutta questa filippica per descrivere il mio stato mentale: sono ai piedi dell'ultima salitona (o meglio per questa settimana...) e sto meditando di tornare giù!!! ahahahah... Che dite??? Non si può??? Dopo tutta questa fatica arrendersi adesso è da stupidi??? ok... allora... stupida per tutta la vita!!!
Sto veramente cercando di sdrammatizzare, di non ascoltare la stanchezza, i dolori fisici che mi devastano, e soprattutto non pensare alle cose che devo fare, che mi impegneranno sia a livello fisico che mentale.
Iniziando da stasera, una volta arrivata a casa, sarebbe cosa buona e giusta fare un po' di pulizie, la ciclette sarebbe carino farla, poi non so cosa mi aspetta nel resto della serata... Domani mattina invece ho un incontro che se trovo qualcuno che ci va al posto mio lo pago quanto pesa!!! Incontro al vertice con l'inquilino, che finalmente ci riconsegna le chiavi. Fin qui uno dice... ma era ora che si togliesse dai coglioni... e sono pienamente d'accordo, il brutto è che la caparra copre a malapena le sue insolvenze a livello di affitti e spese condominiali non pagate, lasciando completamente scoperto il danno che ha fatto all'inquilino del piano di sotto, svitando non so cosa del box doccia, per poi non riavvitarlo correttamente...
Vi ci metto poi il carico da cento su questo incontro... la presenza di mio fratello, che quando l'ho sentito per accordarci sull'orario mi ha detto: 'Dipende poi da come mi alzo sabato mattina, perchè se non mi alzo bene sono cavoli amari!!!' :-( no, ditemi voi cosa serve andare a litigare con una persona che non ti vuole dare dei soldi... io penso che sia controproducente, forse è meglio stare calmi e cercare di fargli capire che il suo modo di comportarsi non è corretto... poi, dato che il quoziente intellettivo delle persone non è sempre uguale, se ci arriva bene, se non ci arriva, non sarà mica offendendolo che ottieni quello che vuoi... o no???
Questo stato mentale, la mia mattinata in ospedale che è sempre una gioia sempiterna e la stanchezza cronica sono le tre componenti che mi fanno tanto desiderare il letargo di quella marmottina di cui parlavo prima... Ci si pensa poi verso maggio, che a Livigno il letargo secondo me dura anche di più... perchè se si vuole fare qualcosa di furbo, bisogna farlo bene, mica così a metà...
Non mi resta quindi che augurarvi buon weekend, io ho deciso, scendo... il salitone lo faccio la prossima volta!!! ;-)

Nessun commento: