venerdì, novembre 28, 2014

Novembre... fatto!!!

Ma questo mese è volato, guardando anche il mio blog si vede benissimo che è stato un mese un po' così, ho scritto pochissimo ed in un batter d'occhi è già dicembre. Le ultime due settimane sono state pesantine, preoccupazioni varie legate alla salute delle vecchiette della famiglia (le rispettive madri). Entrambe, manco a farlo apposta, hanno subito un intervento oculistico, la mamma di Max più impegnativo, la mia una semplice cataratta... ma ormai non riesco più a vivere nulla in modo leggero, anche se me lo ripeto allo sfinimento e mi 'costringo' a sembrare serena e tranquilla. 
Comunque anche se acciaccata e in notevole ripresa di peso (non ho il coraggio di montare sulla bilancia...), sono arrivata in fondo a questa settimana, mi è sembrata interminabile e nello stesso tempo fulminea, ma la cosa che mi tiene su è che stasera riusciamo comunque a raggiungere i nostri amici a Milano, per l'immancabile appuntamento della Fiera dell'Artigianato. E' già da diversi anni che ve ne parlo, e ci vado sempre molto ma molto volentieri, un'ottima occasione per guardarsi in giro e trovare qualche idea carina per Natale. Parto già con qualche idea ma sono pronta a farmi ispirare da quello che vedrò, con un solo scopo: quello di trovare cose carine ad un prezzo accettabile. 
Poi la prossima settimana comincio i preparativi veri e propri, sono molto carica quest'anno, sfinita ma carica, con piccoli progettini nuovi e vi prometto che posterò un sacco di foto. Comincio col mostrarvi il nuovo acquisto: dopo 18 anni di onorata carriera ci siamo regalati un tappeto nuovo per la sala!!! Quello vecchio è già in lavanderia, abbiamo intenzioni molto bellicose nei suoi confronti, vorremmo metterlo in camera da letto sotto al letto, e ci sarà da ridere... perchè le idee ci vengono pure, è la loro realizzazione che diciamo non è proprio una passeggiata, ma staremo a vedere. Il 'piccolino' si chiama Tappeto Liguria Fucsia' ed è grande 200x285. E' una meraviglia!!! Bella forza, se non ci fosse piaciuto mica avremmo fatto questa pazzia... Per ora dovete accontentarvi di una foto presa dal sito dove lo abbiamo acquistato, ma presto lo vedrete calato nel nostro piccolo nido, magari anche già in clima Natalizio!!!
Buon Weekend e Buon inizio di dicembre...

lunedì, novembre 17, 2014

Piove sul bagnato

dal web... googlando 'pensieri tristi'
Guardando fuori dalla finestra il titolo di questo post mi è venuto naturale, giornate così brutte e grige sono veramente insopportabili, soprattutto quando guardando il tg non fanno altro che dirti che ti trovi nell'occhio del ciclone, che sei sempre in stato di emergenza, che il Po' vuole reimposessarsi della sua palude, etc... Peccato che noi ci viviamo in questa palude e non da poco... quindi va da sè che piove sul bagnato!!! Ultimamente come avete notato scrivo molto meno sul blog, mi ero ripromessa di dare un taglio diverso a questo spazio, meno personale e più leggero, ma poi passano giorni se non settimane in cui il grigiore delle giornate si impossessa anche di me, del mio stato d'animo e non trovo niente di carino da raccontare, nessun pensiero positivo e la voglia di piangermi un po' addosso cresce esponenzialmente. Ma poi mi rendo conto che non posso farlo, che non è giusto e che i miei piagnistei non interessano nessuno. Lo so cosa state pensando... 'che succede questa volta a questa fiacca-coglioni???' Succede che forse avrei semplicemente bisogno di un 'integratore' che mi tiri su di morale, che non mi faccia vedere sempre tutto nero e che mi tolga quell'alone di preoccupazione che mi avvolge. Come dite??? Ha un nome specifico la sostanza che cerco??? Eh sì... voi la fate facile, ma dove cavolo la trovo io, che sabato sera, parlando con una coppia che è stata a San Francisco un mesetto dopo di noi, ce l'ha dipinta come una città piena zeppa di persone poco raccomandabili, barboni e spacciatori ad ogni angolo e noi di tutto questo non abbiamo visto nemmeno l'ombra??? :O
Quindi niente, me ne sto nella mia tristezza, cercando di far finta di niente e spesso mi riesce bene, nessuno si accorge di niente. Ogni tanto invece brontolo un po' e mi accorgo che tutti quelli che mi circondano sbuffano, nessuno e dico nessuno vuole sentire qualcun'altro lamentarsi, bella società di m... se posso permettermi... dove la cosa importante è far finta che tutto vada bene, riempire la vita degli altri di cavolate divertenti. Beh, ogni tanto anche dire la verità non farebbe male, sfogarsi fa bene, non avete mai provato a farvi un bel pianto??? Magari vi viene un bel mal di testa ma ci si sente un pelo più leggeri ed i fantasmi che di solito popolano le notti buie e tempestose, sembrano un po' più sbiaditi.
Vabbè è lunedì, ho passato un bel weekend che però non è riuscito a scacciare i miei 'demoni', vorrei che le prossime settimane passassero molto in fretta o non arrivassero mai, non sono pronta a varcare la soglia di qualsivoglia ospedale, nemmeno se si tratta per una mattinata, come al solito vorrei che ci fosse qualcun'altro al posto mio, come sempre... Ma dato che si tratta di problemi risolvibili, di cose fortunatamente non 'troppo' gravi, cerchiamo di non pensarci e speriamo vada tutto bene...

lunedì, novembre 10, 2014

Regali di Natale


Se potessi contare su di un folto gruppo di follower di questo blog, scatenerei l'inferno... un inferno 'buono', devoluto ad uno degli argomenti più scottanti da qui fino a Natale: i regali!!! Sfido chiunque a non avere dei problemi al riguardo, soprattutto se si è degli amanti di questa festa, e ami fare regalini alle persone a cui tieni, cercando di non svenarti, non solo per una questione finanziaria, soprattutto perchè sono fermamente convinta che non sia necessario spendere una fortuna per fare un bel regalo, ci vuole l'idea giusta più che altro. Ecco, questo è il problema, l'idea giusta, ecchecavolo... dico poco, è proprio su questo che mi piacerebbe scatenare il suddetto 'inferno'!!! Poi, sono d'accordo con voi, se potessi regalare un bel viaggio, probabilmente farei felice la persona a cui lo regalo, quindi è ovvio che avere una certa disponibilità di denaro aiuta, ma non è questo il concetto. Adoro fare qualcosa con le mie mani, mi piace da matti regalare una cosa che 'sa di me', anche se non sempre credo sia apprezzata, questo è un altro punto, ma in definitiva poco mi importa. Ecco che ad esempio non mancano mai i miei frollini per le amiche, confezionati in diverso modo ed ogni tanto entro nel tunnel delle cose home-made.
Forse vi sembra un po' presto, ma non lo è, bisogna iniziare a pensare ed io lo sto già facendo da alcuni giorni, se non settimane ma con scarso risultato. Vi dico cosa ho partorito fino a questo momento, sperando che i miei quattro lettori vogliano condividere le loro idee con me, in modo da potervi attingere...
Ormai da più di un mese sono rientrata nel tunnel delle sciarpe fatte a maglia: ne ho fatte già tre, una per me e le altre due da regalare. Ho intenzione, se riesco, di farne un'altra così sarò a quota due da uomo e una da donna. Poi di certo qualche dolcetto verrà fatto, devo solo decidere il packaging, ma alla fiera dell'artigianato sono sicura riuscirò a trovare qualcosa che mi ispira. E poi???? Poi buio pesto!!! :-(
Il cofanetto con il weekend è già stato usato, lo spettacolo a teatro anche, cravatte, cinture e portafogli sono talmente 'sfruttati' come regali che puzzano di stantio al solo nominarli... Qualcosa per la casa??? Un trattamento di bellezza??? Che ne so, capite ora il problema, se non fosse così brutto, bisognerebbe proprio regalare i soldi, così poi le persone possono comprarsi davvero quello che desiderano. Ma è brutto, bruttissimo, va giusto bene (anzi è cosa buona e giusta!!!) per il nipote ventenne, ma è pure bello vedere spachettare i regali ed osservare le smorfie camuffate da sorriso o la reale sorpresa.

domenica, novembre 09, 2014

Bublè...


Ieri sera abbiamo partecipato al concerto di Michael Bublè a Bologna, un evento che aspettavoda mesi, con aspettativa e grande curiosità. Ci sono tanti aggettivi che potrebbero essere usati per descrivere questo concerto, ma quello che, secondo me lo descrive meglio è 'sontuoso'. Oltre all'ovvietà della bravura del cantante, della sua band, del suo gruppo spalla i 'Naturally 7' (bravissimi, vi invito davvero a cercare in rete...) tutto il resto era bellissimo, la coreografia, il palco, i megaschermi con una definizione speciale. Per non parlare della simatia di questo 'ragazzotto canadese' che ci ha fatto ridere ed emozionare anche tramite i suoi interventi in inglese.
Non so se mi ricapiterà di rivederlo, perchè il biglietto non è proprio economico e quando penso che ci è stato offerto dai nostri amici mi sento non solo in colpa, un vero schifo... ma se ne avrò l'opportunità, mi piacerebbe partecipare nuovamente ad una serata così speciale.