venerdì, ottobre 24, 2014

Torino

Palazzo Reale, Duomo e...

Ebbene sì, questa volta non mi hanno fregato, ci hanno provato in tutti i modi rilasciando una versione 'problematica' proprio il giorno del mio compleanno, ma io ero già in viaggio verso Torino, forse un po' in apprensione ma nemmeno eccessivamente, non ho deciso io di far uscire una versione venerdì 17!!!
Per questo weekend lungo abbiamo utilizzato un regalo di Natale, uno di quei cofanetti che ti danno diritto al soggiorno per due notti e la prima colazione in una struttura. Abbiamo scelto una sistemazione abbastanza particolare, presso un paesino a pochi km dal centro di Torino, a Baldassero Torinese. Si tratta del 'Maripier' (www.maripier.it), un bed & breakfast gestito da due signori gentilissimi che hanno ricavato in una zona della loro casa un mini appartamento, proprio come essere ospitati a casa di amici. E' difficile se non impossibile descrivere questa cosa, dovete provarla poi mi direte. Comunque appena arrivati i padroni di casa ci hanno dato interessanti dritte di come muoversi in centro. E' stata vincente l'indicazione del parcheggio sotterraneo a pagamento in Piazza Vittorio Veneto; anche se non proprio economico, 16 Euro per tutta la giornata, si è a due passi dal centro storico, inteso come Piazza Castello, Palazzo Reale e Palazzo Madama e non abbiamo avuto bisogno di fare la carta musei che includesse anche i mezzi di trasporto. Ve la consiglio la carta Musei, soprattutto se avete intenzione di visitare qualcosa, i prezzi di ingresso a volte sono davvero proibitivi: con 28 Euro a persona noi abbiamo avuto accesso a tutti i musei, le residenze imperiali, mezzi di trasporto particolari come il battello sul Po', la funicolare per Superga e l'ascensore alla Mole Antonelliana.
Ma iniziamo a parlare nello specifico di cosa abbiamo combinato...

Reale Chiesa Santa Cristina

Venerdì 17 Ottobre 2014

Arrivati al Maripier verso mezzogiorno, tempo di posare i valigini e ci siamo diretti a Piazza Vittorio Veneto. Ci siamo accorti immediatamente che Torino era invasa da manifestazioni e ingenti forze di polizia presidiavano i luoghi dove si travavano i nostri ministri. Il risultato è stato che Piazza Castelo non si raggiungeva e ci hanno detto che fino al tardo pomeriggio di Sabato non sarebbe stata aperta. Poco male, il nostro programma prevedeva un sacco di cose da vedere e prima di tutto siamo andati a prendere la carta musei all'ufficio informazioni che si trova in Piazza Carlo Felice, cominciando ad attraversare bellissime piazze.
San Filippo Neri
Sosta obbligata in uno dei tanti meravigliosi caffè per assaggiare una specialità torinese: il 'bicerin', un bicchierino con caffè caldo, cioccolata e panna montata... (slurp)
Forse la piazza più bella è quella di Carlo Alberto ma anche le chiese visitate sono talmente ricche che vale la pena farvi una puntatina. Vi segnalo la Reale Chiesa Santa Cristina e la chiesa di San Filippo Neri. Arrivati di fronte a Palazzo Reale, abbiamo fatto qualche foto dall'esterno per poi entrare in Duomo: non fraintendetemi, non è brutto, ma non mi ha colpito particolarmente, merita di essere visitato solo per i documenti che vi sono contenuti che riguardano la Sacra Sindone. Niente a che fare con l'abbagliante bellezza della Basilica della Consolata.
Basilica della Consolata
Dato che doveva essere una giornata 'tranquilla' in cui non avremmo girato 'tanto', il tatone ha piazzato verso le cinque del pomeriggio la 'leggerissima' visita al Museo Egizio. Noi siamo stati al museo del Cairo e vi dirò, nonostante questo di Torino non sia al suo massimo splendore (ci dovremo tornare dopo l'aprile 2015 quando riaprirà in seguito ad una profonda ristrutturazione), mi è piaciuto moltissimo, l'ho trovato ben organizzato, l'audioguida è stata completa ed esaustiva. La tomba di Kha, solo quella, merita la visita al museo.
Museo Egizio
Dopo una giornatina così, una bella cenetta ce la meritiamo e siamo stati al 'Ristorante sotto la Mole' (prenotato telefonicamente a mezzogiorno).
Ristorante sotto la Mole
Abbiamo mangiato bene, ma il loocale in sè e la proprietaria non mi hanno entusiasmato, ho trovato entrambi molto freddi, forse si vuole dare un'impronta un po' troppo chic per me, che amo gli ambienti accoglienti e calarosi. Senza contare che comunque si parla di prezzi non proprio economici...

Sabato 18 Ottobre 2014


Monte dei Cappuccini
Dopo aver di nuovo parcheggiato in Piazza Vittorio Veneto, facciamo un salto alla Gran Madre di Dio che si trova in fondo a tale piazzetta per poi salire al Monte dei Cappuccini, dove si gode di un bellissimo panorama. Tutto questo nell'attesa di poter prendere il battello alle ore 11 verso il Borgo Medievale. Peccato che a questo giro non siamo stati molto fortunati con i mezzi pubblici e il battello era stato sospeso per gare atletiche in canoa sul Po', ma dopo aver realizzato che si trattava di fare una bella passeggiata nel parco del Valentino per raggiungere il Borgo Medievale a piedi, ci siamo subito incamminati, rendendoci conto che quello che poteva essere considerata una sfortuna era in realtà una bella occasione per ammirare uno scorcio di verde bellissimo e inatteso.
Parco del Valentino
Sulla via per il borgo, siamo sbucati davanti all'università di Architettura e mi sembrava davvero di essere di fronte alla scuola di Candy Candy... quella sì che è una bella sede...
Borgo Medievale
Del borgo non so cosa dirvi, anche se non si tratta di un originale ma è un'allestimento realizzato all'inizio del secolo scorso, a me è piaciuto tantissimo, adoro i borghi medievali, che siano essi originali o farlocchi, l'importante è che non siano pacchiani e questo non lo è affatto. Ho apprezzato persino la visita guidata all'interno del palazzo, che ci volete fare... alla mia veneranda età rimango pur sempre 'na cinna'!!!
Borgo Medievale
Ritornando a piedi verso il centro, che di battelli io non ne ho visto nemmeno uno... ci siamo fermati a mangiare qualcosina in un fast food sui-generis, 'ailatiDitalia': un paio di panini, uno più buono dell'altro, uno di fassone e l'altro vegetariano con contorno di patate al forno 'buonissime'... altro che Mac e come sapete io sono una grande estimatrice di queste catene di fast food.
Chiesa di San Lorenzo
Rifocillati siamo pronti per Palazzo Reale, il secondo piano si visita con guida, un volontario amante delle cineserie, ci ha fatto una 'crapa tanta' che adesso so tutto su questi oggetti di pregio. :-D
Palazzo Reale
Ma io non vi dico niente di questa reggia, è troppo bella per potervi dire qualsiasi cosa, andateci e gironzolate per le bellissime sale, sembra infinito ed è tenuto splendidamente.
Una volta usciti da Palazzo Reale siamo andati a fare una capatina a Palazzo Madama, di cui abbiamo potuto ammirare solo le scalinate, un altro motivo per tornare a Torino...
Piazza Castello
Finalmente ci siamo diretti in Piazza Castello e seduti sui gradini ce ne siamo stati lì ad ammirare il passeggio e tutti i mezzi militari impiegati per la presenza appunto dei ministri...
La Via del Sale
Cenetta fantastica a 'La via del sale': abbiamo mangiato benissimo, tutto ottimo e abbondante, consigliatissimo e mi raccomando prenotate per tempo, è sempre bombato!
La giornata però non è ancora finita, complice l'apertura della Mole Antonelliama fino alle 23:00, siamo prima saliti con il bellissimo ascensore per vedere lo spettacolo di luci di una Torino serale veramente magica e poi ci siamo immersi in un allestimento a dir poco magnifico del Museo del Cinema.
Museo del Cinema
Imperdibile, sia per come è fatto, che per quello che propone senza sottovalutare la sua ambientazione.

Domenica 19 Ottobre 2014

Nebbia... nebbia... e la Basilica di Superga a malapena si vede, ma i nostri eroi non demordono, cosa prevede il programma del giorno??? Lasciamo la macchina nel parcheggio della funicolare e saliamo alla basilica che mi ricorda molto quella di San Luca sulle colline bolognesi.
Basilica di Superga
Qui abbiamo visitato con una guida le tombe reali, visita molto interessante per ripercorrere la storia della famiglia Savolia e poi, siamo entrati in basilica, rimanendo abbagliati dalla sua bellezza. Dopo essere ridiscesi e pranzato ci siamo diretti verso l'ultima visita della nostra mini vacanza: la reggia di Venaria. Ci sono voluti parecchi anni per restaurare questa reggia che ne ha passate di ogni nel corso dei tempi, diventando persino una caserma militare, con relativa devastazione dei giardini che sono stati riutilizzati come spazio per le esercitazioni militari. Ora, dopo decenni di lavoro ed ancora tanto da fare... la residenza è diventata un luogo molto gradevole, i suoi giardini sono bellissimi, anche visti in pieno autunno, non oso pensare come debba essere quando le rose sono tutte fiorite...

Il museo all'interno mostra in modo molto chiaro i vari sviluppi della reggia, con i suoi utilizzi nel corso delle epoche ed ho apprezzato tantissimo la scuderia, con le carrozze magistralmente restaurate.
Reggia di Venaria
Trovo il prezzo d'ingresso un po' alto, 26 Euro mi paiono un po' troppi, ma se i soldi raccolti sono stati usati, almeno in parte, per sistemare la reggia, sono soldi spesi bene, sono sempre molto favorevole al conservare/ripristinare edifici che raccontano un pezzo della nostra storia.

Conclusioni

Tre giorni spesi bene, Torino è stata per me sorprendente, non solo perchè non sapevo ci fossero tante cose da vedere, ma anche il centro si è dimostrato molto più 'vivo' di quello che mi aspettavo. Per non parlare poi delle zone verdi, ci sono numerosi parchi che rendono il tutto più piacevole, regalando momenti di relax, passeggiate che costeggiano il Po', facendolo sembrare quasi un fiume 'gradevole'.

2 commenti:

Erica ha detto...

Bellissima mini vacanza! Mi pare di ricordare che con La Torino-Piemonte card era compresa Venaria.

Gianchy ha detto...

@Erica: sì è compresa ed è proprio per questo che è importante averla, altrimenti è un continuo salasso se si vuol vedere qualcosa... ;-)