mercoledì, settembre 17, 2014

Back in the USA - Parte 3: sopravvissuti alla Death Valley per approdare a Las Vegas


14 Agosto 2014

Partenza per Las Vegas, ma prima di arrivare in questa scintillante città, abbiamo visto la Death Valley. Forse è stata la giornata più impegnativa del viaggio, il caldo soffocante della Death Valley ha messo a dura prova il nostro fisico. A parere mio comunque, merita, un panorama così particolare non lo si vede ovunque, e quando siamo giunti nel punto più basso, Bad Water, fa impressione vedere dove si trova il livello del mare… 

Per non parlare di Zabriskie Point, con i suoi avvallamenti particolari, sarei rimasta a rimirarli per ore, nonostante il caldo atroce che ci faceva bruciare la gola. Ormai un po’ cotti, ci siamo appisolati nel tragitto verso Las Vegas e quando siamo arrivati sulla Strip il sole era ancora alto, e la maestosità degli hotel che ci hanno accolto ci ha donato una immediata sferzata di energia. Si sa, essendo nel deserto a Las Vegas fa un caldo ‘terrificante’, ma di sera non lo si sente nemmeno, quando il sole lascia il posto alle luci scintillanti sembra di entrare in un mondo magico e tutto diventa molto più ‘vivo’.
Abbiamo alloggiato allo Stratosphere, che si trova nella parte finale della Strip, per andare nella zona centrale abbiamo fatto i biglietti dell’outobus di durata giornaliera, in modo da poterli usare anche il giorno successivo. Abbiamo cenato all’OutBack, dove ho mangiato la carne migliore di tutta la vacanza, e poi ci siamo incamminati verso il Bellagio, arrivando un po’ troppo tardi per lo spettacolo delle fontane. 
Ma niente paura abbiamo a disposizione un’altra giornata e soprattutto un’altra serata, e mentre alcuni hanno tentato la fortuna ai casinò, altri hanno continuato a girovagare per gli alberghi. Non ve li descriverò tutti, ma ce ne sono alcuni che a parer mio sono imperdibili ed il primo, degno di tale appellativo, è il Venice. Immergetevi in una vera e propria Venezia, con i suoi canali, le gondole ed i ponti… il tutto sotto un cielo completamente sereno ed un fresco idilliaco. 

15 Agosto 2014

Ferragosto a Las Vegas!!! Ma in una città così è sempre festa… anche se di giorno sembra assonnata e c’è molto meno traffico in giro. Cosa si fa quindi di giorno??? C’è chi va all’Outlet a fare shopping, chi se ne sta in piscina a prendere un po’ di tintarella, chi continua a giocare imperterrito e chi… come i sottoscritti… si fa una scorpacciata di tutti gli hotel della Strip, dentro e fuori da ogn’uno di essi per assaporare la grandiosità degli architetti che li hanno realizzati. Gli imperdibili secondo me sono: 
  • Il Bellagio: Già la Hall con quei bellissimi mazzi di fiori sul lunghissimo bancone della reception e il soffitto tempestato di vetri di Murano è uno spettacolo, ma la cosa imperdibile è la serra vera e propria piena zeppa di fiori freschi. 
  • Il Caesar: Se al Venice siete a Venezia, una puntatina a Roma non la volete fare??? Le fontane di Piazza Navona sono a vostra disposizione. 
  • Il New York: fuori ti accoglie la statua della libertà e dentro tutti i locali si chiamano come i vari quartieri di questa favolosa città. 
  • Il Paris: La Tour… la Tour… anche questa sarà sempre presente nelle vostre foto di Las Vegas e dentro vi troverete in un ambiente molto parigino, con tanto di ‘signorine’ abbigliate in modo succinto e ballerine che solo a Pigalle potete incontrare. 

Poi vi dirò… sono tutti belli e con il caldo che fa, viene naturale, entrare per rinfrescarsi un po’, ma state attenti all’escursione termica!!! Mentre gironzolate vi viene fame??? No, problem… molti hotel fanno i buffet e con poco mangiate davvero tutto quello che vi pare, noi abbiamo provato quello del Montecarlo… a voi la scelta! 
Alla sera poi, siamo usciti tutti insieme e prima di consumare la nostra meritata cena all’Harley Davidson, ci siamo fiondati allo spettacolo delle fontane del Bellagio: ogni 15 minuti cambia musica e le fontane ‘danzano’ al suo ritmo. Il primo spettacolo che abbiamo visto è stato sulle note di ‘Io partirò’ di Bocelli… e mi sono venuti i lacrimoni!!! Andare a las Vegas e non vedere questo spettacolo e come andare al Gran Canyon e non sorvolarlo in elicottero!!! :(

3 commenti:

Kylie ha detto...

Sono contenta per te. È stato un bel percorso.

Buona giornata cara.

Erica ha detto...

Ma al Luxor non siete entrati? Noi eravamo qui, la piramide è vecchiotta ma la struttura interna è impressionante!

Gianchy ha detto...

@Erica: Certo che ci siamo stati... ed effettivamente hai ragione dentro è molto impressionante, ma la piramide nera (tutta impolverata...) non mi è piaciuta tantissimo (anche se ho apprezzato l'omino che vi si arrampicava sopra per pulirla!!!).