giovedì, dicembre 19, 2013

Arriverà???

Gli auguri della mia azienda... per addolcirci un po'!!!
No, non sto parlando di Babbo Natale, e nemmeno della Befana, sto semplicemente sperando, pregando ed implorando che arrivi DOMANI SERA!!! Si sa che l'ultima settimana prima di qualsiasi periodo di ferie (natalizie, estive, weekend lungo...) sono un lunghissimo conto alla rovescia che rischia di essere sfinente, e non me ne frega niente se state già pensando che lamentarsi del lavoro al giorno d'oggi è come lamentarsi del 'brodo grasso', ma io sono STUFA!!! La parola 'stufa' è quella giusta per descrivere il mio attuale stato, perchè è una somma di stanchezza fisica, mentale e di rottura di coglioni che valicano i confini della realtà!!! Io ci ho provato a portare pazienza, a fare finta di niente, a prendere le cose nel verso giusto a sfoderare sorrisi compiacenti da persona sempre disponibile e contenta di esserlo, ma ora 'a n'in poosss più!!!' (tradotto dal dialetto... 'non ne posso più'). Sulla mia scrivania ho già il foglio delle ferie bello che compilato e firmato dalla sottoscritta, ma il mio responsabile non l'ha ancora firmato, o meglio, non glielo ho ancora fatto firmare, sto ancora meditando se porre fine alle mie pene prendendomi anche domani...
Ed intanto stasera ci spariamo un'altra seduta di fisio della mamma, poi, prima o poi arriverò a casa, mangerò, e se ne avrò ancora la forza mi butterò sulla ciclette mentre si asciuga la prima mano dello smalto che mi dovrei dare. Peccato che non ho ancora inventato un modo per convertire l'energia che produco pedalando in energia elettrica, sarebbe davvero molto fruttuoso. Me ne sto mezz'ora su quella cosa, quasi tutte le sere, mentre guardo la tv di solito, perchè ormai è diventata un'utopia fare la ciclette prima di cena, con il mio kindle fissato al computerino... Sarà anche per questo che quest'anno ho fatto abbastanza schifo in termini di numero di pagine lette... se uno non rientra mai a casa ad orari decenti, per forza poi non legge un cavolo... 
Poi domani si preannuncia la solita giornata dei 'finti' sorrisi, con vari rinfreschi aziendali che ormai hanno preso il posto della 'preistorica' cena, momenti in cui ci dovremmo scambiare gli auguri come una bella famiglia felice, mentre l'unica cosa che riusciamo a pensare è che per qualche giorno non saremo più obbligati a sopportarci a vicenda. E' chiaro che non è così per tutti e nemmeno in tutti i reparti, ma il 2013 è stato un brutto anno lavorativamente parlando... sempre a rincorrere modifiche richieste dai clienti più influenti, senza aver nessun riscontro o soddisfazione. Cerco di non parlare molto del mio lavoro su questo blog, perchè lo voglio mantenere pubblico e potrebbe essere letto da persone 'indesiderate', ma una cosa la devo proprio dire: quest'anno ho lavorato molto, ho anche prodotto tanto... a livello di idee, di passione spesa nel fare le cose, ed è stato l'anno in cui mi sono sentita meno apprezzata da quando lavoro in questa azienda. A dirla tutta mi sento come se fossi 'ingombrante', ho la sensazione sempre più forte che quello che desidera l'azienda sia un rinnovamento del personale, liberandosi dei più anziani per rimpiazzarli con menti fresche e più economiche. Se il momento economico fosse diverso, magari ci sarebbero riusciti, ma dato che tutto è fermo, anche i dipendenti se ne stanno fermi, si lamentano un pochino, ma si tengono stretto il proprio lavoro, facendo buon viso a cattivo gioco. Come vorrei essere una persona 'ipocrita'... quelle che ti mostrano sempre un sorriso... vorrei davvero essere capace di tenere sempre e comunque in ombra i miei veri pensieri!!!
Alla fine dell'anno è normale tirare le somme di quello che è successo, come sarebbe normale fare programmi/fioretti per quello che sta arrivando. La prima parte mi viene bene e naturale, la seconda mi rifiuto di farla, farò quello che posso, del mio meglio come al solito, ma è inutile fare programmi, ho imparato anche troppo bene che la vita è imprevedibile... Ma di una cosa sono sicura, anche di questo 2014 non rimpiangerò nulla, ci sono state delle cose belle, ma non sono riuscte e controbilanciare quelle cattive, quindi anche quest'anno si chiude con il segno negativo. Cos'è che dicono sempre??? 'Verranno tempi migliori'??? Ho i miei dubbi, sono più per 'non c'è mai fine al peggio!!!'
E con questa bella puntura di ottimismo, anche oggi mi congedo da voi, sperando davvero che arrivi presto... prestissimo domani sera!!!

martedì, dicembre 17, 2013

TEMPO...

Cosa chiedere a Babbo Natale??? TEMPO!!! Ahhhh... dite che lo ha esaurito già alla fine di gennaio scorso??? E vabbè, come al solito mi sveglio sempre in ritardo, anche per scrivere la famigerata letterina. Ma voi non ci pensate mai a quante cose in più potreste fare se aveste più tempo a disposizione??? e non parlo di quello che viene rubato al sonno da coloro che non riescono a dormire (mi sembra di conoscere qualcuno che corrisponde al profilo...), noooo io parlo di tempo vero e proprio, quello in cui i neuroni, anche se pochi, funzionano correttamente e ti permettono di svolgere una qualsivoglia attività. Ad esempio potrei scrivere più spesso sul blog, raccontarvi quello che sto combinando nelle settimane iper-frenetiche che precedono il Natale, anche se poi, detta come va detta, sono sempre le stesse cose, soprattutto per le amanti delle tradizioni come la sottoscritta.
Però tutti gli anni qualcosina di diverso esiste sempre, perchè le situazioni a contorno variano, a volte bene, a volte male... è la vita che è così. Quest'anno ad esempio non ho organizzato la cena con le colleghe: ho rotto i rapporti con una di queste, dopo aver sopportato per troppo tempo le sue stupidate, le ho detto chiaramente cosa pensavo ed il risultato è una totale trasparenza reciproca. Dispiace un po' per le altre ragazze che c'entrano poco e niente, ma il rapporto con questa persona era destinato a 'tornare', alle sue origini, quando pensavo che fosse una sciocca ignorante con velleità da velina stupida. Insomma, non è solo una questione di età, io quelle così non le potevo compatire nemmeno quando avevo vent'anni, figurati adesso che ne ho più di quaranta... 
Presepe nel palazzo del Commercio
Comunque sia, una cena pseudo-natalizia la abbiamo organizzata, invitando una coppia da amici, che era davvero da troppo tempo che non vedevamo!!! Perchè poi a me succede proprio questo... mi faccio fagocitare dagli impegni quotidiani e quando arrivo al weekend mi sento sempre come svuotata, incapace persino di pensare, figurati se mi sento in grado di organizzare una cenetta.
Beh, questa volta invece ho cominciato a pensarci per tempo, non è stata per niente faticosa, non vi dico che è venuta bene perchè non sta a me dirlo, ma la serata è stata davvero molto piacevole!!! Vi mostro qualche foto, che mi sono gingillata a fare mentre aspettavamo gli ospiti, così vi rendete conto di quanto io sia poco sana di mente quando si parla di Natale... il mio lavoro ideale sarebbe essere un folletto di Babbo Natale.
Il sabato è stato faticoso per ben altri motivi: dovevamo finire gli addobbi esterni nostri e del condominio, fare le pulizie bonificando l'area di vita... insomma un sacco di attività!!! Poi, per riposarci, domenica ci siamo regalati qualche oretta in giro per il centro di Bologna... Che meraviglia ragazzi, ma c'è qualcosa di più bello che gironzolare per le nostre città in questo periodo dell'anno??? Anche se non si acquista niente, anche solo deliziarsi della marea di vetrine allestite è una cosa che fa bene all'anima, o meglio, a me rilassa un tot... mi sembra quasi di avere una vita normale, di una quarantenne che non ha altro per la testa che il lavoro e lo shopping. Dite che sarebbe una vita superficiale??? Beh, sì, effettivamente non avere sempre il pensiero rivolto ad una persona problematica potrebbe togliermi un po' di sale dalla vita, ma si sa che 'inisipido' è meglio di 'salato', no? A parte gli scherzi, me la sono davvero goduta, abbiamo girovagato tantissimo, prima godendo del sole che ha avuto la meglio sulla nebbia e poi, verso sera, le luci natalizie hanno iniziato ad illuminare la 'città dei portici', rendendola ancora più magica. Un pranzetto veloce alla Trattoria Leonida ci ha fatto ricordare di quanto poco ci si stanchi della nostra cucina, perchè con un guizzo di fantasia ci simao mangiati una lasagna ed un piatto di gnocchi verdi con funghi porcini. Non vi dico che erano buoni, no no... ve lo sconsiglio vivamente, che se poi lo pubblicizzo troppo, io non trovo posto la prossima volta, ihihihih... Perchè poi è meglio nemmeno nominare la zuppa inglese e il semifreddo al mascarpone... lasciamo perdere va che è meglio!!!
Un omaggio a Lucio... ed alla sua città!
E voi, vi state immergendo nell'atmosfera natalizia della città in cui vivete??? oppure fate parte di quella nutrita schiera di persone che odia il Natale e tutto quello che lo riguarda??? 
Comunque la pensiate, spero tanto che le vostre feste possano essere serene, che possiate passarle con le persone che amate... io spero di farlo, spero di essere ancora una volta in quella casa, con il mio tatone, con la mia mamma ed il mio papà, che è sempre con me, lo so, lo sento... e spero che l'amore che provo per le persone a cui tengo possa arrivare a destinazione, perchè quello è il regalo più bello che si possa ricevere!!!

martedì, dicembre 10, 2013

Frivolezze

Se i pensieri che si hanno in questo periodo riguardano in buona parte i regali di Natale, significa che va tutto bene, anzi benissimo... ed anche se non è proprio così, mi sforzo di pensarla così, di concentrarmi, oltre che sul 'lavoro' (in tutte le sue sfacettature), anche su l'organizzazione di tutto quello che ruota intorno al Natale. Quest'anno quello che mi frega sono le troppe idee che giornalmente mi vengono, troppe da gestire nel tempo a mia disposizione e questa cosa a lungo andare stressa, avrei bisogno di una settimana di ferie per potermici dedicare in santa pace... Sì, perchè qualcuno ce l'ha pure questa benedetta settimana di ferie, uno che compiendo gli anni l'11 di dicembre, da anni ormai si prende tutta la settimana che contiene tale evento, una di quelle cose che da più di vent'anni sogno sempre e che non mi sono mai regalata!!! Parlo di quel benedetto fratello che la prossima settimana si dedicherà alle sue cose, mentre io correrrò a destra e a manca per riuscire a rispettare i mille impegni. Ma tutti gli anni è così, giusto??? L'anno scorso andava molto peggio, avevo una mamma molto dolorante che a mala pena riusciva a muoversi per casa, mentre ora con una mano fasciata e la sua stampella, la trovo anche a gironzolare per il cortile. Vorrei tanto che andasse meglio, è inutile che me lo nasconda, ma ho imparato ad accontentarmi ed anche tanto, quindi sono già contenta così... quello di cui sono meno contenta è della mia perenne stanchezza, quella non mi lascia proprio mai e ci sono giorni in cui la sola idea di alzarmi dal letto mi distrugge.
Comunque, tornando al tema principale del post, si parlava di regali di Natale: quest'anno sono orientata su regali che siano più che altro dei pensierini, unendo, quando è possibile, qualcosa di personale fatto dalla sottoscritta. Ho approfittato in parte della fiera dell'artigianato a Milano, ed in parte ci ho pensato durante le mie notti insonni, che a pensarci bene è un peccato non utilizzare per fare qualcosa...Sto scherzando, state buoni, non ne avrei la forza...
Voi invece come siete messi con i regali? Avete almeno qualche idea interessante? perchè in fondo non sono i regali in sè difficili da fare, sono le idee buone che mancano. Io poi tendo ad avere una fantasia stile criceto che gira costantemente nella sua ruota, ed anno dopo anno riciclo le idee, e molte volte anche alle stesse persone, perchè poi se una cosa è piaciuta perchè non ripeterla??? Non sarà originale, lo ammetto ma non ci posso fare niente... Volete un elenco di quello che ho pensato/già acquistato? Non ve ne frega niente??? Ah beh allora avete sbagliato post mi sa, ihihihih...
  • a E. mio nipote: un gioco da tavolo (in gergo 'ganzo', un 'party game'... mi do delle arie...) che si chiama Semenza, per niente difficile, ma che potrebbe utilizzare se si incontra con gli amici e vogliono passare una serata a prendersi in giro e scherzate. Dentro alla scatolina di questo gioco ci sarà una busta con un po' di soldini... forse anche da parte della nonna...
  • a mio fratello con consorte: in fiera a Milano ho visto in uno stand indiano un bellissimo copriletto/copridivano dai colori caldi sul senape/arancio/rosso che vorrei abbinare ad un paio di biglietti per uno spettacolo al teatro di Carpi (finalmente lo hanno riaperto, dopo le ristrutturazioni che sono state necessarie in seguito al terremoto!). Lo spettacolo non lo abbiamo ancora deciso anche se una mezza idea ce l'abbiamo, vedremo...
  • ai suoceri: sinceramente direi niente, anzi no, vorrei io qualcosa come indennizzo di sopportazione, ahahahah... ma a parte gli scherzi un regalo lo hanno già ricevuto mesi fa, abbiamo contribuito finanziariamente ad un viaggetto che hanno fatto alla fine di settembre. Poi si vedrà... forse un pensierino capiterà...
  • al fratello di Max con consorte: tanto per non essere ripetitivi, regaliamo un gioco da tavolo, Carcassonne, ai quali sono stati sottoposti l'ultima volta che sono venuti a cena. Vorrei anche unire un pacchettino, stile Smartbox, di una giornata relax per due persone, che potrebbero unire ad uno dei loro weekend fuori porta, dato che ne fanno spesso...
  • alla mia amica C., nonchè collega: in fiera le ho preso una collana in uno stand francese, mi aveva attirato il pendente originale di vetro rosso, incastonato in una struttura d'acciaio. Insieme a questo pensierino sono ancora indecisa se farle qualcosa per la casa nuova, dato che a fine gennaio traslocherà oppure un trattamento estetico... 
  • alle colleghe di lavoro: non so niente, di solito faccio sempre un pensierino, ino ino ino, che unisco agli immancabili biscottini fatti dalla sottoscritta.
  • ai nonnini che fanno compagnia alla mamma: ho comprato sempre in fiera delle ciotoline decorate a mano molto etniche che si possono usare per gli scopi più disparati, come salsiere, porta caramelle o dolcetti... insomma sono carine e poco impegnative. Vi adagio dentro un sacchettino dei famosi biscottini ed il gioco è fatto...
  • ad A. la mia donnina dal ferro miracoloso (santa donna che mi stira gli everest che settimanalmente gli scarico tra le braccia...): tutti gli anni le faccio recapitare una bella stella di Natale, mi piace tanto inviare fiori, soprattutto adoro le stelle di Natale, anche se poi fanno una brutta fine molto alla svelta.
  • ad U. (la 'mamma' di Sole, la mia cagnetta preferita, una boxerina dal carattere stupendo che adoro): in fiera le ho comprato in uno stand bellissimo di spezie un marchingenio in ceramica che serve a tritare le erbette, stracolmo di erbe provenzali. E' molto bello, tutto decorato ed ho intenzione di unire questo pensiero indovinate a cosa??? ad un sacchettino di biscotti!!!
Chissà se ho dimenticato qualcuno nella lista... per il momento non mi viene in mente nessun'altro ed in generale non sono messa malissimo, la cosa che mi preoccupa di più è proprio la mancanza di tempo. Comunque, nel frattempo, la premiata ditta 'Gianchy&Max... allestimento presepi ed addobbi natalizi' ha quasi finito il suo tour annuale, ci mancano solo gli addobbi esterni a casa nostra, ieri sera mi sono dedicata all'alberello ed al presepe della mamma... mentre a casa ci ho dedicato buona parte del weekend. Vi metto una fotina, poi più in là ne farò altre. Questa ritrae in primo piano il mio primo 'Pan di spezie', ricettina imparata durante l'ultimo corso di cucina, che fa bella mostra di sè di fronte al mio mini villaggio di Natale comodamente adagioato ai piedi dell'albero...

mercoledì, dicembre 04, 2013

Mini trasferta Milanese

Come preannunciato il weekend scorso siamo fuggiti dalla grigia ed insulsa Sorbara per immergerci nella bolgia milanese, per approfittare della compagnia dei nostri amici. Ormai sta diventando un appuntamento fisso annuale ed è tutta colpa loro, non dovevano farci conoscere la 'Fiera dell'Artigianato'!!! Sono errori che si pagano cari, soprattutto con persone come noi che amano immergersi nelle atmosfere esotiche e non solo. Tutti gli anni ve ne parlo e se il mio blog fosse letto da tante persone potrei pensare di aver fatto troppa pubblicità... c'era veramente una marea di persone... domenica pomeriggio, quando siamo usciti verso le 16:30, non si riusciva a girare dal bordello che c'era!!! Però... come al solito ne è valsa la pena...
Un'altra tradizione che ormai ci accompagna è la neve!!! Anche quest'anno, sabato scorso, mentre salivamo verso Milano, abbiamo portato un po' di neve, che ci ha fatto compagnia fino al primo pomeriggio, smettendo giusto in tempo per consentire i nostri spostamenti senza dover aprire l'ombrello. 
Loretta Grace in Ghost
Sì, lo so che ve lo ricordate, era previsto il musical 'Ghost' in pomeridiana e mi è piaciuto davvero molto, ma proprio tanto tanto... a parte che sono stati tutti bravissimi, che l'orchestra dal vivo da sempre quel qualcosa in più che fa la differenza, devo menzionare l'attrice/cantante che interpreta Oda Mae Brown, la sensitiva che nel film viene interprestata dalla bravissima Whoopie Goldberg. Teniamo d'occhio Loretta Grace, è riuscita a calarsi nella parte in modo perfetto, mi sono sorpresa più volte ad attendere con ansia che apparisse sul palco, perchè con la sua energia e la sua splendida voce è stata in grado di riempire l'intera scena.
Dopo lo spettacolo un bel giretto per il centro che si stava preparando agli addobbi che sicuramente saranno prontissimi per il prossimo weekend e una piacevolissima serata a farci coccolare dai nostri amici.
Domenica già vi ho detto, ci siamo fiondati in fiera, uscendone con uno zaino stracolmo di pensierini per il Natale e non solo... stanchi morti ma molto soddisfatti. Certo che è una fortuna non aver vicino a casa un evento del genere, io e Max ci andremmo una sera sì e l'altra pure, non andrebbe per niente bene... e non solo per il portafoglio, anche per la dieta... perchè trovi davvero le specialità di tutto il mondo, e lasciarsi tentare è davvero troppo facile.
Vabbè anche questa è andata, sto entrando nella modalità... 'sopravvivere al mese di dicembre'... posso fare quello che voglio, posso pensare di organizzarmi quanto voglio, ma non ci sta niente da fare, le cose si ammucchiano tutte e ci sarà da lottare per riuscire a farle tutte... Vorrei anche io una settimana di ferie come mio fratello!!! Potrei fare le mie cose con calma... senza dover correre come una cretina, con il risultato di non godermi mai nulla! :-(
Vi terrò aggiornati...