lunedì, settembre 30, 2013

I weekend troppo corti!

Chi tra voi non ha mai pensato, almeno una volta nella vita, che i weekend, quei maledetti, passano sempre troppo in fretta??? Io praticamente lo penso quasi tutte le settimane, e non solo perchè arrivo al lunedì quasi più stanca del venerdì sera, ma anche perchè ho sempre in testa mille cose da fare ed alla fine mi accorgo che ho fatto poco e niente. Oggettivamente comunque non è vero che non combino niente nel weekend, questo ad esempio è stato caratterizzato da una bellissima serata all'Arena di verona a vedere Opera On Ice di cui parlo qui. E domenica, dopo essermi alzata ad un orario abbastanza scandaloso, ci siamo messi ai fornelli, cucinando un buonissimo risotto tastasal+funghi porcini e la prima crostata con la marmellata della mamma.

Per quanto riguarda il risotto, si tratta di un piatto che abbiamo assaggiato alla Fiera del Riso di Isola della Scala. Vi riporto il significato di 'tastasal' da un articolo trovato sul web:
Il tastasal è un impasto di carne di maiale macinata, salata, e insaporita con sale e pepe nero grosso frantumato; si tratta dello stesso impasto usato per fare il salame. Le massaie della Bassa Veronese (Isola della Scala, Trevenzuolo, Vigasio) usavano preparare il risotto col tastasal per assaggiare la pasta dei salumi prima di insaccarli. Da questa verifica deriva il nome del condimento: tastare la salatura della carne di maiale, da cui tastasal.
 Il mix di questo ingrediente saporito con la fragranza dei funghi porcini freschi ed una spolverata di prezzemolo fresco, rende a mio parere questo piatto molto gustoso senza essere sgarbato e certamente è da considerarsi un piatto unico, soprattutto per le persone a dieta che non dovrebbero nemmeno guardarla la carne di maiale... 

La torta invece sta diventando un'abitudine della domenica, una cosa buona da mangiare piano piano durante la settimana a colazione e questa settimana è stata la volta della crostata con una delle marmellate fatte dalla mamma... Marmellata pere+prugne con scorza di arancia: buonissima!!! che ho reso un pizzico più 'brusca' con l'aggiunta di una cucchiaiata di 'savor' comprato in una delle tante feste paesane che si svolgono dalle mie parti e che tengo come se fosse 'oro' ben sigillata in frigo. Mi fido del parere del mio 'capo chef', lui che non ama tantissimo i dolci mi ha detto che è venuta molto buona, quindi perchè non credergli.

Poi vabbè, il tatone ha aggredito una zucca enorme, cuocendone una metà, che ci sbocconcelleremo nei prossimi giorni nei modi più disparati tra i quali il mio preferito è il purè... e poi, dopo aver riordinato la 'zona di guerra', uno si è messo a guardare le sue partite ed io a leggere il libro di turno tra un pisolino e l'altro (lo devo finire al più presto quel libro, lo comincio ad odiare, mi piace davvero molto ma molto poco... un simil Twilight dei miei stivali!!!).

Ah, dimenticavo, nel frattempo mi sono comprata un paio di scarpe: partita carica come una molla per acquistare un paio di mocassini stile maschile (che vanno tanto di moda quest'anno...) sono uscita con un paio di polacchine con il tacco di vernice nera... dovevate vedere che piedone facevo con i mocassini, sembravo uno di quei pupazzi di pelusche che fanno da mascotte negli incontri di football americano! Sì, io e la moda, due mondi paralleli che solo ogni tanto si incontrano... o meglio... si scontrano!!!

1 commento:

giglio ha detto...

buona settimana, carissima!
quando lavoravo, anche per me il w.e. passava rapido....