martedì, giugno 11, 2013

Biscotti...

Erik Theodor Werenskiold, On the Plain (Telemark Girl), 1883
Uhmmm... qui sembra che finalmente l'estate si sia decisa a fare capolino, ormai ci avevo quasi rinunciato, continuando ad usare il pigiamino leggero a maniche lunghe e il trapuntino leggero. E dato che la temperatura sale, la vostra 'bloggara compulsiva' di cosa ha voglia??? Eh, lo so, state per lasciarmi un commento di quelli che mi spettinano, della serie 'Ieri ti sei lamentata come una deficiente ed ora ti vuoi mangiare i biscotti???' No, cari, state fermini con quei ditini, ho voglia di 'fare' i biscotti, non di mangiarli. Poi è chiaro che ce li mangeremo pian piano a colazione ma senza sgarrare... Rimane il fatto che non so nè come nè perchè è da ieri che non faccio altro che pensare a tutte le mie formine dei biscotti, con la consapevolezza che avrei tante cose più important da fare. Cosa ci sta di meglio che accendere il forno con 30 gradi fuori??? Tutte le persone sane di mente lo fanno, giusto???
Comunque la realtà è questa, la sottoscritta stasera ha una sottospecie di serata libera: non devo nemmeno passare da mamma e vorrei fiondarmi a casa, controllare la ricetta, prendere nota degli ingredienti che mi mancano, fare un salto in Sigma e prendere l'occorrente e mettermi al lavoro. In modo che quando arriva Max io abbia quasi finito di biscottare...
Quante cose possono andare storte in un progetto così semplice? Beh, adesso non ci voglio pensare, mi sto concentrando sul buon profumino che di solito si sprigiona quando si cuociono i biscotti. 
Ah, dimenticavo, vi state chiedendo che tipo di biscotti voglio fare... i frollini, semplici semplici con la ricettina che ho imparato al corso di E. sotto le feste di Natale. Sono buonissimi inzuppati sia nel thè che nel caffelatte, anche se la prima opzione è la morte sua, perchè dentro c'è la scorzetta del limone tritata fine fine... 

Anche oggi non è stata una gran bella giornata, sto cominciando ad abituarmi a questo andamento da schifo e non è una cosa positiva. Arrivo in ufficio abbastanza rassegnata, pronta a vivere un'altra giornata fatta di tristezze e tribolazioni. E' per questo poi che mi vengono certe malsane idee... cerco di non confinare la mia vita in questa marea di ore che passo seduta a questa scrivania, come anche al fatto che comunque quando esco di qua di solito mi aspetta un'altro 'turno' dalla mamma. Non che fare dei biscotti possa risollevarmi il morale chissà quanto, ma a volte le vogline vanno assecondate, soprattutto quando non fanno male a nessuno e non implicano niente di negativo. Cosa vuoi che succeda se sforno un paio di teglie di biscotti??? 
Comunque la situazione in ufficio, se non la vivessi dall'interno, potrebbe essere anche interpretata con molto umorismo. Soprattutto negli ultimi giorni stanno succedendo cose molto divertenti. Facciamo una premessa: in ottobre si terrà una fiera molto importante in questo settore, il Made, a cui di solito la mia azienda partecipa con uno spiegamento di forze quasi imbarazzante. In previsione di questa fiera di solito, alcuni mesi prima si inizia a lavorare per presentare quello che viene definito 'cinema'. Quest'anno non c'è stata una riunione che sia una su questo argomento, non ne conosco il motivo, non so se questo accade perchè abbiamo deciso di non partecipare in massa alla fiera o perchè, non vogliamo rifare la figurina dell'ultima volta, in cui abbiamo portato un 'cinema' che ad oggi non abbiamo ancora terminato e quindi nemmeno rilasciato. Certo che questa cosa è davvero imbarazzante, c'è poco da fare, ma lasciamo perdere, è una storia che magari approfondirò un'altra volta... La settimana scorsa il mio capo è stato ad una riunione in cui erano presenti altri capi, tra i quali anche il responsabile della nostra sede di Benevento e 'l'uomo che siede alla destra del Padre' (personaggio da me denominato in questo modo perchè nell'organigramma si trova proprio in quella posizione rispetto al Capo con la 'C' maiuscola).
Il giorno successivo a questa riunione, il nostro capo, durante la nostra riunione giornaliera ci ha detto che non poteva raccontarci nulla della riunione perchè gli hanno fatto firmare un foglio in cui si è impegnato a non divulgare nessuna notizia al riguardo. L'unica cosa che abbiamo capito è che ha a che fare con il Made. UAAAAAAA :-D!!!! Insomma abbiamo iniziato a ridergli in faccia senza ritegno, che se poi si vendica ha pure un po' ragione, poverello, si è mai visto un capo trattato a risate in faccia dai suoi sottoposti??? Sì, vabbè, ma chissà di quale progetto top-secret si tratterà mai... Noi gli abbiamo solo chiesto se per questo progetto avremmo dovuto fare qualcosa e lui ci ha detto che qualcosina ci sarà da fare... vabbè lo faremo a scatola chiusa a questo punto, o forse lo farà direttamente lui, tanto poi noi siamo così scarsi che non riusciremo a capire le modifiche apportate! Inutile dirvi che per lintera giornata non abbiamo fatto altro che fare battutine in sua presenza, del tipo 'Non so mica se ti posso far vedere questo foglio, prima mi sa che mi devi firmare una liberatoria...', insomma, siamo un po' 'bastardi dentro'.
E venerdì??? In tarda mattinata e durante tutto il pomeriggio, il primo piano che è adibito per la maggior parte a corsi è stato preso d'assalto da una squadra di imbianchini e addetti alle pulizie. Sono state stuccate le crepe del terremoto ed è stato tutto imbiancato e pulito. Tutto questo in previsione di un evento che doveva tenersi sabato... Voi avete sapete cosa è successo sabato??? Noi, no!!! Niente di niente, un altro segreto di stato, poi si lamentano se noi ci facciamo dei viaggi strani, voi che pensereste? Noi ci vediamo già in vendita con una mandria di acquirenti che vengono a vedere cosa dovrebbero portarsi a casa... Ora gli imbianchini si sono spostati al nostro piano e lavorare con l'odore della vernice che ti entra in testa e nei polmoni è una vera delizia... Prossimo step che mi aspetto: tenere in ordine le scrivanie, togliendo le eventuali minchiate che vi risiedono... vi terrò aggiornati, ma intanto se volete partecipare all'asta ditemi qualcosa... almeno voi me lo potete dire, vi prometto che sarò muta come una tomba! Shhhhhhhhh.... acqua in bocca... ;-)

Nessun commento: