giovedì, marzo 28, 2013

A volte ritornano...

... a casa!!! Ebbene sì, ho riportato a casa la mamma, una donna più felice di così non può essere, nella sua casa, anche se un pelo fredda, a girare con il deambulatore per le varie stanze del suo nido. Ho un certo timore di questa situazione transitoria di apparente tranquillità, molto stordita e stanca per la faticaccia delle tre settimane di ospedale e con di fronte a me mesi di riabilitazione e tutto quello che ne consegue. Ultimamente, tutte le volte che ho osato pensare, anche solo tra me e me, che le cose potessero prendere una piega accettabile, mi sono arrivate delle gran 'mazzate', quindi questa volta me ne sto con le 'orecchie basse' e non penso a nulla, solo ad affrontare un giorno dopo l'altro con pazienza ed un pizzico di rassegnazione.
Ieri mattina l'ho portata a casa, ieri sera ho fatto ritorno a casa mia alle 20:30, dopo averle regalato un bel 'doccione' caldo e lungo con tanto bagno schiuma e le coccole di una spugna delicatamente passata sul corpo, per non parlare del servizio di parrucchiera sempre incluso nel prezzo. Sono proprio tale e quale mia madre, la doccia fa miracoli, ci si sente subito meglio, qualunque sia lo stato psico-fisico in cui ci si trova. Così stanotte ha dormito benissimo nel suo lettone, e stasera la porto alla sua prima seduta di fisioterapia con lo stesso ragazzo che l'ha seguita l'anno scorso. Staremo a vedere come va questa volta, sono molto curiosa... ed un poco speranzosa. 
Nel frattempo si avvicina Pasqua, che già di per sè è una festività che non sento molto, poi quest'anno potete capire, non me ne frega assolutamente niente!!! Non ho più nemmeno bisogno di ferie, ho sorpassato questo stadio da tempo, adesso mi ci vorrebbe un ricovero di una settimana in un reparto dove ti fanno dormire 20 ore al giorno!!! Ci sarà no qualche clinica dello studio del sonno o che ne sò, in cui inducono le persone a dormire... sai te che meraviglia, dormendo sicuramente mangerei meno, e dopo una settimana mi ritrovo pure dimagrita. Altro che cura di bellezza, un vero toccasana. Ok, ho capito, la smetto di dire (=scrivere) cavolate e comunque non crediate che in questi giorni sia stata proprio totalmente mentalmente inattiva, l'elettroencefalogramma non è del tutto piatto, qualche neurone è rimasto attivo e non parlo solo del lavoro, che qui i miei bei danni quotidiani li combino sempre, mi vengono quasi naturali... no no parlo del fatto che ho altre cose per la testa oltre alla mamma ed alla sua gestione (che ammetto occupare un bel 90% in questo momento!!!). Ho prenotato finalmente una visita per me e il tatone dalla nutrizionista che mi ha seguito quando sono dimagrita (e che ha seguito anche la mamma...). Eh sì, ho coinvolto anche il tatone, sono abbastanza elettrizzata dalla prospettiva di iniziare questa nuova avventura in coppia, e sono anche abbastanza sicura che potrebbe portare buone cose. Lo so cosa vi state chiedendo... 'Ma il tatone è contento di essere stato coinvolto???' Beh, non potete aspettarvi salti di gioia e nemmeno piroette di contentezza, non è che la prospettiva di mettersi a dieta faccia piacere alle persone che amano mangiare soprattutto cibi ben conditi e saporiti... ma, come al solito con me, non ha avuto tante alternative e gli sto dando modo di abituarsi all'idea, cosa che lui fa organizzando le cene mentre si beve il thè con i biscotti... Ci sarà da ridere... vi racconto solo questa... quando ho deciso di telefonare per prenotare la visita, gli ho scritto la mia intenzione via chat, e la sua risposta (e badate bene che in chat non si vede mica il faccino...) faceva pensare alla seguente situazione: immaginate di vederlo serio serio, con l'occhietto triste che mi scrive 'Dovresti telefonare verso metà mese, perchè adesso cìè Pasqua e poi la settimana prossima abbiamo i ragazzi ospiti da noi...' ed io ho ribattutto 'Beh, l'appuntamento lo prendo tra una quindicina di giorni, stai tranquillo, ma ci vuole sempre un po' di tempo, quindi mi metto avanti' e lui 'Ah... ok...'. Chè uno poi gli viene voglia di scrivere 'SU DAI, CORAGGIO... UN PIZZICO DI ENTUSIASMO!!!' ma capisco che non è che gli sto parlando di un viaggio alle Maldive.
Vabbè ragazzi... che ci volete fare, ogni tanto va bene anche provarci, no??? Vi lascio con un quadro che mi infonde un immenso senso di tranquillità... quella che vorrei provare io interiormente, priva di ogni preoccupazione!!

Ivan Shishkin, Mast-Tree Grove (1898)

Nessun commento: