martedì, novembre 20, 2012

Villaggio di Babbo Natale

Chi mi conosce o mi legge da un po'... che orami questo blog è vecchio 'staradito'... sa che ho un rapporto davvero insano con il Natale, proprio non ci posso fare niente, a me il Natale 'piace'!!! Ma non è che mi piace per i regali o per le abbuffate di cibo, no no mi piace proprio per l'atmosfera e soprattutto ADORO tutte le decorazioni natalizie. So che molte persone le odiano cordialmente e che fare albero/presepe più che essere un piacere è un onere gravoso, ma qui la storia è diversa, quindi invito tutti quelli che non amano queste cose a lasciarmi cordialmente perdere...
Sempre stata così, fin da piccola, fantasia zero, maualità alquanto scarsa, senso estetico abbastanza 'dubbio', ma tutto questo non mi ha mai fermato ed invece di migliorare con l'età peggioro, la mancanza di bimbi per casa non ha per niente debellato il mio bisogno di addobbare il nostro minuscolo nido, anzi... sono peggiorata, tirandomi dietro, nel mio delirio anche il tatone (non chiedetemi come ho fatto... ma ci sono riuscita, forse anche lui era già geneticamente predisposto!).
A casa dei tatoni si fa alberello (di medie dimensioni), negli ultimi anni tutto completamente sul rosso ed un presepino di tutto rispetto, talmente tanto fitto che se quest'anno viene più o meno come al solito spero che le scosse di terremoto ci risparmino, altrimenti mi tocca di rialzare tutte le statuine che facendo domino sono destinate a cadere... Attaccata ad ogni anta dei mobili di sala e cucina spuntano pupazzetti in tema natalizio, la calza di Babbo Natale non  è appesa al camino (perchè non ce l'ho... ahimè...) ma viene appiccicata ad un angolo della libreria. Dallo scorso anno l'alberello risiede su un cartone, che fa da appoggio anche al mio mini villaggio tipo 'Lemax', il cui stile ha fatto breccia nel mio cuore... mi dispiace molto ma mi piacciono le casine illuminate, con gli oggetti che si muovono, insomma potrei starci davanti delle ore imbambolata come un bimbo davanti ad una vetrina di giocattoli. Questo appunto è qudello che succede quando nei 'villaggi di Babbo Natale', presenti nelle serre più fornite della zona, hanno la cattiva idea di allestire un villaggio Lamax. Per chi non sa che cos'è provo a spiegarlo: si tratta di un pezzo di stanza più o meno grande, circondato da vetri per renderlo inaccessibile alle manine curiose dei bimbi, in cui su un tavolone viene allestito un vero e proprio villaggio tutto illuminato, con casette quasi tutte in stile natalizio, alcune della quali con oggetti in movimento, come la fabbrica della birra dove i barili si muovono, il coro che ondeggia avanti e indietro, gli schiatori che scivolano magicamente su una pista di ghiaccio a fibre ottiche, la ruota panoramica e quella fantastica, stupenda cosa che si chiama 'giostra coi cavalli'... 
Bene, davanti a tale meraviglia immaginatevi un'orda di bimbetti tutti eccitati che appoggiano le manine al vetro, boccuccia socchiusa e mille domande alla mamma e al papà che sono nei pressi e che si domandano perchè mai ci sia bisogno di fare una cosa del genere... e poi ci sono io, alle spalle dei bimbi, che mi pianto lì, come una quercia secolare e fino a quando non ho guardato tutti i più piccoli particolari non mi schiodo. E' una immagine triste??? ihihihi... capisco, mi faccio un po' pena da sola, ma vi giuro che è proprio così ed è per questo motivo che in questi posti ci vado da sola con il mio tatone, evito che si vergognino anche gli amici. 
Lo so che è presto per parlare di Natale, ma questi villaggi cominciano ad aprire, e tra un paio di settimane saranno presi d'assalto che manco lo sconto del 20% della Coop fa lo stesso effetto, quindi ho cominciato a rognare la scorsa settimana e sabato scorso quel santo di mio marito mi ci ha portato!!! Siamo stati al SinFlora a Castelfranco (MO) e me lo sono davvero goduta. Poca gente, abbiamo gironzolato per un paio di orette tra addobbi di tutti i colori, luminarie, oggettistica per la casa in tema, presepi allestiti ed elementi per allestirne... una vera gioia per gli occhi. Ve ne propongo anche un altro, ci sono stata l'anno scorso ed è un po' più grande di questo qui: il villaggio di Babbo Natale presso Mondo Verde di Taneto di Gattatico (RE). Quest'anno non ho intenzione di andarci per una piccola questione di principio, nel weekend gli adulti pagano un biglietto di ingresso, di 1 Euro, che in se non è un prezzo esorbitante, ma non ha senso... perchè devo pagare per entrare in un negozio??? Tra l'altro si sa che in quei posti, se ci vai è perchè ti piace il Natale o stai cercando delle decorazioni ed è veramente difficile, se non impossibile, uscire a mani vuote. E' un po' come se facessero pagare il biglietto all'ingresso di un centro commerciale... che tra l'altro avrebbe pure più senso, perchè tu ti puoi aggirare per la galleria riscaldata senza fare nessun acquisto... ma tantè che non lo trovo giusto...
Vabbè... lo so che cosa state pensando... belle chiacchiere ma si può sapere cosa hai acquistato??? Ho preso qualcosa per il mio mini villaggio Lemax: dei lampioncini che si illuminano che sono la fine del mondo, e qualche personaggio che ho già pensato come porre... sempre nel villaggio suddetto. Max si è fatto tentare da qualche nuova mercanzia da esporre nel 'suo' mercato del presepe (che anche lì è impossibile morire di fame...). Poi un libro di cucina che regalererò alla mamma per Natale, uno di quelli con le scritte che sembrano fatte a mano e con i bellissimi disegni, denominato 'Il mondo contadino' con tutte le ricette di una volta... Tre palline rosse nuove da mettere sull'alberello e qualche olio profumato per l'ambiente che tra le tante malattie, ci ho pure quella che quando entri in casa mia senti un miscuglio di odori che non ci capisci niente, tra profumatori AirWick, candele profumate, il tatone che cucina di continuo e pure gli oli profumati... Vi scappa la voglia di venirmi a trovare, eh???? Dai vi minaccio, se riesco anche quest'anno a fare un bel lavoro, vi posto qualche foto, così vi rendete conto di quanto sono malata!!!

Nessun commento: