martedì, ottobre 16, 2012

Cose che succedono...

Penso a tante cose in questi giorni, avrei anche tante cose da scrivere nel mio diario, ma poi non so come scriverle, non so nemmeno se ne vale la pena e tanti post rimangono nelle bozze e poi vengono cancellati. Magari questo non farà la stessa fine, o forse sì, chi lo sa, certo è che nella vita succedono sempre molte cose, persino troppe. Non ne sono sicura, ma direi di aver perso anche un'amica, una di quelle a cui tenevo maggiormente, ma tantè che mi ha 'etichettato' e questa volta credo abbia deciso di non perdonarmi. Perdonarmi di cosa? Di non esserle stata accanto nel modo giusto nel momento giusto ed è vero, verissimo, mica mi voglio scusare, posso dire che può capitare, che posso non essere capace a volte di fare la cosa giusta, mai detto di essere perfetta... anzi, ho talmente tante mancanze che ci vorrebbe una vita ad elencarle. Non scrivo di questa cosa per scusarmi e nemmeno per spiegarmi con lei perchè credo che abbia smesso persino di leggere il mio blog... Qui, essendo il mio diario, la mia vita, parlo di me, di quello che mi capita, di quello che provo, che sento, che vivo. Non ho mai avuto la pretesa che fosse interessante o utile a qualcuno, è un modo di comunicare, ma soprattutto di elaborare cose che sento e che a volte fatico a mettere nella giusta prospettiva. Sono dell'avviso che ogn'uno di noi ha un mondo molto articolato dentro di sè, alcuni riescono ad esternarlo e a viverlo in modo sereno e disinvolto, ma la maggior parte trattiene le proprie emozioni, le maschera, cercando di andare avanti per la propria strada senza far pesare troppo a quelli che la circondano quanto sta male o cosa la fa stare tanto male. E' chiaro che poi, le persone che ti stanno più vicino queste cose le sanno, eccome se le sanno, a loro basta anche solo guardarti in faccia, e non c'è bisogno che ti stiano azzeccate tutto il tempo per farti capire che ci tengono e che ti supportano... Per fortuna il mio tatone è così, lui sa che questo non è un momento bello della mia vita, che questo momento dura da ANNI, che fatico a volte andare avanti, alzarmi alla mattina, mettere un piede davanti all'altro senza inciampare e sa pure quanto mi costa questa maschera che indosso perennemente. Ma non ci sono alternative, sarebbe troppo semplice 'darci a mucchio', dire 'basta!' e rinchiudersi in un guscio fatto di commiserazione e di brutti pensieri. A modo mio combatto, non sarà il modo giusto, non vincerò nessuna guerra alla fine, ma combatto, tutti i giorni, tantissimo, nell'unico modo che so fare, sperando che possa arrivare un giorno un po' più chiaro, più luminoso, lasciando perdere la consapevolezza che mi ronza sempre in testa e che mi dice che i tempi 'migliori' sono alle mie spalle. Vorrei tanto essere una persona migliore, ma sono quella che sono, ho pensieri come tutti, preoccupazioni più o meno condivisibili come tutti, e nessuna soluzione ai miei problemi, come molti... Di cosa avrei bisogno??? Vorrei che i miei cari stessero decentemente, che non soffrissero sempre come dei cani, vorrei non dover torturare mia madre nella speranza di farla stare meglio, vorrei portarla a qualche visita medica senza riportarla a casa in lacrime con una nuova 'sentenza' da affrontare. Vorrei non dover sempre far finta che è tutto normale, che sono cose che capitano, che non c'è niente da piangere, ma diciamola tutta, ogni tanto un bel 'vaffanculo' ci starebbe bene!!! Perchè ho un bel da sgridarla perchè piange perchè l'ho portata dall'oculista e questa le ha detto che deve fare tutte e due le cataratte. Lo so che non sono niente in tutto, ma deve fare un'anca, poi la metto in lista per questa cosa, poi cosa ci sarà??? non riesco a darle un minimo di tranquillità, solo preoccupazioni, in una vita di solitudine, perchè nonostante tutto, nonostante io e mio fratello ce la mettiamo tutta, lei senza mio padre si sente sola... ed io non riesco a biasimarla per questo, come possiamo noi due competere con l'unico grande amore della sua vita? non sono mica stupida del tutto, devo anche essere un po' realista... ma lei queste cose non le saprà mai, lei vede in me il caterpillar che va avanti imperterrita, che non si ferma davanti a niente, che la porta ovunque ritenga indispensabile portarla, che continua a prendere decisioni senza mai fermarsi, e gira gira proprio come il solito criceto nella ruota... Ma c'è chi sta peggio, ed è questo che mi ripeto tutti i santissimi giorni, devo solo guardarmi intorno, sono ancora fortunata, ma quand'è che potrò mai smettere di fare questa cosa e decidere, che forse poteva anche andare un pochino meglio??? Sto odiando da morire questi ultimi anni della mia vita, è stato un continuo e progressivo peggioramento e non si ferma, nooooo, non ne vuole proprio sapere, ed io comincio davvero a non poterne più!

Con questo vi auguro una buona serata... cercate di essere un po' meno rompicoglioni, lagnosi ed egoisti di me!!!

Nessun commento: