giovedì, giugno 28, 2012

Come se fosse venerdì...

Se il venerdì non si lavora, il giovedì diventa automaticamente venerdì, ma un bel venerdì, di quelli intensi... perchè poi ti aspettano tre giorni in cui il tuo pc rimane spento, il progetto rimane fermo e tutto va un po' in vacanza. Mi sto crogiolando nella prospettiva di farmi una giornatina di mare domani, poi sono pure pronta a rinunciarvi in qualsiasi momento se succede qualcosa, ma spero veramente di riuscirci... mi voglio spapparazzare, stile balenottera, su un lettino e muovermi solo per fare una passeggiata o andare a mangiare qualcosa. Ho comprato il solare nuovo per 'l'uomo che segue l'ombra...' e stasera, mentre il suddetto insieme all'amico di sempre si guardano la partita preparerò il borsino mare... Le nostre giornate di mare sono di una noia mortale, di quelle che le persone normali ti guardano e pensano che bisogna proprio essere fuori per desiderare cose del genere, ma per fortuna non siamo tutti uguali e ci vogliono pure i pelandroni da ombrellone a questo mondo... che sennò sai che pizza se fosse pieno solo di tutti quei super belli che sudano come bestie giocando a beach volley o con i racchettoni sotto il sole delle 11:30??? Noooooo... noi ci sia alza presto, si arriva prestino al mare (traffico permettendo) si fa colazione nel nostro solito barettino e poi si va in spiaggia, dopo aver comprato un paio di giornali... ci si increma tutti come se dovessimo farci allo spiedo e poi... ciao sai... ci si becca più in là, qualche frase che vola tra il lettino a favore del sole (il mio) e quello in perenne ombra (quello del tato). Frasi del tipo... 'Ho un piede al sole, mi devo spostare...' oppure 'Andiamo a fare una passeggiata???' Cose così... il cell sempre a portata di mano che la mamma mica la si dimentica... ma un totale e completo 'fancazzismo'!!! (non credo che sia una parola proprio polite...) Poi, dato che si tratta di rieviera adriatica, nessuno mi toglie l'immancabile piadina a mezzogiorno ed una mangiatina di pesce per il tatone alla sera... che in questo periodo in cui siamo al totale ingrasso, il cibo è diventato ancora più importante. Questa è l'unica grande tristezza dell'andare al mare, il doversi spogliare in mezzo a tante persone, che il sole non si riesce a prendere vestite di tutto punto. Avevo tanti progetti per questa estate, di rimettermi in forma and so on... avevo pure iniziato qualche mese fa con le intenzioni migliori e poi ci ho dato a mucchio, ed ora è uno sgarro dietro l'altro, per tutto il giorno, con una congiura globale intorno a me che è quasi imbarazzante. Persino le colleghe di lavoro ci si mettono offrendomi gelati alle quattro del pomeriggio, poi io vado a casa, ceno e dopo... ne arriva un altro (di gelati...). Avete presente l'espressione 'sapersi controllare'? o quell'altra... com'è che si chiama??? 'Forza di volontà?' uhmmm... devo andare su Wikipedia per vedere cosa significa, mi devono essere partiti definitivamente i neuroni relativi a queste argomentazioni. Poi non parlatemi di pane e pizza... meno male che la pasta non c'è quasi mai, ma le prime due cose sono veramente deleterie... Boh... che ne so... non ho nessuna possibilità di mettermi a dieta nell'immediato futuro, non so nemmeno se riuscirò ad uscire da questo tunnel di voracità che mi ha preso e di certo le mie prossime vacanze a Livigno ne risentiranno un bel po'. Perchè??? Facile... mettete 80 kili su per un sentiero di alta montagna, senza allenamento se non passeggiate da pensionata in località amene di pianura padana terremotata... cosa pensate che succeda??? Dopo tre passi ho il cuore che pompa come se fosse una locomotiva, invece di respirare rantolo ed alla sera della prima gita non riesco nemmeno a fare gli scalini per andare in casa, dal male alle gambe che ho. Per non parlare dei giorni successivi, acido lattico anche nei talloni... 
Ne parlavo anche ieri sera con un'amica, ci sono persone che ammiro tantissimo, che riescono a fare sempre un sacco di cose, ma proprio uno squanterno... Hanno figli, un lavoro, vanno in palestra, hanno amiche con cui escono, si occupano della casa, dello stiro, del marito, del vicino di casa... ma come fanno??? ma dove trovano il tempo per fare tutte queste cose??? Io che ho solo il lavoro, un marito, una mamma leggermente in difficoltà ed una casa e mezzo... se mi concedo la passeggiata serale con tanto di vicina di casa e cagnolina adorabile sono al top della 'bravitù'... Sono io che sono lofia o c'è qualcosa che mi sfugge??? Non è che queste super donne hanno un segreto che io non conosco??? e se è così, non lo sanno che potrebbero diventare migliardarie vendendo tale segreto alle sfigate come la sottoscritta??? Alcune persone mi dicono che basta organizzarsi... boh, sarà pure vero ma le ore della giornata non sono infinite, ed anche se mi affretto a fare le cose, vedo che rimango sempre indietro, com'è sta storia???

1 commento:

Kylie ha detto...

A prima vista anche le mie giornate al mare sono noiose, ma per me sono uno spettacolo di relax e lettura!

Buona giornata!