lunedì, dicembre 06, 2010

Verso il Natale?

Ehhhh sì, carissimi miei quattro lettori, è iniziato dicembre, in tutto il suo splendore e non… Continuando nel mio intento di far finta che tutto vada benone, mi sto facendo travolgere come al solito dai preparativi del Natale, aspettando a testa china che arrivino le mazzate, ma andando sempre avanti. Così, tanto per non perdere l'abitudine lo stato dell'arte a oggi è il seguente: albero e presepe a casa mia… fatto, albero e presepe a casa dei miei… fatto, luci sul balcone a casa mia… fatto, addobbi in giro per casa mia… fatto. Mi mancano le luci condominiali e gli addobbi alla porta di ingresso. L'albero fuori dai miei ci pensa mio nipote insieme a mio fratello il prossimo 8 Dicembre, prima della cena che si terrà per il compleanno appunto di mio fratello.
La scorsa settimana abbiamo passato un pochetto di crisi con la mamma di Max che ha subito un intervento, ma è già stata dimessa dall'ospedale e l'ho vista in grande forma ieri sera… quindi per il momento mi occupo solo delle mille cose quotidiane, tutto sotto controllo. Mica per vantarmi ma ci è venuto un presepe bellissimo pure quest'anno, sulla falsariga di quello dell'anno scorso ma con quel tocco in più che lo rende ancora più bello. L'albero poi quest'anno è tutto rosso, con fiocchettoni scozzesi qua e là, ho lasciato le solite file colorate nella loro sporta ed il risultato mi piace molto, non credevo di riuscire ad abituarmi così velocemente a questo cambiamento, invece lo trovo molto coccoloso ed elegante. Insomma la mia casa si è già trasformata nel villaggio di Babbo Natale, con il casino che deriva dal momentaneo spostamento delle cose in eccesso della sala per far posto ad albero e presepe, ma a noi piace tutto questo casino e quindi ce lo teniamo…
Con i regali siamo messi un po' così, non malissimo ma nemmeno bene, come al solito avrei bisogno di qualche idea per le coppie foramate dai fratelli con consorti…
Ed intanto, anche se con un po' di fatica, sono riuscita sabato scorso a sfruttare il regalo meraviglioso che mi hanno fatto le mie colleghe per il compleanno. Per la prima volta nella mia vita ho fatto un massaggio ed in particolare si è trattato di un 'aromamassaggio'. Una mega-coccola di un'ora e mezza, in cui sono stata massaggiata con un olio che l'estetista mi ha fatto scegliere a caso da un cestino pieno zeppo di olii essenziali. Mi spiegava che l'olio deve essere scelto dalla cliente perché pare che questi olii abbiano delle proprietà particolari per cui la cliente stessa viene attratta dall'olio che le necessita. Io ho scelto il curcuma e leggendo in internet ho visto cose interessanti… chissà forse è vero che mi serviva proprio quello!!! ;-) Comunque è stato bellissimo, tutta unta come un porcellino pronto per la graticola, con le mani dell'estetista che non si sono risparmiate, nei punti dolenti del mio corpo…L'unico punto debole è che comunque non sono riuscita a rilassarmi completamente, lei mi sentiva tutta tesa come una corda di violino e più mi ripetevo di rilassarmi e più mi venivano mille pensieri per la testa… cosa deleteria quando sei nelle mani dell'estetista!!! Pazienza, fare delle cose per se stesse è una cosa che forse si impara col tempo e con l'allenamento ed io sono proprio fuori allenamento!!! Comunque grazie ragazze… che meraviglia… persino la ciccionissima Gianchy è riuscita a provare una cosa che di suo forse non avrebbe mai fatto per la vergogna…

Quest'anno non scriverò la lettera a Babbo Natale, alla mia veneranda età non ho mai smesso di scriverla, mentalmente o fisicamente, ma quest'anno vorrei che si avverasse un miracolo, ma i miracoli non sono desideri così semplici da realizzare… Avrei bisogno di un enorme velo che ricoprisse tutte le persone che soffrono e che le facesse stare meglio, come si fa a chiedere una cosa del genere??? E' infantile ed anche un pizzico stupido alla mia età… ma è l'unica cosa a cui riesco a pensare, l'unico grande desiderio che vorrei si potesse realizzare. Come sarebbe bello se TUTTI gli ospedali del mondo, almeno per il giorno di Natale, si svuotassero e tutti fossero nelle loro case, attorniati da qualcuno che vuole loro bene veramente, a respirare Amore con la A maiuscola… C'è medicina migliore di questa??? A dispetto di tutto io non credo… puoi essere combattivo quanto vuoi, puoi avere un carattere fantastico ed una forza interiore infinita, ma se ti senti solo e abbandonato, se non ti senti amato sono convinta che la sensazione di non esistere veramente sia quella dominante. Magari mi sbaglio, anzi io mi sbaglio quasi sempre… io parlo di quello che provo io, di come le percepisco io le cose, e se sono sbagliate, portate pazienza, questa sono io… nel bene e nel male!!!

Nessun commento: