venerdì, dicembre 10, 2010

Aspettando una telefonata...

Sì, devo dire che questa gestione del malato è davvero molto bella per chi 'assiste' i malati, nel senso di accompagnarli alle varie visite ed esami. Bella grazia che sai più o meno il periodo poi, se anche il giorno preciso lo vieni ad imparare con un preavviso al massimo di un paio di giorni che problema c'è? Nessuno, a parte che le persone, nella maggior parte dei casi hanno i loro impegni di lavoro e non, magari una famiglia, insomma qualcosa di diverso dall'essere eternamente a disposizione di tutto e di tutti. Rimpiango davvero tanto quando le prenotazioni delle varie visite le gestivo direttamente io, quelli sì che erano bei tempi, ora che ho la comodità di un intero reparto vivo le giornate intere con il cellulare incollato addosso, aspettando una telefonata che prima o poi arriverà, statene certi, ma solo all'ultimo. Mi domando spesso come farei se avessi un lavoro di responsabilità che mi costringe ad essere presente, invece di essere una tra i tanti, le cui presenza non è per niente fondamentale. Probabilmente le cose sarebbero diverse per forza di cose e non mi accorgerei nemmeno della differenza…
Che poi, per dirla tutta non è che questa benedetta telefonata mi spaventi poi tanto, non è quella che mi preoccupa, sono i risultati che mi terrorizzano, anche se c'è poco da fare ormai… ma che ci volete fare, sono brutte cose lo stesso anche se assodate!!! Ma ormai direi che anche per oggi non sentirò nulla, quindi si va alla prossima settimana e il Natale si avvicina e sarà davvero bello bazzicare per quegli ambulatori proprio nei giorni di festa, sarà una goduria… Di questo anno che si sta per concludere, vorrei dire solo una cosa: è stato tutto uno SCHIFO!!! In questo momento non me la sento nemmeno di cercare, come faccio di solito, di pensare che potrebbe andare peggio… in questo momento non mi importa niente di niente, non ho voglia di guardare quelli che stanno peggio, voglio solo poter dire che è stato uno SCHIFO!!! Me la sono barcamenata, ho cercato di fare finta di niente, ho tentato di contiuare con la mia vita suddividendo le cose in reparti stagni, ma non ci sono riuscita ed è stato tutto uno SCHIFO!!! Per sfizio mi sono riletta la lista che ho scritto all'inizio del 2010 e come mi aspettavo non ho fatto nemmeno la metà di quello che ci sta scritto. Anzi, a dire il vero, rispetto all'inizio dell'anno, ora mi sento molto ma molto più 'povera' dentro, mi sto accorgendo che vivere senza 'speranze' non è vivere, è solo una continua lotta per far finta di niente e il più delle volte manco ci si riesce. Fare progetti che poi sai già che probabilmente non riuscirai a portare a termine non mi interessa più come una volta, vado avanti per inerzia, vado avanti perché giustamente indietro non si può andare. Il 2011 già mi sta antipatico poveretto, non mi ha ancora fatto niente ma mi sta sulle scatole, non lo voglio, non mi interessa, mi tengo questo 2010 di cacchetta e sono a posto così, si può???? State forse dicendo che sono prevenuta nei confronti del nuovo anno e che potrebbe anche rivelarsi migliore di quello che mi aspetto??? State scherzando vero??? Mi prendete in giro… non fatelo, è pura cattiveria, è passato il tempo in cui credevo che le cose fossero possibili, è passato il tempo in cui ci credevo con tutta me stessa, che ero convinta che quello che stavo facendo era la cosa giusta… Adesso lo so che di giusto non ci sta niente, che tu puoi combattere quanto ti pare, non sei tu a decidere un bel niente e non ti è dato sapere niente, perché altrimenti ti rovineresti la sorpresa!!! Bene, io di quella sorpresa non so cosa farmene, tanto sono sempre brutte sorprese!!!

Sta di fatto comunque che oggi è pure venerdì, che mercoledì scorso era festa, l'8 dicembre, che io ho riempito come al solito di lavoretti vari, e che domani dovremmo andare a trascorrere un weekend con i nostri amici di Milano… Non sono dell'umore giusto, ma non lo sono mai… cercherò di non far pesare niente a nessuno, come cerco di fare quotidianamente, cercherò persino di far finta di divertirmi, e so solo io quanto sono diventata brava in questa arte… Non fraintendetemi, io ho una gran voglia di andarmene un po' da casa, di distrarmi, ma la storia è che non mi distraggo, faccio solo finta di staccare la spina… la mia testa è sempre lì, con i pensieri che si sono inevitabilmente aggiunti in questi mesi che non mi lasciano MAI e dico MAI completamente tranquilla. Sarà anche il carattere, anzi sono sicura di questo… ma vivere sempre con la paura che possa succedere qualcosa di brutto da un momento all'altro, fa diventare le giornate troppo lunghe e grige, tutte uguali e tristissime!!!

Nessun commento: