martedì, novembre 09, 2010

Strano compleanno...

Oggi è il compleanno della mamma… lo avevo già accennato ieri, e in pausa pranzo, come al solito sono andata dai miei e mi sono presentata con una tortina fatta da me ieri sera ed un piccolo pensierino per la mamma. Lei manco si ricordava che oggi fosse il suo compleanno ed ho visto che si è emozionata del fatto che io mi sia ricordata. Poi, vabbè non si aspettava nemmeno che gli avessi preso qualcosa, i pensieri sono ben lontani dal festeggiare un misero compleanno. Tutta la giornata di oggi è concentrata sul fatto che deve passare il dottore a visitare il papà… non c'è posto per niente, ed io, povera fessa, quotidianamente mi impegno come una deficiente a distrarli, a tenerli mentalmente occupati con cose diverse.

Loro invece sono in quella fase, oserei dire inesauribile, di 'devo fare delle cose che non riesco a fare e nessuno mi aiuta', una fase che non so quanto durerà, anche se il sospetto si fa sempre più forte… Sono abituati a fare cose che io reputo totalmente inutili ed, ora che non sono più capaci di farle, si lamentano se le persone che stanno loro intorno non corrono immediatamente a farle. Hanno tutte le ragioni di questo mondo, per carità, ma la maggiorparte della giornata io la passo a fare altro, non posso poi tutte le sere cominciare un nuovo turno di lavoro. Beh, in fondo io cosa devo fare a casa? Ho un appartamento di 70 mq, una specie di tana, cosa vuoi mai che ci sia da fare, tra l'altro adesso ho trovato anche qualcuno che mi stira… Ma il sospetto non nasce a nmessuno che se mi faccio dare una mano significa che già così sono a livello??? No, vero??? Mi faccio aiutare perché mi tirano i gomiti, giusto??? Vabbè… pazienza, comunque oggi non mi è piaciuta l'atmosfera… sembra sempre che in quella casa, così grande per quei due e così piena zeppa sempre di cose da fare, ci sia una luce che si sta pian piano spegnendo, avrei davvero voglia di mettere tutto sottosopra, ma non posso farlo, è tardi, è tardi per tante cose, è persino tardi per pensarle certe cose. Così una di queste sere, una sera che mi verrà poi comunicata a pranzo, devo andare ad arrampicarmi su una scaletta di legno per dare l'olio alle tapparelle… E' una cosa che va fatta 'necessariamente' due volte l'anno, in primavera e in autunno e meno male che le finestre si trovano a piano terra… altrimenti dovrei noleggiare pure una gru… questa è quella di oggi fresca fresca, quella di ieri era che bisogna portare giù la lavatrice dal granaio… perché due anni fa era impensabile installare la lavatrice in garage… nooooooo… e adesso come cavolo facciamo a portarla giù per quella maledetta scaletta di ferro???!!! Dite che mi innervosisco per poco??? Oh sì, sicuramente, sono un po' tesa e diciamo pure incavolata, perché non mi si può dire che ho una faccia stanca, che ho un aspetto di cacca, solo perché passo 24 ore al giorno con il mal di testa, a tentare di ragionare su cose pallosissime, di notte non chiudo occhio ed hanno il coraggio di chiedermi come mai sto sempre male… Sarà forse che in inverno la sottoscritta, da quando ha 19 anni soffre di cervicale e l'unica cosa che la fa stare meglio è fare un po' di attività sportiva?? Ma a quanto pare nessuno si è accorto che non vado più in palestra… chissà magari ci vado dalle 9 alle 11 di sera, dopo aver fatto i mille giri che tutte le sante sere devo fare…

Pazienza Gianchy… PAZIENZA!!! Dove cavolo si compra la pazienza, ne voglio un rimorchio!!!! Poi perdo persino tempo a ragionare se riesco ad incastrare qualcosa di mio in questo marasma di cose… come mai quando vai a casa alla sera non fai la ciclette??? Perché, sono STANCA!!! Perché non ne posso più, perché voglio solo riposarmi, voglio spegnere cellulari, staccare il telefono fisso, buttare fuori dalla finestra il pc e non pensare più a NIENTE!!! Di mettermi a pedalare su quella maledetta ciclette non ne ho punto voglia, come di alzarmi da tavola con la fame… sto ingrassando come una mongolfiera???? Regalatemi del tempo, vedrete che non cerco nemmeno il cibo, mi basterebbe quello per essere sazia… Il problema grande grande è che non riesco a fare tesoro del poco tempo a mia disposizione e mi va tutto un po' troppo stretto… Ora le alternative sono due: o mi ammalo o scoppio!!!! Di solito quando arrivo a questo punto, le alternative sono solo quelle… io in angolino della mia casa a piangere per un'oretta bella e buona fino a che la testa non mi scoppia, oppure un bell'attacco di labirintite che mi costringe a drogarmi ed a cadere in un sonno semincoscente. Voi direte… e semplicemente riposarsi no???? Provateci voi, alle tre di notte, col mal di testa, a chiudere gli occhi e vedere il papà che cerca di alzarsi da una sedia ma fallisce e rimane seduto… come un presagio di un'ombra scura che avanza imperterrita. Oppure vedere volare giù da quella maledetta scala la mamma che con un'anca malandata ancora si intestardisce a farla diverse volte al giorno… oppure ancora il papà che mette un piede in fallo e cade malamente… insomma, il buio è molto affollato, tutto di brutti pensieri, tutti di persone che stanno male, di preoccupazioni che derivano dal mio inconscio, e che a volte riguardano anche persone insospettabili ci cui non voglio parlarvi…

Ora basta… BUON COMPLEANNO MAMMA… io ci ho provato…

Nessun commento: