venerdì, luglio 02, 2010

Dopo la montagna...

… ci vorrebbe il mare!!!

Beh, che non mi accontento mai già lo sapete, non è mica una novità… però sfido chiunque di voi a non aver pensato, almeno una volta al giorno, che con questo caldo sarebbe davvero bello starsene su un lettino in riva al mare a godersi il sole e la brezza marina. Ci sta… no? Siamo al 2 luglio, fa un caldo terrificante, sono chiusa in un ufficio con l'aria condizionata a balla, in balia di un codice che mi fa imbestialire, il minimo è evadere verso altri luoghi. Comunque il mare all'orizzionte per il momento non si vede, in casa non c'è una traccia che sia una di una anche minima volontà di andarci e la cosa non mi sorprende poi tanto… l'ostacolo da sempre che si incontra è il caos costante che c'è nel weekend per le strade che portano in riviera. Sto parlando della riviera romagnola, per quelli che eventualmente capitano da queste parti e non sanno che abito nella bassa pianura padana… e quindi sono succube della A1, quella bellissima autostrada perennemente intasata… L'unico modo per andare al mare è fare le strade basse, partire all'alba ed essere anche un po' fortunati. Così, se una possiede un marito che qualche giorno fa mi ha dichiarato esplicitamente che se non fosse per mangiare il pesce non ci andrebbe mai al mare… i conti sono presto fatti!!! Poi è anche vero che anche qui si possono trovare dei posticini dove si mangia bene il pesce ma non è la stessa cosa… A me le sue motivazioni importano poco, qualche giornata al mare a me rilassa moltissimo, mi abbronzo, il sole mi scalda nel modo giusto, mi piace fare lunghe passeggiate con i piedini a mollo, mangio la mia amata piadina romagnola e sono già contenta. Nonostante sia una che non si accontenta mia, tutto sommato poi mi piacciono delle cose semplici, no?

Vabbè, parliamo d'altro che mi viene un pizzico di tristezza e non me la posso permettere dato che sono appena tornata!!! Oggi è una giornata particolare, non solo perché è venerdì, ma anche perché luglio, da sempre per me significa estate… e questo è il vero primo weekend estivo. Non che si faccia chissà cosa dalle mie parti, stasera ci sono le pulizie che mi aspettano ed è pure ora di farle dato che non ho fatto nulla da quando sono tornata… dopo di che devo mettermi nell'ottica di pulire l'acquario di Natalina, dato che anche questa settimana è rimasta in ferie dai nonni ed è ora di riportarla a casa… poi, devo continuare nell'attività che ho già ricominciato a fare da qualche giorno: gli esercizi di matematica per il ragazzotto che si è fatto rimadare in matematica… anzi, che cavolo dico, non si dice più 'rimandare' ora si dice che ha 'un debito'!!! Io poi queste nuove regole fatico moltissimo a capirle, devo ancora capire se lo possono bocciare a settembre oppure no, ma mi sembra di aver capito di no, nel senso che se non passa l'esamino si tira dietro questo debito e basta… Il senso di questa cosa mi è molto fumosa, io ero abituata a considerare il fatto di essere rimandato come una bocciatura che poteva essere salvata, mentre ora mi sembra che il concetto si sia rovesciato. La cosa certa comunque è che se non si mette un po' sotto, non credo che ce la faccia a passare l'esame, ha tutto il programma di un anno da recuperare… quando sono arrivata dalle sue parti mancava un mese alla fine dell'anno, ma le sue lacune sono proprio dall'inizio dell'anno e non sono sicura che il programma dell'anno scorso sia in suo possesso, anzi giurerei di no… Boh, staremo a vedere, nel frattempo io faccio esercizi ed ho detto di farli pure a lui, ma martedì quando vado a vederlo, ci scommettete che non ne ha fatto nemmeno la metà???? Anche se non mi ha detto nulla so che a Max sta storia da molto fastidio… vorrebbe che mi sentissi talmente tanto sicura da non mettermi a fare gli esercizi, ma non è così, ho bisogno di cimentarmi e di ripassare, anche se il primo capitolo è passato abbastanza liscio… Poi devo dire che il libro è fatto abbastanza bene, c'è la teoria in breve, qualche esercizio svolto ed alcuni esercizi da fare con i risultati a fianco… secondo me uno sarebbe in grado di farli anche senza qualcuno che lo seguisse… ma diciamo che rimango a disposizione solo per fugare eventuali dubbi… Però una cosa devo dirla: è veramente da stupidi stare a preoccuparsi anche per queste cose, non credete??? Ci penserà poi lui a studiare e fare gli esercizi, mica devo farlo io l'esamino a settembre… o no???

1 commento:

Riccio ha detto...

Giustissimo!! Ma che bello fare un ripassino di matematica, lo scorso anno ho corretto una equazione a mia nipote(che barava sul procedimento) e mi ha risvegliato i vecchi amori