martedì, marzo 09, 2010

Le primule di Fantozzi

Ok, allora come era previsto ieri sera Max mi ha regalato un pensierino per la Festa della donna, anzi a dire il vero, ci siamo andati insieme ed io ho scelto una vaschettina con un paio di bellissime primule, una gialla ed una rosa scura... in mezzo giace un rametto di mimosa, tanto per non dimenticare l'evento. Una cosa carina, colorata che spero mi duri un pochino, cercando di averne cura il più possibile, nonostante io mio pollice 'nero'. Ma inizio dall'inizio che alrimenti non si capisce... durante la giornata di ieri che è stata davvero difficile (non che oggi sia iniziata meglio... alle 8:5 avvevo già detto dei nomi ad un collega...), ho partorito l'idea di fare due passi in centro con il tatone, nonostante il freddo polare. Dovevo passare a prendere una cosina in cartolibreria e ci siamo proprio ritrovati lì, sul viale di accesso a Carpi, vicino a casa dei miei. Poi abbiamo lasciato la macchina lì e ci siamo diretti a piedi verso il centro, con l'idea di farci un giretto e prenderci un aperitivo nel bar più fighino di Carpi. Voi non ci crederete, o forse sì perchè magari è normale di lunedì ed io sono l'unica persona che non lo sapeva... ma di bar aperti di lunedì ce ne sono davvero pochi!!! Mi sono sentita davvero Fantozzi... un freddo porco, arrivo fin davanti ed è chiuso!!! Quello più avanti è aperto ma bombato di gente tra i quali anche un collega... proseguiamo verso l'altro ed anche quello... chiuso!!! Beh, allora ditelo, io che faccio l'aperitivo quelle due volte l'anno se tutto va bene, per una volta che volevo regalare qualcosa di diverso al mio tatone non ce la faccio!!! Poi ci è venuto in mente un altro barettino, e quando abbiamo visto che era aperto ci siamo entrati scoprendo che possiede anche una piccola saletta. Quando ci siamo accomodati c'erano altre tre persone che chiacchieravano e dopo un po' siamo rimasti soli, con il nostro aperitivo analcolico e qualche stuzzichino a parlare della giornata... è stata una gradita sorpresa, dopo tanto girovagare per il centro di Carpi, abbiamo scoperto una piccola perla.
Vabbè... la serata è poi trascorsa abbastanza tranquilla, col cavolo che mi sono messa a stirare l'everest, giace ancora sullo stendino in attesa che magari stasera mi metta una mano sul cuore... ed invece sono andata avanti con il mio progetto di maglia per scoprire di doverne disfare circa la metà perchè mi sa proprio che non ho capito le indicazioni. Sì, perchè io 'sciappino' con i ferri, mi diverto a fare anche piccoli lavoretti di maglia ma la cosa più difficile è capire le istruzioni, proprio perchè essendo una autodidatta nessuno mi ha spiegato come si fa. Beh, insomma, alla fine ho coinvolto come sempre Max, gli ho spiegato la questione... da una parte il mio pezzo di maglia che doveva essere quasi finito e dall'altra la foto della signorina che indossava il maglioncino... della serie trova le differenze... e Max mi fa 'Ma sei sicura che le indicazioni che hai seguito si riferiscano a quella maglia??' :-S uhmmm... se uno ti fa una domanda del genere qualche dubbio viene, no??? Quindi ho deciso che avevo interpretato male le indicazioni e mi sono messa a disfare un bel pezzo di maglia con Max che riavvolgeva il filo.... Io ODIO disfare il lavoro a maglia perchè poi ho il terrore di non riuscire a raccogliere come Dio comanda tutti i punti... Comunque, con un po' di pazienza ci sono riuscita ed ora non mi resta che rimettermi al lavoro.
Quindi adesso possiedo due primule, che mi sono guardata bene dal mettere sul balcone e che spero resistano alla coda di questo inverno interminabile che mette ancora neve... non se ne può proprio più!!!

Nessun commento: