giovedì, ottobre 01, 2009

Fame nervosa???

Ma sì, direi che si tratta di questo, ma la sostanza non cambia: statemi lontanto perché potrei addentarvi!!! Da alcuni giorni ho fame di continuo!!! Il mio stomaco non smette un attimo di brontolare ed io non riesco a non ascoltarlo… cerco di ridurre al minimo le conseguenze di questo periodo ma è veramente difficile. Poi, se ci metti che non sono l'unica e che in ufficio, chi per un motivo, chi per l'altro diverse persone sentono il bisogno di ingozzarsi, ecco che uno va a prendere un gelato al bar qui sotto alle 16:00, un altro si presente con un paio di confezioni di Bcaneve… la sottoscritta va a prendersi una bibita super gasata e zuccherosa al dstributore e gliene vengono giù due in modo da poterne offrire una al resto dell'ufficio… insomma facciamo un po' tutti schifo!!! Beh, sto parlando delle persone 'normali'… ci sono quelli sempre perfetti che col cavolo si lasciano fuorviare in questo modo… ma quanto sono odiosi!!! Ieri sera a fare la spesa, gironzolo per la corsia dei biscotti e paciughi vari ed una mia collega è lì che con aria molto concentrata sta valutando cosa acquistare. La saluto e lei mi fa 'Sono venuta a prendere un po' di paciughi super calorici da tenere nel cassetto della scrivania… è un periodo che ho sempre fame!!!'. Poi mi giro e ne spunta un'altra (…di colleghe!!!), meno male che al lavoro siamo solo in tre donne (la quarta è a casa in maternità). Allora ditelo, c'è in giro un virus (oltre a quello che porta i mammoni che conosciamo) che colpisce lo stomaco generando una continua sensazione di fame. Facciamo che attacco questo virus a mio padre. Ieri, sempre a proposito di fame compulsiva… io ho mangiato la mia solita sbobba a casa dei miei e mio padre aveva delle bellissime polpettine con un sughetto cipolla, peperone e pomodorini freschi il cui profumo faceva resuscitare anche un morto. Stava mangiando la polpettina, era una polpetta di dimensione normale e dopo un terzo di essa ha cominciato a rognare 'Non ne voglio più, mangiala tu…' si rivolgeva alla mamma che lo guardava come dire 'Potessi mangiarla… ti mangio anche la forchetta…' Insomma questa pantomima è durata più di 5 minuti, nel frattempo questo misero pezzo di polpetta giaceva sulla punta della forchetta del papà, sbandierata alla ricerca di un'offerta di possesso… Alla fine ho avuto uno scatto compulsivo, mi sono avvicinata alla polpetta e l'ho ingoiata in un sol boccone. Dovevate vedere la faccia del papà!!! 'Se il Signore ti lascia la salute… l'appetito non ti manca!!! Che bella cosa…' Questo è stato il suo commento e poi mi ha sorriso… e che cavolo, povera 3/4 di polpetta, sembrava che avesse fatto qualcosa di male… per inciso, era buonissima!!!

1 commento:

Erica ha detto...

La povera polpettina ha fatto un'onorata fine :-D