mercoledì, settembre 09, 2009

Settimana impegnativa...

Secondo me non è la prima volta che inizio un post in questo modo, in fondo è tutto normale, tutti quanti abbiamo settimane molto impegnate, chi più chi meno...
Come vi avevo preannunciato, questa è la settimana degli esami di controllo del papà… uno è già stato fatto, ma per l'esito di questi esami ci sarà da aspettare un po', probabilmente mi contatterà tra qualche giorno la dottoressa che ha in cura mio padre, con la sentenza che come al solito temo come l'influenza A. Ho capito in questi giorni che ho lasciato che tutta la mia vita cominciasse a girare vorticosamente intorno alla malattia di mio padre, e non è giusto, non nel senso di giustizia, nel senso che è tutta colpa mia, che sono stata io a far sì che questo accadesse.
Lo so che suona come una lamentela, ma, almeno questa volta, non si tratta di questo, si tratta di un rimprovero che faccio a me stessa. Ora che ci sono dentro fino al collo, mi dispiace, soprattutto per tutto quello che sto combinando del 'resto' della mia vita… sto fuggendo da essa, e la malattia a volte diventa una scusa troppo a portata di mano per non occuparsi della mia vita.

Vabbè, adesso che mi sono ufficialmente cicchettata, non cambia niente, andiamo avanti, avevo semplicemente voglia di scriverlo, perché sembro stupida, ma a volte le cose le capisco… è solo che tento di guardare da un'altra parte e di dimenticare...

Il weekend è passato al mare, a Cervia… abbiamo dormito in un hotel sul lungo mare. Dalla finestra della nostra stanza si sentiva il mare che era molto agitato a causa del forte vento che è spirato per entrambi i giorni. Questo però non ci ha impedito di starcene per ore intere in spiaggia, non ci ha impedito di fare lunghe passeggiate e pisolini ristoratori sui lettini. Ebbene sì, non mi capita quasi mai, ma questa volta sono persino riuscita ad addormentarmi di brutto, non accorgendomi nemmeno quando Max si è allontanato un attimo dal nostro ombrellone. In due giorni ci siamo sparati tre piadine, una cena a base di pesce (è ufficiale… adoro il carpaccio di polipo!!!) ed una frittura da asporto. Mi peserò giusto giusto in corrispondenza della fine del mondo, per il momento mi accontento dei sensi di colpi… Sono talmente potenti che mi hanno spinto a riprendere la palestra. Sì ieri sera ho anche iniziato questa attività sperando che fossero iniziati i corsi; quando poi ho scoperto che mi tocca aspettare fino alla prossima settimana, mi sono dedicata al mio consueto allenamento fatto di 50 minuti di macchine aerobiche, che per essere il primo allenamento dopo la pausa estiva non è male… no??? Peccato che i sensi di colpa non mi prendano anche quando mi metto a tavola… dovrebbero chiudermi totalmente lo stomaco, questo sarebbe l'unico modo per fermi dimagrire un pochino ;-)

Nessun commento: