lunedì, settembre 28, 2009

Serata solitaria...

Divano, lattino con qualche biscotto, tv accesa sul nulla, diario aperto e voglia di raccontarvi cosa mi passa per la testa stasera… Le mie giornate sono delle altalene, fatte di su e giù continui d'umore con lo spirito che spinge sempre verso il basso e la testa che mi dice di continuo di essere positiva e di non abbattermi. Il risultato, come potete immaginare, è pietoso ed a volte mi capita di accorgermi che mi metto a sorridere senza motivo oppure che gli occhi mi diventano lucidi mentre fisso una porzione di codice. Non che non ci sia da piangere a guardare quel codice, anzi, ci sarebbe a volte da strapparsi i capelli uno ad uno… ma certo i miei umori non hanno niente a che fare col contingente, è una specie di substrato che viene ogni tanto a galla e prevale su quello che sto facendo. Sono attimi, ma la mia fortuna è che in ufficio nessuno mi considera e sono quasi trasparente per i miei colleghi, altrimenti se vedessero le mie smorfie improvvise si preoccuperebbero seriamente per la mia salute mentale. Ho una collega che sta passando un momento personale molto brutto… in pochi giorni si è ritrovata catapultata in una situazione tragica che riguarda un suo parente stretto. In pochi giorni il malcapitato è stato dichiarato in fin di vita e lei, poverina, non riesce a capacitarsi che questo stia succedendo ad una persona molto giovane che la famiglia ha sempre considerato invincibile. Come posso io esserle d'aiuto??? Potete credere quando vi dico che me ne sto lì al suo fianco, la lascio parlare, la lascio sfogarsi, mentre parla dell'ingiustizia di tutto questo e non riesco a dirle assolutamente nulla, me ne sto lì come un pesce lesso, la guardo, l'ascolto, mi sanguina il cuore per lei e la sua famiglia ed alla fine cosa fa questa??? Mi ringrazia!!! Ma ci credete??? Mi ringrazia di cosa??? Poteva parlare anche con il pc che era la stessa cosa, non riesco a dare nessun consiglio utile, non riesco a darle nessuna speranza, ed anche se so benissimo che in queste circostanze non c'è niente da dire… mi piacerebbe avere qualche frase 'giusta' da dire… ma non mi viene nulla!!!
Così mi dico che cose come queste dovrebbero ridimensionare le mie preoccupazioni e faccio mille buoni propositi, poi la mamma se ne viene fuori con una frase ed io ripiombo nel mio buio… su e giù… che bella altalena.
Ma torniamo al titolo di questo post… stasera sono a casa da sola, l'uomo è a casa di un collega per una cenetta in onore del trasloco di questo nel suo nuovo appartamento, A dire il vero ero invitata pure io, ma sono contenta di non esserci andata, non è che sia tanto di compagnia in questo momento, poi voglio approfittare della mancanza di Max per andare a nanna presto, in modo da poter recuperare qualche ora di sonno che l'uomo, suo malgrado, mi ha fatto perdere a causa del russare dovuto al raffreddore. Quindi la serata si prospetta molto tranquilla… un giretto in internet, posto questo intervento, guarda un pochetto di tv e poi col mio libro vado a coricarmi.

Nessun commento: