mercoledì, settembre 23, 2009

Cambio look...

Avete ragione, ho schiaffato sul blog una nuova foto senza nemmeno avvisarvi!!! :-D Con un cambio look che definire radicale è dire poco. Sì sì… così un po' in sordina ed un po' no (perché certe persone si erano già sorbite il dilemma… 'taglio o non taglio'…) alla fine ho deciso di tagliare quel rimasuglio sbruciacchiato e davvero molto bruttino di permanente che mi rimaneva e provare un taglio più giovanile anche se forse non proprio adatto al mio faccione cicciottello. Il risultato è che nelle mani della parrucchiera i miei 4 capelli rimasti sembrano tantissimi (come si vede dalla foto), mentre io, con il primo lavaggio, sono riuscita a spiattellarli come peggio non si può. Stasera mi lancio nell'acquisto di qualche bigodone di quelli grossi grossi, dopo di che provo a montarne tre o quattro per vedere se in cima stanno un poco più gonfi. In generale la nuova pettinatura ha riscosso abbastanza successo, è piaciuta molto ai miei ed a Max… al lavoro più di tanto non mi hanno detto (che è meglio…) e quindi va bene così. Certo che il mammone di questi giorni non giova a questi capelli, li fa stare ancora più 'depressi', sono veramente troppo sensibili al mio stato di salute…

Uno dei miei colleghi mi ha detto che un cambio così radicale denota una gran voglia di cambiare la propria vita. E' la solita cavolata che chiunque ti può appioppare quando vai dalla parrucchiera, soprattutto ad una donna dire una frase del genere è banale a dir poco, ma in questo caso, lui non può rendersi conto di quanto sia vero. Un cambiamento radicale mi ci vorrebbe, una di quelle sferzate da non riconoscere il passato. Un punto da cui ripartire, da cui ricominciare ma la strada è veramente molto più impegnativa di un banale taglio di capelli. Vivere nel limbo in cui vivo, con il cuore sempre gonfio di dispiaceri è una di quelle cose che a lungo andare ti fanno davvero venire voglia di perdere la memoria e di andartene talmente lontano che nessuno ti possa trovare. E' una cosa che capita a tutti credo, non c'è niente di speciale e di strano, vorrei solo mettermi davanti ad un foglio bianco, e stilare una delle mie tante liste, una lista che però questa volta coinvolga davvero solo la mia vita, il mio modo di vivere, in modo da cambiarlo in modo definitivo. Non credo che ci riuscirò mai, ci penso spesso, lo scrivo spesso, ma oggettivamente non ho lo spazio di manovra. Giusto giusto un taglio di capelli è quello che mi posso permettere, un weekend rubato alle preoccupazioni per passarlo in compagnia di amici, qualche progetto a breve termine, ma che sia breve davvero, perché dovrei (e il condizionale è d'obbligo!) essere sempre pronta a tutto. Un po' rimpiango quei periodi della mia vita in cui facevo progetti che potevano arrivare quasi all'anno successivo, ora se arrivo alla fine della settimana è già molto. Devo rimettermi a dieta, devo ricominciare a pesarmi tutte le mattine per rendermi conto della cicciona che sto ridiventando, devo convincermi che le cose si metteranno al meglio, che non può sempre piovere sul bagnato, devo… devo… devo… uffa che fatica!!! Devo lavorare, pensare, e non pensare, distrarmi, stancarmi fino alla perdita di conoscenza. Devo dormire, mi sono persino dotata di melatonina nel tentativo di riuscire a trascorrere qualche notte di sonno nonostante le preoccupazioni. Passo tempo in internet a giochicchiare per non pensare, passo ore e ore con il ferro da stiro in mano, guardo telefilm, leggo… insomma va bene qualsiasi cosa, l'importante è rimanere il minor tempo possibile a tu per tu con me stessa. Sbagliato???? Certo che è sbagliato… le persone 'normali' affrontano i loro problemi senza per questo perdere di vista la propria vita… mischiano il tutto con una maestria degna di un prestigiatore e fanno sì di non perdersi, il chè è sempre una cosa molto positiva. Mi sto perdendo io??? Direi che mi sono persa già da quel po'… il mio spirito è presente, la mia mente frulla continuamente, ma io, intesa come persona che ha le proprie responsabilità verso se stessa, è da molto tempo che non esisto più!!!

4 commenti:

Erica ha detto...

Cavoli non pensavo di scatenare tali pensieri commentando i tuoi capelli corti!!!
Perche' non cerchi un corso di yoga? Tu saresti indicatissima secondo me!
Non serve certo per dimagrire ma per conoscere se stessi, rilassarsi che ce n'e' tanto bisogno e dormire meglio!
Sopratutto a lungo andare e' un lavoro di scavare all'interno, dovrebbe aiutare a portare pazienza quando gli altri ci fanno cosi' incacchiare da voler menare ceffoni etc etc...
Io ricomincio il mio corso stasera e non vedo l'ora.
All'inizio e' stata dura, non notavo benefici anzi andavo quasi di malavoglia ma non so come, un certo giorno mi si è aperto un nuovo modo di vedere l'intero corso.
Forza che abbiam superato la meta' della settimana!
ciao
Erica

Riccio ha detto...

Io credo che un tuo grande pregio sia proprio di riuscire ad esternare tutti i tuoi pensieri anche più grigi qui sul blog. A questo modo sicuramente, credo e spero, riesci a scaricarteli un po' da dosso... io invece tendo a reprimerli, a trattarli per un breve tempo e tentare di non elaborarli più. Però ti assicuro che preferirei avere il tuo coraggio. Anche secondo me lo yoga sarebbe una buona cosa, potreste anche andare insieme ;-)
Un bacio

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie