sabato, agosto 08, 2009

A spasso per la città dei portici...

Ogni tanto, anche se non capita molto spesso, andiamo a fare un giretto a Bologna, la città di Max, che io ho iniziato a frequentare quando ci siamo messi insieme. Come tutti i luoghi abituali, anche in questo caso abbiamo i nostri luoghi che sono diventate tappe quasi scontate. Come parcheggiare al centro commerciale di Borgo Panigale, prendere il 13 fino in centro, un salto alla Feltrinelli International e non, il gelato da Gianni e se capita un Mac non si rifiuta mai. Oggi pomeriggio c'era un caldo terrificante e noi non facevamo che stare al riparo sotto i portici, passando davanti ai negozi che tenevano le porta spalancate facendo fuoriuscire l'aria gelida del condizionamento per attirare i clienti. Noi ci siamo fatti convincere soltanto dalle librerie e dai negozi di musica perché eravamo a caccia di un cd di Bruce che il mio tatone ha visto nelle mani di una persona che dovrò veramente 'tanto' ringraziare. Alla fine il cd non lo abbiamo trovato, ma in compenso ho acquistato un librino in inglese di Sparks ed uno in francese di Simenon con il mio investigatore preferito, l'ispettore Maigret, il terzo ed ultimo libro di Pederiali che ha come protagonista l'investigatrice Camilla e, a sorpresa… un guida di Praga!!! Sì, intanto adesso ho la guida e prima o poi ci andrò qualche giorno a Praga, su questo non si discute ;-D

Non posso proprio lamentarmi di queste vacanze, fatte di tante piccole cose che le hanno riempite. Anche questa settimana è passata velocemente, non ci siamo fatti mancare nulla, ce la siamo insomma goduta e non poteva essere diversamente, ci siamo impegnati perché così fosse, perché avevamo bisogno di ricaricare le batterie e forse non importa nemmeno tanto se poi rimarranno cariche per pochi giorni, rimarrà forse il ricordo di come abbiamo approfittato di questo tempo e… cosa non da poco le poche righe che ho scritto in questi giorni. Potevo senz'altro scrivere di più, probabilmente leggendo quello che ho scritto non traspare quanto sia lontano la spina dalla presa, ma vi posso assicurare che è a diversi km, che non solo non si è avvicinata in questa settimana che abbiamo passato a casa… ho l'impressione che si sia allontanata ulteriormente. Per me è una cosa positiva, un pezzetto di vita che mi sono ripresa e badate bene, non è che poi mi risparmi molto in questi giorni perché ho fatto un numero improbabile di lavatrici ed ho stirato tre volte in 5 giorni, che non è una cattiva media. Lo so che pretendo molto, mi piacerebbe solo avere unìaltra cosa, vorrei una bella serata per domani sera, ma se il meteo non sarà dalla mia parte, pazienza, vedrete che riuscirò egregiamente a sostituire la giìrigliata con una tigellata niente male…

Nessun commento: