venerdì, luglio 10, 2009

Pensieri sempre più cupi...

Me ne sto qui, a pensare, pensare… pensare e rimuginare. Guardo sull'altro schermo una commessa grandissima che si sta pian piano calcolando. Non so nemmeno io cosa pensare, cosa sperare, è stata una settimana bruttissima, una di quelle da mettere tra le più brutte di questo 2009. Sono nervosa, vorrei spaccare il mondo in mille pezzi, vorrei scomparire da questo mondo, vorrei tante cose e nello stesso tempo non so nemmeno io cosa vorrei. Vorrei la PACE, questo sì, vorrei che la gente capisse, che non si opponesse sempre alle cose che dico, a quello che faccio, vorrei smettere di fare 'cose', lasciare che le cose facciano il loro corso, magari che vadano in malora. Sono stanca, terribilmente stanca, stanca di andare sempre avanti, di combattere di continuo, su tutti i fronti, di sentirmi sempre presa in mezzo quando ci sono casini, di essere sempre ai margini quando c'è qualcosa di positivo. Non ne posso più… ma veramente non ne posso veramente proprio più… il lavoro, si il lavoro è la prima cosa, non è l'unica, non posso dare tutta la colpa a quello, anche se ci mette del suo, anche se non posso non pensarci… Dovrei concentrarmi sul fatto che è venerdì, che piano piano come la mia commessa anche questa giornata finirà, che stasera presto o tardi tornerò a casa mia, dove ricomincerò a lavorare, ma sarò sola, sola con i miei pensieri e se vorrò infuriarmi, discutere e dire la mia lo potrò fare… tanto non c'è nessuno che mi sente!!!

Mi mancano due settimane alle ferie, due pidocchiose settimane a Livigno… cascasse il mondo voglio arrivarci, ecchecavolo… non me ne frega niente se tutto il mondo pensa che non ne abbia diritto, che devo starmene buona, zitta, calma… dire sissignore, lavorare come una schiava e magari sorridere alla gente che incontro. Conviene non passarmi troppo vicino in questi giorni… ringhio, lancio sguardi saiettanti, e molto volte non vedo nemmeno le persone che mi circondano. Desidero cose che non posso avere??? Beh, chissenefrega!!! Mica posso mettermi ad un tavolo e fare una lista delle cose che vorrei e poi, con razionalità barrarle tutte perché oggettivamente non me le posso prendere. No, preferisco incavolarmi, preferisco sfogarmi sul mio blog, poi se qualcuno che non vuole che io la pensi così, lo legge… fosse che fosse la volta buona che smette di leggermi, non sarebbe una brutta cosa. Diplomatica non lo sono mai stata, lamentona sì sempre, ma mi lamento per cose GIUSTE e questo non me lo toglierà mai dalla mente nessuno. Cosa serve??? Serve a me stessa, serve a dirmi che se anche digrigno i denti e tengo la bocca sigillata perché non devo/posso dire nulla, non è che non abbia un mio pensiero al riguardo. Perché se sono una donna, non significa che sia anche stupida, che non veda quello che vedo e non ci sta scritto da nessuna parte che debba fare finta di niente.

Le cosiddette 'donne con le palle' fanno comodo quando c'è da far fare loro cose che di solito dovrebbero essere fatte dagli uomini, ma poi dovrebbero tornare ad essere quelle micine gentili, carine, disponibili che si interfacciano con il mondo come si confà alle signorine per bene… Certo come no, sono pronta, eccomi qua… io sono la prova vivente che nell'animo di ogni donna c'è anche un aspetto maschile e che se sono in grado di fare il 95% delle cose che fa un uomo, sono anche in grado di incavolarsi come loro e di dire le cose come fanno loro!!! Che poi vorrei anche ben dire un'altra cosa… noi donne siamo in grado di fare quasi tutte le cose che fanno gli uomini, tranne quelle a cui occorre più forza fisica, ma gli uomini sono in grado di fare tutte le cose che facciamo noi???? Bella domanda… ci penserò, ma dato che oggi non ce l'ho con il sesso forte, ma semplicemente con il mondo intero non entrerò in merito, dirò soltanto che è comodo così, che così fa comodo a tanti e quindi va bene così.

Aspettiamo allora, non resta altro da fare, aspettiamo che magari la commessa si pianti anche a me, che venga mezzogiorno, che arrivi la busta paga, che arrivi sera, che finisca le pulizie di casa, che possa andarmene a letto a dormire qualche ora… aspettiamo tutto questo, perché domani è un altro giorno e 'a Dio piacendo' domani è sabato e non sarò qui… almeno una cosa in meno!!!

2 commenti:

Riccio ha detto...

Sbattere, urlare, prendere a schiaffi il mondo serve a sfogarci, a liberarci anche dalle ansie e fastidi... poi però si torna sulla "modalità normale" e tutti siamo più sereni e felici!

P.s.: ti sei dimenticata una cosa importante.... che alcune donne (anche io) come gli uomini (o quasi ;-)) riescono a fare la pipì in piedi!!

Erica ha detto...

Oddio cos'e' successo? Non si capisce molto dal post...
Magari se hai tempo scrivimelo in privato cosi' ti sfoghi!
Comunque forza e coraggio che giustamente come hai detto mancano 2 settimane a Livigno... Livigno... Livigno... Livigno!
Erica