lunedì, luglio 20, 2009

Aggiornamenti

Yuppie… sono sopravvissuta al weekend!!! :-D Sono stra-felice di questa cosa, un traguardo non indifferente… Volete sapere come è andata???
Beh, è andata, diciamo così… sabato mattina pulizie e poi all'una sono andata a prelevare i miei per portare il papà alla visita a Villa Pineta (sopra Pavullo). Complice il venticello che aveva abbassato le temperature anche in pianura, sui colli si stava da Dio, c'era un'arietta veramente freschina… Dopo la visita ci siamo fatti due passi, nel nulla più assoluto, perché lì, al di là della clinica non c'è niente altro… però si stava davvero bene. Poi siamo ritornati nella nostra pianura, la dottoressa che ha visitato il papà gli ha dato una cura per la bronchite e poi ha consigliato una terapia di 15 giorni, che io avrei proprio l'intenzione di fargli fare, staremo a vedere se riesco a convincerlo del tutto… credo di potercela fare. Intanto farà questa cura poi, quando torno da Livigno mi attiverò per prenotare la camera e quant'altro… A me pare una bella occasione per far cambiare un po' aria ad entrambi e nello stesso tempo preparare il papà all'inverno che verrà.
Poi il sabato sera è passato in tranquillità, siamo andati al cinema a vedere il sesto episodio di Harry Potter che ho trovato bello come tutti gli altri, ma da fan accanita non sono per niente affidabile, a me piacerebbero anche se facessero schifo!!!
E poi viene la domenica… non mi dilungherò molto nel racconto di questa giornata, abbiamo davvero fatto public relation, tra vecchi amici di Max incontrati in fiera dopo tanti anni e il pranzo con parenti più o meno parenti che ho affrontato in maniera splendida. Non sono stata brava, di più… me lo dico da sola perché tanto se aspetto che me lo dicano gli altri, aspetto un bel po'… ma sono stata davvero una persona squisita, ho parlato, sorriso tanto che alla fine avevo male agli angoli della bocca e, in un modo o nell'altro, è andata, è passata. Non posso dire di aver mangiato male, anzi il risottino al sugo di coniglio con glassa di lambrusco era una cosa che faceva rinascere i morti… diciamo che la compagnia era quella che era, ma non ci si poteva aspettare niente di diverso dato che non ci eravamo mai visti. I suoceri si sono un po' lamentati che tutti e due i figli vanno via nello stesso periodo, la mamma di Max ha mangiato poco e niente perché non le va mai bene niente… ma sono quisquiglie, cose veramente di poco conto. Ahhhh… mia suocera è tornata all'attacco con il voler far operare il marito di cistifellea… 'A settembre vai anche tu dal chirurgo…' Lui non l'ho visto bello convinto, ma se lo dice lei, sicuramente si farà… ;-)
In giro per la fiera abbiamo visto persone che erano anni fitti che non vedevo, diciamo che erano persone che fanno parte dei miei primi anni con Max, quando ancora frequentavamo la sua compagnia. Ho rivisto molto volentieri la Lory, che gestiva il Pubbino, piccolo localino che la compagnia di Max frequentava: mi è sempre piaciuta quella ragazza, così buona, così dolce, un modo di fare splendido, a quei tempi tutti i ragazzi le volevano un gran bene, cosa facilitata dal fatto che è sempre stata una bella ragazza… poi abbiamo visto anche la Paola, modenese trapiantata a Crevalcore dopo il matrimonio e che, quando questo è finito, ci è rimasta molto in mezzo, nel senso che ancora ora fa fatica a riprendersi. Mi è sempre dispiaciuto molto per lei, soprattutto del fatto che non riuscisse a voltare pagina, ma non gliene faccio una colpa, sta' molto a carattere, non sempre si riesce a reagire come si dovrebbe, si fa molto presto a salire in cattedra ma poi bisogna trovarcisi in determinate circostanze. Forse, l'unica cosa che avrei fatto di diverso nella sua situazione è il fatto che ha deciso di rimanere in un paesino come Crevalcore, con quella mentalità ancora troppo paesana che porta le persone dell'età di mia suocera a sparlare dietro a tutti quelli che si incontrano. Dato che prima di sposarsi aveva una vita a Modena e la sua famiglia era lì, perché non trasferirsi e ricominciare tutto daccapo, con il suo bimbo e con l'aiuto dei genitori? Però, ripeto, bisogna trovarcisi nelle situazioni e bisogna anche vedere cosa ti dice la testa quando ti cadono addosso certe tegole, considerando poi che ogn'uno di noi, nel bene e nel male, è diverso dall'altro…
Tra le public relation, siamo anche passati a trovare A. che doveva accompagnare Max domani nella nuova avventura del Boss a Torino, ma che, purtroppo non sta bene e non se la sente di fare una sfacchinata così. Io non ci posso andare e quindi ho il maritino bello triste che non ha trovato nessuno da coinvolgere in questa avventura. Mah, staremo a vedere…
Comunque tra una balla e l'altra siamo rientrati a casa che erano le sei passate e, non so se per una sensazione sbagliata o se per una situazione reale mi sembrava ci fosse più caldo del mattino… mi sono stesa sul letto al fresco e sono crollata per poi tirarmi su alle otto passate. Altri du passi a piedi per usufruire del freschetto anche se molto umido della sera e poi il weekend è terminato…

Non vi sto a parlare dell'inizio di questa settimana, non ne ho tanta voglia, sono tornati quelli che erano in ferie, l'ufficio è molto silenzioso, quasi che ci si aspettasse una bufera da un momento all'altro.

Nessun commento: