giovedì, maggio 07, 2009

Vi avanza una bombola d'ossigeno???

NO… proprio NO!!! Oggi non respiro, non ce la posso fare, fazzoletto alla mano, non faccio che soffiarmi il naso, avere fastidio alla testa ed agli occhi ed avere un respiro faticoso ed a tratti rantolante… ihihihih… una bella immagine vero??? Con la mia perenne lotta contro l'allergia, il mio incaponirmi a non prendere più del tot antistaminici, oggi è per il momento la giornata peggiore del periodo allergico 2009. Voglio proprio vedere con quale coraggio stasera mi presento in palestra, dove le finestre che danno sulla piscina saranno spalancate e la campagna che circonda il tutto farà sentire tutta la sua potenza!!! Farò quello che riesco, anche se sinceramente mi sento uno straccio, una specie di mocio-vileda. Oggi a pranzo, ascoltavo il respiro di mio padre (come faccio di continuo…) ed ho notato che lo batto!!! Respiro peggio io, pappappero… non c'è niente da ridere, ma che posso farci, allergici si nasce o ci si diventa, a volte si fa anche qualcosa per combattere tale problema, ed io lo feci, ma a volte non è che poi conti moltissimo, ed infatti mica è contato tanto… Ma non lo saprò mai per certo, amo pensare che a qualcosa quelle maledette punture siano servite, almeno non sono asmatica per il momento, e questo era un traguardo che mi era stato prospettato fin da piccola. Però ho notato che col passare degli anni, la mia capacità di sopportare questo periodo sta progressivamente peggiorando. Non so nemmeno bene come spiegarmi, ma il mio fisico si fiacca più in fretta, e quella stanza completamente buia e fresca che di solito agogno nei momenti di starnuti poderosi e continui, diventa quasi un desiderio di un assetato in mezzo al deserto. Quando ero una bimbetta cicciottella, prima di iniziare il vaccino, di questi tempi, mi venivano degli attacchi così feroci che la maestra si vedeva costretta a chiamare i miei perché mi venissero a prendere. Io mi ricordo che con gli occhioni pieni di lacrime, in una serie interminabile di starnuti, vedevo arrivare la macchina del papà che mi caricava e mi portava a casa. Qui, mi andavo a sdraiare sul letto fresco della mia cameretta al buio completo e dopo una decina di minuti, piano piano l'attacco passava… Non mi ricordo nemmeno quante volte sia successa questa cosa, gli amichetti fuori per la ricreazione che se la godevano ed io in classe a starnutire… Da adolescente invece, rifiutandomi di portare la mascherina, possedevo un foulard bianco che mi tenevo davanti alla bocca ed al naso sia quando andavo in bici che in motorino… perché, tra l'altro, non ho mica voluto il casco integrale, non stava bene con il bravo bianco. Però giravo in bici, ed in motorino, poi quando arrivavo a casa magari per una mezz'oretta non stavo tanto bene, ma ne valeva la pena. Questa è la stagione più bella dell'anno, c'è caldino ma non troppo, ci sono lunghe giornate luminose, la natura sprigiona il suo splendore… ed io, tutti gli anni, spero di non stare troppo male, e tutti gli anni mi devo ricredere e devo starmene il più possibilie con le finestre chiuse. Qui in ufficio non ci si sta oggi… io non respiro bene, ma anche i miei colleghi non se la passano benissimo, soprattutto da quando nel primo pomeriggio, presi dalla pietà nei miei confronti hanno deciso di chiudere tutte le finestre. La situazione dal punto di vista della mia allergia è un po' migliorata, ma la sofferenza ora è generalizzata. Non hanno il coraggio di lamentarsi, ma secondo me, anche loro, non vedono l'ora che venga il momento di andarsene a casa!!!

Maggio… col bene che ti voglio!!! Siamo solo al 7… forza e coraggio, questo mese sarà interminabile… Vorrei andarmene in letargo per una quindicina di giorni, non per tutto il mese, non chiedo questo, ma già togliermi due settimane di sofferenza non sarebbe male…

Ma parliamo d'altro, magari se non ci penso troppo, respiro meglio :-)

Oggi è successa una cosa importante dalle parti dei miei… Sapete ormai tutto di quello che sta succedendo al papà e sapete anche che è sempre in cima ai miei pensieri ed alle mie preoccupazioni… Beh, a casa c'è un altro 'gioiellino' di fianco al papà, la mia mamma… Brontolona, sempre in movimento, che ha sempre mille cose da fare e guarda caso non ha mai tempo per occuparsi di se stessa… Ma dai, lo so cosa state pensando, che vi ricorda qualcuno che conoscete… nooooooooooooo, micca, non è vero… se poi vi dico che ho preso il peggio di entrambi, voi non ci credete!!! Comunque… il 'gioiello' n. 2 è da un sacco di tempo che dovrebbe andare dal dentista (parole testuali… 'Il dentista mi fa male, perché a me l'anestesia non fa effetto…'), in più da quasi un anno gira con una stampella perché ha male alle anche. Tempo fa, mentre ero dal loro dottore curante con il papà, ho detto a quell'essere innominabile 'Dottore, la mamma continua ad avere dolori alle anche, non cammina se non con una stmpella, cosa possiamo fare?' e lui o sbuffa e fa spallucce oppure dice che sono i dolori e che non c'è niente da fare.

Quindi come avrete capito il 'gioiello' n. 2 non è messo un granchè bene ed io a tormentarli, 'dobbiamo fare qualcosa, non è possibile andare avanti così…' Non so quanti numeri di telefono di dentisti ho portato a casa, ho chiesto consigli un po' a tutti… ed alla fine è successo il miracolo: ieri pomeriggio ha telefonato al dentista dove va mio fratello (il chè va bene, io non ho preferenze, l'importante è che ci vada!!!) e stamattina è andata a fare una visita ed ha un appuntamento per giovedì prossimo per l'estrazione di quei fue calcinacci residui… Non vi dico con che faccia me l'ha detto a pranzo, un cagnolino bastonato faceva meno pena, ma dopo che le ho detto che è stata brava una ventina di volte, si è un po' rincuorata… (è proprio vero che quando si diventa anziani si torna bambini…) Poi, qualche tempo fa, siamo venuti a conoscenza di un dottore molto bravo che pratica a Modena e che ha dato una mano molto importante ad una ragazza mezza parente di mia madre, che è riuscita ad evitare un'operazione alla spina dorsale grazie alle sedute fatte presso questo dottore. Dato che dal nostro dottore non abbiamo avuto nessun aiuto… alla fine, a forza di insistere l'ho convinta a chiedere maggiori informazioni ed ora abbiamo nome, indirizzo ed ho trovato anche un sacco di informazioni su internet che lo riguardano. Prima di prendere appuntamento con lui, ho saputo che è necessario avere le analisi del sangue complete e quindi i miei due gioielli stamattina sono andati dall'inutile medico curante per avere l'impegnativa anche per fare questi esami. Li ha fatti attendere un paio di ore perché voleva sapere a cosa servivano gli esami e quando i miei gli hanno parlato dell'intenzione di passare una visita da un dottore di Modena (senza fare nomi…) sapete lui cosa ha fatto????? Le ha prescritto delle lastre ai fianchi!!!!!!!!!!!!!!!!!! Farlo tipo un anno fa, no, vero???? Solo ora che sa che prenderà dei nomi perché ha trascurato un sintomo così importante, gli scotta il culo???? Non dico niente perché altrimenti ne dovrei dire troppe… Comunque, sono contenta che faccia anche le lastre, così, quando andremo da questo medico, avremo qualche informazione in più. Io un'idea me la sono fatta… secondo me, la mamma avrebbe bisogno di essere operata alle anche, ma prima di farla andare sotto i ferri un consulto da questo medico che ho scoperto essere un chirurgo con tanto di specializzazione come chiropratico mi piacerebbe averlo. Mi sono interessata ed ho capito molto bene di cosa si tratta, ma non mi sento di essere scettica prima di partire, in fondo questo personaggio ha studiato 6 anni in america per diventare una cosa che si chiama 'Doctor of chiropratic', ed i risultati ottenuti su quella ragazza di cui vi ho parlato, non sono leggende metropolitane, questa ragazza ha passato sei mesi in giro per dottori che le dicevano che l'unica cosa era operarsi con un'alta probabilità di rimanere paralizzata. E per quei sei mesi, aveva tali dolori che non riusciva nemmeno a dormire. Ora ha ricominciato a lavorare a tempo pieno, si occupa di nuovo di tutto quello che deve fare e l'unica cosa che fa è la ginnastica indicatagli dal dottore. Non voglio essere ottimista, non voglio pensare che possa fare un miracolo del genere anche con mia madre, l'età è diversa ed ogni disturbo è diverso dall'altro, ma un consulto mica fa male, al massimo mi potrà dare un parere, cosa che il 'nostro' medico di famiglia non è mai riuscito a dare!!!

Quindi, in definitiva, ho di che essere contenta oggi… i miei 'gioielli' oggi hanno fatto tante cose… sono orgogliosa di loro!!!

Nessun commento: