lunedì, aprile 20, 2009

Una settimana di attesa?

Credo che il tempo sia il colpevole di questo mio sentirmi di umore strano… Ho passato un bel weekend, anche se la domenica è stata 'troppo' piovosa e dai colori autunnali, ma oggi, lavorare, sbirciando fuori dalla finestra la pioggia che continua a cadere, sentire le macchine che alzano gli schizzi dalle pozzanghere al loro passaggio, mi immalinconisce. Sono in attesa, una delle tante settimane di passione che hanno caratterizzato gli ultimi anni della mia vita. La settimana scorsa mio padre ha fatto la tac ed ora guardo il mio cell in attesa che squilli e che la dottoressa mi dica come è andata. Ho paura, anche se dovrei stare abbastanza tranquilla, anche se non faccio che ripetermi che è passato troppo poco tempo dall'intervento, che non dovrebbero esserci delle gran novità, che per questa'nno forse le cose potrebbero rimanere invariate, insomma non so bene cosa dire, non faccio che ripetermi queste cose e nello stesso tempo non riesco a non morire di preoccupazione. Per non pensarci ho provato di tutto, mi sfianco di lavoro, tutti i giorni, compreso il sabato e la domenica, trovo mille cose da fare, ma poi, basta che mi fermi un attimo ed il pensiero è sempre lì, dietro l'angolino pronto a mettere fuori la testolina ed a ricordarmi che è inutile, tanto è sempre lì e ci rimane…

Ma dato che come al solito non posso farci nulla, nel frattempo continuo a fare finta di niente, mi sfogo un pochetto sul mio blog, faccio shopping sfrenato con il mio tatone allo spaccio della Guess, improvviso cenette di ringraziamento che riescono meglio di quelle che organizzo con tanti giorni di anticipo… e faccio pulizie, lavo e stiro come una vera casalinga frustrata!!! :-D

Poi, mi dedico giornate di completo relax, dove i massimi spostamenti riguardano divano, letto, cucina, dove non solo non stiro, ma non metto fuori nemmeno il naso dalla porta per paura di sapere che giù nello stenditoio, qualcosa si è asciugato ed è pronto per essere stirato. Questa è stata la mia domenica, magari non appagante, ma ogni tanto ci vuole ed il tatone mi ha lasciato riposare, anzi mi ha spinto al riposo, gestendomi la giornata in modo che non potessi dire di no. Sarò pure stupida, ma sono anche queste le cose che amo di lui, il sapere quando è ora di staccare la spina ed il sgridarmi quando non lo faccio, incattivirsi, perché della gran 'usta' da queste parti mica sempre è presente. Ci sono delle volte che mi ncaponisco, che vado avanti per la mia strada stile schiacciasassi e poi, quando mi affloscio come un fiore appassito perché è finita anche la riserva sono pure capace di dire che non valgo niente perché non ho 'resistenza'. No, non ci vuole la resistenza ci vuole un po' d'usta!!!

Comunque, per farvi sorridere un pochetto, vi posso raccontare come è andata sabato… Intanto, come al solito siamo stati serviti e riveriti stile re e regina, con una ventina di capi da provare a testa e tra i quali abbiamo scelto alcune cose davvero carine… Lo so che non ve ne frega niente ma vi racconto lo stesso… Lo spaccio è suddiviso in due parti, una parte Russel - Fairly (che prossimamente sarà solo Fairly..) ed una parte Guess. Il 'nostro contatto' lavora alla Guess e quindi la parte Russel - Fairly è indipendente ed è la prima cosa che abbiamo fatto. Come roba da ginnastica non c'era molto, ma ho preso una tuta pesante per il papà (che oggi mi dirà se è di sua gradimento), una felpina leggera per il tato di un colore che loro definiscono rosso, ma che io dico essere rosa acceso… un paio di magliette maniche corte per Max, ed un paio per me, che metterò anche per venire al lavoro perché le trovo carine e non particolrmante da palestra. Poi invece alla Guess c'era come al solito il finimondo ma dopo essere stati 'insigniti' di una marea di grucce con cose da provare ci siamo diretti ad uno spogliatoio e lì abbiamo iniziato a provarci di tutto e di più… ed il risultato è il seguente…
Per Max:
- un maglioncino a V senza maniche di cotone blu con le finiture grige chiaro che oggi ha sfoggiato su una camicia azzurra
- un maglioncino di cotone maniche lunghe blu con rombi
- due paia di pantaloni di cotone uno marrone scuro e l'altro grigio chiaro
- un giubotto leggero nero carino carino… (lasciate perdere i commenti, è chiaro che io lo trovi carino, se no sarei una stupida ad averlo comprato!!! ;-) )
Per la sottoscritta:
- maglioncino maniche lunghe nero a V da portare con o senza camicia/top
- maglioncino maniche lunghe marrone con bottoncini…
- maglietta maniche corte marrone
- abitino verde militare con maniche corte che mi piace da morire… mi fa quasi magra (ho detto quasi, lasciatemi perdere!!!)
- completo giacca e gonna neri (che non so quando mi metterò, ma ne avevo voglia…)

Per completare le mie spese, mi servono dei pantaloni, ma so già dove pescarli e quindi il più è fatto… sono molto contenta delle mie compere, mai come in questi utlimi tempi spendo per il vestiario, ma mi godo, cosa che è per me abbastanza nuova. Una volta tornati a casa, avevo invitato la 'nostra strega comanda color' dello spaccio con fidanzato (nonché fratello di Max) a cena, in modo che si potesse rilassare senza pensare a dover cucinare… e quindi dovevo terminare di preparare qualcosina, tipo una torta, le fragoline in macedonia e poco altro. Il resto della cena era molto semplice trattandosi di tigelle con salumi vari, formaggi e pinzimonio. Dopo aver preparato tutto, ho aggredito gli sportoni di roba presa allo spaccio, ho tolto tutte le etichette, suddiviso quello che ho preso per il mio papà… e poi, come al solito, ho riprovato tutti i miei acquisti… dite che non sono normale??? Ihihihih… mi sa che avete ragione, ma dovevo veder no, se la prima impressione era confermata, no??? Poi ho riposto nell'armadio tutte le mie compere e me le sono rimirate con soddisfazione… Meno male che la mamma non vede certe scene, non mi riconoscerebbe, le mia totale incapacità di fare shopping la devo a lei, al suo essere sempre molto restia a portarmi in giro per negozi… Beh… adesso vedrà solo per i prossimi mesi qualcosa di nuovo addosso a sua figlia e mi dirà semplicemente 'Ma è nuova quella maglietta???' ed io 'Sì, l'ho presa allo spaccio…' e lei si metterà a ridere...

Nessun commento: