lunedì, aprile 27, 2009

Contenti???

Contenti della seconda domenica consecutiva di pioggia??? Ok, una va bene, due si sopportano malamente, ma che non diventi un'abitudine. Hai un bel da dire… 'Sfruttiamo il sabato che fa abbastanza bello…' ma è comunque una rottura!!! Poi arriva il lunedì e siamo ancora in mezzo al grigiore, un pizzico di foschia tipicamente padana, un sacco di umidità, il Secchia bello altino che con questa stagione fatica a ritornare nei suoi limiti… insomma una mezza ciofeca. Però sabato è andata abbastanza bene lo stesso, nel pomeriggio siamo andati a fare un giretto in centro a Bologna (la voglia di stare all'aria aperta è tanta ma il mio naso ha cominciato a fare le bizze, ed anche in mezzo al cemento ha fatto il biricchino un paio di volte). C'era un sacco di gente in giro e, tanto perché il giorno prima ne avevo parlato con S., abbiamo parcheggiato direttamente sotto al mercato che si svolge tutti i sabati, convinti che non ci fosse nulla, ed invece non solo c'era, ma aveva attirato un sacco di persone. Alcuni negozi erano chiusi, ma i più grandi erano aperti, io che mi aspettavo una città quasi deserta sono rimasta piacevolmente sorpresa. Dopo la mega passeggiata ed il delirio di districarsi dal parcheggio ci siamo diretti a Modena dove abbiamo tentato con successo il colpaccio di andare a cena dal Churrasco senza aver prenotato. Siamo arrivati giusto giusto meno di 5 minuti prima di tutta la baraonda e due posti sono saltati fuori solo per questo… Domenica è stata invece una giornata di totale relax, siamo stati a fare un giretto al mercato che si svolgeva a Bomporto 'Fatto in Italia' e poi alle 11:15 quando è iniziato a piovere ce ne siamo tornati a casa. La giornata si è conclusa con una cenetta dai miei organizzata all'ultimo minuto, ormai la mamma fa così, non se la sente di organizzare con molto anticipo, al massimo si parla di un paio di giorni, ma dato che noi non abbiamo quasi mai degli impegni non è un grosso problema. Ieri sera toccave alle trippe che già da un po' se ne stavano in freezer ed aspettavano solo il momento giusto per essere fatte. Dato il freschetto della giornata, diciamo che sono cadute a fagiolo, non è certo un piatto estivo!!! Alla cena c'era anche mio fratello e mio nipote, la cognata lavorava e comunque non apprezza questo tipo di pietanze che sono molto particolari e non piacciono a tutti… In questo periodo cerco di tenermi il più possibile per me le mie piccole grandi preoccupazioni, cerco di non stressare nessuno di quelli che ho intorno, lo faccio già troppo spesso anche senza volerlo… ma quando, per sbaglio… provo a confrontarmi con mio fratello, prendo delle botte che dopo mi ci vuole un bel po' per riprendermi. Ha la capacità innata di farmi sentire una perdente, una buona a nulla, una che sbaglia tutto nella vita, una che vuole strafare senza sapere dove sta andando… e quando tiri le somme di quello che ti dice, realizzi che non ha fatto altro che sputarti addosso senza darti nessun consiglio utilie… la frase top di ieri sera è stata 'non voglio dare la colpa a nessuno…' il chè, lo sappiamo tutti, sottintende che mi ritiene responsabile di aver fatto operare il papà e che l'operazione si sia rivelata molto più dura di quello che era stato previsto. Beh, sì come dargli torto, effettivamente sono io che l'anno scorso sono andata a ritirare la tac che denotava la ricomparsa della malattia, sono io che sono andata con quel maledetto referto al DHO a vedere se si poteva fare qualcosa, sono io che ho accompagnato il papà a parlare col chirurgo che lo avevo già operato, sempre io a portarlo a fare PET e tutti gli altri esami, sempre io che ho ascoltato il parere di tutti i dottori coinvolti… quindi… IO ho voluto che fosse operato, che gli asportassero un bel pezzo di polmone e che poi non riuscisse più a respirare… ah dimenticavo, sono sempre stata io che ad una settimana scarsa dalle sue dimissioni dall'ospedale ho deciso di portarlo al pronto soccorso perché non respirava bene!!! Mi viene una stanchezza addosso quando fa così, una stanchezza ed una tristezza… però ha ripetuto la suddetta frase tre volte nel giro di 5 minuti… e quindi posso stare tranquilla no???? Poi gli chiedi qualche altro consiglio su fatti di cui avrebbe dovuto occuparsi lui (parlo dell'affitto dell'appartamento dei miei…) e dopo aver sbraitato per più di 10 minuti che se non paga devo andare a casa sua a prendere i soldi, devo fare questo, quello e quell'altro, magari spaccare la faccia a tutti quanti e minacciarli… mi dice 'Beh, dai aspetta qualche altro giorno poi vedi come si mettono le cose.' Ehhhh???? Ma non dovevo spaccare il mondo… Pazienza, sì è diventata la parola chiave di questi ultimi tempi, ma intanto domani a fare la visita con mio padre e a pensare a come reagire alle possibili cose che mi potranno dire chi ci va??? A chi tocca???

Nessun commento: