mercoledì, marzo 18, 2009

Sono un po' triste...

Sì, sono un po' triste, perché la mia macchinina giace presso il concessonario, già immatricolata ed io fino a venerdì non la posso andare a prendere per problemi vari ed eventuali e qui… letteralmente NON CI SI STA!!! Non so quante volte in questi ultimi 6 mesi mi sono lamentata di questo 'essere in un cantiere'… ogni volta spero che sia l'ultima 'tortura', ma sembrano davvero non avere più fine. Stamattina, finalmente, hanno iniziato a montare la scala di ferro, la copertura in cartongesso fissata appunto per tenere un po' più isolati i lavori, presenta un buchetto di 40x40 cm, fatto non so per quale motivo qualche giorno fa e che adesso serve moltissimo a farci respirare una puzza di ferro bruciato che non solo mi fa venire mal di gola ma persino mal di testa. Senza contare il rumore, quello ormai non ci bado neppure più. La mia tristezza poi sale sale, vedendo che fuori c'è un'ennesima giornata splendida, una di quelle che ti invoglia a girare in mezzo al verde, anche una come me che tra poco più di un mese inizierà a soffiarsi il naso a causa dell'allergia. Queste giornate di inizio primavera per me sono le migliori, si respira bene, non c'è ancora troppo caldo, insomma il top. Tutto contro questo mio permanere qui dentro insomma!!! Ho un bel da cercare di concentrarmi su quello che faccio, sul non pensare a tutte queste cose, tanto di pensieri ne ho sempre tantissimi e ne sono testimoni le mie nottate insonni che ormai non si contano più. Questa settimana, anche se so benissimo che non ve ne ho ancora parlato, sto anche patendo le pene dell'inferno con la settimana di depurazione a base di dieta del minestrone. Mi sono decisa finalmente, in vista delle feste pasquali ho pensato che forse era meglio cercare di eliminare i kili presi a Natale, per evitare di aggiungerne altri e come al solito questa dieta si sta dimostrando tanto bastarda quanto molto efficace. Lo so che molti aborrono queste misure drastiche, ma anche se non è una passeggiata, tutto sommato penso che una depuratina un paio di volte l'anno non uccida nessuno, aiuta a purificare un po' il fisico e magari smuove anche quel metabolismo che più che essere pigro si trova in letargo permanente. Il minestrone super puzzolente come al solito me lo ha preparato la mamma, che avendo una cucina aggiuntiva dove fare puzza senza appestare tutta la casa si è sacrificata per me. Ho iniziato lunedì e dopo due giorni sono a -1.2 kg!!! Tutta acqua, non faccio altro che fare pit-stop in bagno con una scadenza di massimo un'ora… quindi vorrei anche vedere che non fossi calata!!! Mi sento già molto meno gonfia, e se poi lo stomaco borbotta a esi lamenta, lascialo borbottare, prima o poi si zittirà.

Sto combattendo, giorno dopo giorno, una lotta personale nei confronti della depressione che sento sempre alle mie spalle pronta ad attaccare. Cerco di trovare di continuo motivazioni per non cedere alla tentazione, per non lasciarmi andare alla tristezza. Mi sto circondando di cose che mi possano distrarre, cerco di focalizzare i pensieri su cose senza importanza e quando parlo delle cose che veramente mi preoccupano, cerco di farlo con non-chalance, come se fossero cose che mi toccano solo di striscio. E' la notte, quella bastarda, che mi fa dannare!!! In tutto quel buio e quel silenzio non c'è modo di fuggire, appena il fisico recupera quel paio di orette di cui necessita per ricaricare un minimo le batterie mi ritrovo con lo sguardo fisso nel buio della mia camera da letto a guardare i numerelli rossi della radiosveglia e girarmi su un fianco e poi sull'altro, a cercare quei pensieri che di giorno mi tengono lontana dai brutti pensieri. Non li trovo è questo il problema, di notte risultano interamente insensati (come del resto sono...) e quindi non riescono a distrarmi che per pochi secondi. Anche fare progetti su progetti è una cosa che mi viene bene di giorno, programmando tutto come se fosse un piano d'attacco, ma di notte non funziona, la vocina maligna non fa che ripetere che è inutile, che tanto non riuscirò mai a portare a termine i miei progetti, etc… etc… Uffi, a volte mi domando fino a quando avrò la costanza di andare avanti così, non voglio assolutamente cedere alla tentazione di andare dal dottore per farmi dare un anti-ansiolitico o cose del genere. Ho già provato queste cose e non mi sono piaciute, ma è anche certo che non posso trascorrere anni interi così, ho bisogno di un po' di serenità, non solo apparente...

1 commento:

Erica ha detto...

Dovresti provare a frequentare un corso di yoga. Il nostro insegnante diceva tempo fa che alcune persone che soffrono d'insonnia gli hanno confidato di riuscire a dormire bene per 1-2 gg dopo la lezione...
ciao
Erica