venerdì, novembre 28, 2008

Meno male che c'è il venerdì…

Cosa ha fatto Dio il venerdì di quella settimana speciale??? Non me lo ricordo in questo momento, ma deve essere qualcosa di bello, forse le ultime rifiniture in attesa di piazzarci l'uomo. Non so se è il mio giorno preferito, ma ha il suo fascino, soprattutto è vicino al weekend, molto vicino e come dicono da queste parti 'al venerdì una grossa inc… non si può mica prendere!!!' :-D Grossa sicuramente no, ma siamo proprio sicuri che quelle piccole avranno la decenza di rimanere lontante??? Beh, comunque per il momento qui nella bassa va tutto piùo meno come al solito, nevica fino fino e spero che non peggiori o meglio… non mi dispiacerebbe se domani mattina mi svegliassi con 20 cm di neve per terra… ma domani mattina, non stasera, non oggi… per un piacere personale ad una povera imbranata che ha paura a girare in macchina con la neve. Ormai i miei programmi per il weekend li sapete; tutti abbastanza movibili tranne il teatro di domani sera che mi dispiacerebbe perdere… Oggi è anche giorno di trasloco: i nuovi inquilini si stanno apprestando proprio ora ad entrare con i loro mobili nell'appartamento. Non dev'essere proprio una passeggiata fare questa attività sotto acqua mista neve, speriamo bene… Comunque a mezzogiorno, passo a prendere il papà e poi andiamo a vedere un po' com'è la situazione… devo portare la copia del contratto e nel frattempo li aiuteremo nell'accensione della caldaia. Sarà anche l'occasione per mio padre di conoscere i suoi nuovi inquilini, per il momento ha visto solo le fotocopie delle carte di identità e si sa che quelle di solito sono veramente poco veritiere… Riguardo a questa storia spero che si trovino bene, che trovino Carpi stessa abbastanza ospitale, anche nei confronti della bimba che frequenta la prima media e che quindi ha dovuto repentinamente lasciare tutti i suoi amichetti per trasferirsi ad alcune centinaia di chilometri. Io sono di parte nei confronti di Carpi, avendoci sempre vissuto, non ho mai sentito quell'aria che tipicamente l'avvolge e la distingue facendone parlare come una cittadina di snob. Secondo me è una cosa che si va perdendo, forse era molto più vera una ventina di anni fa, quando le maglierie crescevano come funghi e c'era lavoro… ora mi sembra che le cose si stiano ridimensionando molto, ci sono alcune aziende che vanno molto bene e tantissime che hanno una vita veramente breve. Ho sempre ammirato le persone che prendono iniziative così coraggiose, spostandosi dai propri affetti per lavoro. Lo so che a volte non c'è proprio alternativa… ma io vedo che, nel mio piccolo quasi inesistente spostamento, ciò che in realtà faccio è spostarmi verso Carpi ogni piè sospinto, un po' perché lì ci vivono i miei, ma anche perché ho tutti i riferimenti e 15 km non sono un deterrente sufficiente. Ma se per esempio mi trovassi a 300 km, non potrei proprio fare una cosa del genere, dovrei riorganizzare tutto, e poi che non ho bimbi da gestire con la scuola o l'asilo… no, sono scelte molto coraggiose e meritano davvero di essere premiate. Parlando con questo capo famiglia, premettendo che sono di origini palermitane, trasferiti da molti anni nel nord per lavoro, mi diceva che di tornare a vivere o lavorare al sud non ci pensa nemmeno per scherzo… in questi anni gli hanno persino proposto di andare a lavorare per alcuni cantieri al sud, ma lui non ne ha voluto sapere. Mi diceva che non ci vede futuro per i suoi figli, che desidera che crescano in un posto che possa dar loro la 'speranza' di avere un lavoro quando sarà ora, ed io non posso dargli torto, perché tutto sommato, lasciando perdere questo momento di crisi, il problema dell'occupazione esiste anche qui, ma non dello stesso ordine di grandezza. Mi ha fatto sorridere quando mi ha detto che giù ci torna molto volentieri, ma solo in ferie, a trovare i parenti… :-D

Vabbè, vi lascio al vostro venerdì, buon weekend e se nevica anche dalle vostre parti… buona rotta!!!

Nessun commento: