martedì, luglio 15, 2008

Nuovi sintomi...

I miei disturbi del sonno non sono per niente monotoni, nel tempo cambiano, si modificano, dando quel tocco di imprevedibilità che tanto mi piace… la costante unica è che alla mattina mi sento sempre uno straccio per lavare i pavimenti, ma credo che sia abbastanza normale, se durante la notte ti alzi tipo venti volte e negli intervalli non fai che rigirarti nel letto come un hamburgher sulla griglia…
Comunque il nuovo sintomo di queste ultime notti è una sensazione di 'mancanza di respiro' che credo non sia del tutto reale, perché Max continua a dormire beatamente, mentre io mi chiedo come cavolo faccia a respirare per bene… quindi mi alzo e accendo il condizionatore e dopo un po' l'oppressione cala, ma la bistecca (oppure frittata che mi si addice di più…) continua a rigirarsi nel letto. Sto leggendo un libro in cui anche la protagonista soffre di insonnia e certe strategie che lei adotta per cercare di dormire, fanno parte del mio carnet e la cosa mi fa sorridere, perché questo disturbo è veramente una di quelle cose che non ti rovina la vita ma che ti rende un 'diverso'. Poi, quando a mente semi-lucida, al mattino ripensi a tutti i pensieri notturni non puoi fare a meno di pensare che ci sarebbe un modo certamente più profiquo per impiegare il tempo sprecato a fissare il buio della stanza…
Io non possiedo strategie, e non saprei nemmeno consigliarle… ma più o meno i miei tentativi sono tutti rivolti nel cercare di pensare a qualcosa di positivo che mi renda serena, oppure tentare invano di pulire completamente la mente con tecniche di rilassamento fallimentari. Certo è che di pensieri felici in questo momento non ne ho molti, o meglio ne ho tanti, ma gira e rigira poi mi sorprendo a pensare sempre alle stesse cose e quindi non conta nulla… per le tecniche di rilassamento invece è meglio che ci rinunci, il risultato è che mi agito ancora di più perché comincio ad andare in iperventilazione…
Forse la sensazione di oppressione respiratoria è una conseguenza di questi miei tentativi, devo piantarla di ribellarmi a questa cosa, accettarla e viverla come viene è l'unica cosa da fare, sperando che prima o poi qualche notte di sonno riparatore arrivi.
Ecco l'unico posto in cui mi abbiocco benissimo è sul divano con la tv accesa, adesso capisco anche come mai ci siano tante persone che si addormentano in salotto e si risvegliano al mattino tutti rattrappiti, magari con la tv a volume bassissimo che ancora li culla come se fosse una ninna nanna… poi invece quando vado a letto, mi crolla il libro sul naso dopo tre minuti netti, per poi rimanere con gli occhi sbarrati nel buio per il tempo rimanente. Poi accendo la luce, giro per casa, mi rimetto a leggere e puff, un'altra botta sul naso (è per questo che ultimamente ho accantonato le 'Cronache di Narnia'… rischiavo di dover fare una plastica facciale…) e ricomincio tutto daccapo. La grande fortuna è che Max dorme nonostante tutto questo mio tramestio, altrimenti, probabilmente sarei già passata a dormire (???) sul divano della sala…

Nessun commento: