venerdì, maggio 23, 2008

E poi non vi ho detto tutto…

Sì, perché se poi non vi piace quello che vi racconto, non mi dovreste chiedere di scrivere sul blog… Sto scherzando, lo so benissimo che quando capitate da queste parti lo sapete 'che dovete lasciare ogni speranza…' e non crediate che mi piaccia scrivere tutte queste lagne, semplicemente spesso non riesco a ridermi addosso anche se in realtà ci sarebbe davvero molto di cui sorridere, con tutte le peripezie che sto facendo in questi giorni, con tutto quel frullare che non mi lascia riposare bene alla notte. Ed infatti è proprio questo che mi sono dimenticata di scrivere nel post precedente… che non ne posso più di non riuscire a dormire come si deve e di conseguenza non ne posso più di sentirmi sempre così stanca.
Beh, vi avevo promesso che vi avrei raccontato qualcosa di tutto questo frullare, ed oggi ci provo, almeno parzialmente. Chissà se vi avevo scritto che mio padre ha un appartamento che da sei anni ospitava un'inquilina con i suoi due figli. Ora questa inquilina ha deciso di comprarsi una casa tutta sua e con l'immobile sfitto ci sono da organizzare tutti i lavori di ristrutturazione e guarda a caso, indovinate chi se ne deve occupare??? La cosa in sé potrebbe anche essere divertente ma ha un rovescio della medaglia: non posso prendere le decisioni con la mia testa, devo confrontarmi con una persona, cioè con mio padre, che però sembra un po' frastornato in questo momento e si pronuncia davvero pochissimo. Io credo che sia solo una cosa momentanea, che abbia paura di non essere all'altezza della situazione, che si senta troppo vecchio per gestire questa cosa. Sono tutte balle e vedrete che ce la farò a fargli capire che la sua grande esperienza è un valore molto più importante del mio internet o del mio essere così a mio agio nel contattare le persone. Sono cose importanti, non lo metto in dubbio ma non sempre sono sufficienti, o almeno lo sono se non si può fare diversamente, ma io, per fortuna, posso ancora avvalermi del suo punto di vista e non voglio rinunciarvi, anche se questo significa confrontarsi con lui e non essere sempre d'accordo. Il mio rapporto con lui è buono e mi sento di potergli dire qualsiasi cosa, devo solo trovare il modo giusto per dirgli le cose, ma so che se c'è una persona che lo può fare, questa sono io… Dite che sono presuntuosa??? Sì, forse un po', ma io ci sono sempre e forse è proprio per questo che mi sento sempre così stanca. Ma a parte questo in meno di una settimana il papà ha fatto qualche piccolo lavoretto per aggiustare qualcosa di rotto, abbiamo contattato un serramentista ed abbiamo chiuso i conti con la vecchia inquilina.
E per il momento la finisco qui, per sapere un altro pezzo delle avventure di SuperGianchy dovrete aspettare un altro po'…

Nessun commento: