mercoledì, aprile 30, 2008

S-Day

Sì stamattina sono arrivata al lavoro pensando che dovevo fare arrabbiare per tutto il giorno Stefano che oggi passerà il suo ultimo giorno di lavoro qui… L'idea originale era di dirgli ogni 5 minuti che la sua giornata era una tipica giornata b-day dove la 'b' sta per 'bastardo'… Quando gliel'ho comunicato ha fatto una faccetta strana e quindi gli ho dato la possibilità di scegliere tra b-day ed s-day (dove la 's' sta per str…) e lui ha optato per questa ultima possibilità...
E' un modo come un altro per cercare di esorcizzare questa bruttissima giornata, dire che mi dispiace è veramente minimizzare la cosa, anche se mi rendo conto che nel mondo del lavoro è abbastanza normale perdere i colleghi, perché ci si muove, ci si sposta, ma ciò non toglie che possa dispiacere, a volte più di altre… Con Stefano se ne va il mio secondo e ultimo compagniuccio di pausa caffè… dopo la 'perdita' di Alex, ecco che se ne va un'altra persona con cui avevo legato e cosa posso farci, nulla, anche se non riesco bene a pensare alle mie giornate qui dentro senza nessuno con cui andare a prendere il caffè alle 10:00. Vorrà dire che lo prenderò e poi me ne tornerò mestamente alla mia postazione, un po' in tristezza ed un po' rimpioangendo quei pochi minuti in cui si facevano due chiacchiere extra-lavorative, parlando di libri, film, tv, cosa fatte nel weekend, progetti per le vacanze, vicissitudini famigliari o anche solo le ultime cavolate lette in internet. Per Alex abbiamo organizzato una pizzata, con Stefano faremo qualcosa stasera all'uscita dal lavoro… ma al di là di questo devo dire una cosa che mi viene proprio dal cuore: è un vero peccato lasciarsi sfuggire una risorsa di questo tipo, sia dal punto di vista professionale che umana… Ho avuto la possibilità di lavorare con lui e mi sono accorta che ci sarebbe veramente da imparare un sacco da lui e poi, umanamente parlando, ha quella delicatezza di comportamento che in questo ambiente quasi totalmente da caserma è veramente una cosa rara. Era una perla rara… orami è un fantasma seduto alla sua scrivania che sta trascorrendo il suo s-day!!!
Scegliendo poi come ultimo giorno proprio oggi, fa sì che lunedì, quando rientreremo tutti dal mega ponte, oltre a dover affrontare una giornata da schiaffi, io dovrò anche abituarmi a questa nuova situazione, si sa che ci si abitua alla svelta alle cose belle, mentre quelle brutte sono difficili da digerire…
Il suo sostituto??? Lasciamo perdere, stendiamo un velo pietoso… le voci che circolano parlano di un 'tipo' con poca esperienza, che ha programmato in C++ tempo fa (che cosa significa??? Che lo ha studiato a scuola, che ha dovuto fare un programmino 10 anni fa???) e quindi la competenza di Stefano ce la possiamo scordare… mentre del sostituto di Alex non ne parlo affatto, tanto è come non ci fosse… Posso sentirmi un po' sola??? Dai, concedetemelo, almeno per qualche giorno, posso sentirmi così??? Poi vedrete che un po' mi passerà, come al solito ci si abitua a tutto o quasi…
Certo che adesso non so cosa darei perché quel benedetto posto di lavoro fosse occupato da Max, non so cosa darei per poterlo avere qui con me e poter di nuovo prendere il caffè alle 10:00 con lui, perché oltre ad essere mio marito, l'amore della mia vita, è da sempre anche il mio migliore amico, il collega di sempre, la persona con cui lavoro meglio e mi intendo meglio. Ci siamo conosciuti così, ci siamo piaciuti così, con i nostri limiti, con le nostre piccole e grandi manie, ma quanto stavamo bene insieme, quanto mi mancano le nostre pause pranzo in cui progettavamo le cose da fare dopo l'orario di lavoro. Molte persone mi hanno detto che non è normale desiderare di lavorare col proprio compagno, che di solito è meglio evitare certe cose, ma per me non è così, io non so cosa darei per ritrovarmi in questa situazione...

lunedì, aprile 28, 2008

Il primo ponte è andato...

Eh sì… ci voleva proprio, non posso negarlo… tre giorni pieni di cose, di riposo e di passeggiate… Venerdì ci siamo dedicati alle grandi pulizie: dopo quelle normali della casa, abbiamo dedicato del tempo al tendone sul balcone ed abbiamo finito con l'acquario di Natalina (un vero lavoraccio!!!). Poi Max ha fatto il fuoco per il barbecue e dopo una bella grigliatina passeggiata per agevolare la digestione… Mentre passeggiavamo tranquilli, nuvoloni minacciosi si sono affacciati ed abbiamo fatto appena in tempo a tornare a casa prima che iniziassero a cadere i primi goccioloni.
Sabato invece, con calma, anzi con molta calma, ci siamo diretti a Bologna, dove abbiamo fatto una lunghissima passeggiata… C'era una marea di gente, tutti i negozi aperti ed io mi sono fatta una vera scorpacciata di vetrine. I nostri soliti danni alla Feltrinelli International, dove ho acquistato un paio di libri in francese ed uno in inglese… ed un altro piccolo danno alla Ricordi (il dvd dell'ultimo concerto di Lucio Dalla e quello del musical Cats per prepararci all'evento…). Con i piedi doloranti e le gambe croccanti (e poi ci vantiamo di andare in palestra per tutto l'anno!!!) siamo tornati a casa ed io ho completato la giornata con un mega turno di stiro, il tutto per evitarlo alla domenica.
Sì, perché la verità è che alla domenica, proprio a Bomporto si svolgeva un mercato straordinario di un'associazione composta da soli banchi italiani e con la scusa di dover comprare una cinturina per i pantaloni nuovi, mi sono fatta un altro bel giretto e devo dire che c'era un sacco di robina carina, ma ho resistito alla tentazione, almeno ci ho provato… Domenica pomeriggio relax, poi un'altra passeggiata ed ecco che il ponte è già finito…
Abbiamo ripreso anche una nostra 'antica' attività, che a causa dei numerosi telefilm che seguiamo era stata un po' abbandonata… Ci piacciono i giochi a computer stile avventura e ne abbiamo uno in viaggio dal 2006!!! Si chiama 'The longest journey' e nessun nome sarebbe più appropriato, non credete???? Beh, a parte che non ci ricordavamo nulla ed abbiamo faticato un sacco ad ingranare, in questo weekend siamo andati abbastanza spediti, è venuto il momento di darci una mossa per terminarlo, in modo da poterne iniziare uno nuovo, tra i tanti che nel frattempo Max ha comprato ed ha stivato nello studio…
Ed ora eccoci qua, tre giorni di lavoro e poi un altro mitico ponte… che bellezza… se non fosse per il prurito continuo al naso (ormai l'allergia si è imposessata del mio corpo, e ci vuole solo l'esorcista per farla uscire da esso!!!) sarei davvero contenta… Ho tante idee che mi frullano per la testa, e con l'aiuto di qualche antistaminico chissà che non possa realizzarne alcune...

lunedì, aprile 21, 2008

Ti sei stancata del tuo blog????

la risposta è NO! Non mi sono stancata del blog, semplicemente ho meno tempo per scrivere, ed alla mattina appena arrivo in ufficio ho il fisico talmente tanto stanco che non me la sento di mettermi a scrivere, manca un po' l'ispirazione. Ma oggi è lunedì, il lunedì di una settimana 'corta' (per chi se lo fosse scordato, venerdì è festa!!!!) ed alle spalle ho uno dei weekend più spendaccioni di tutto l'anno (almeno spero… altrimenti rischio la bancarotta!!!). Io e lo shopping, rapporto di amore e odio che ogni tanto si sviluppa anche in una maniera normale, ma il più delle volte mi rende brutta, cicciona e con una gran voglia di rinchiudermi in casa per il resto dei miei giorni. Beh sabato mattina siamo andati allo spaccio della Guess, c'era la giornata per i parenti dei dipendenti e siamo entrati insieme alla compagna del fratello di Max che vi lavora. Prima ci siamo dedicati alla parte sportiva e lì non ci sono stati grandi problemi… un pantalone delle tuta ha di bello che va e viene, che i coscioni bene o male ci stanno e quindi abbiamo fatto i primi danni senza grandi patemi d'animo… Poi invece siamo passati all'abbigliamento e lì, quando ho visto la calca delle persone mi è venuto male… Ora faccio una riflessione del tutto personale sull'organizzazione di questo evento e che non vuole essere una critica ma solo un'idea che mi è venuta… In questo spaccio le cose funzionano così: ci sono degli stendini dove sono appesi tutti i capi che si trovano nello spaccio, tu quando vedi qualcosa che ti piace, lo prendi e ti avvicini al bancone apposito dove una signorina guarda il capo che hai in mano e ti va a prendere taglia/colore richiesti. Questo fa sì, che se ci sono tante persone, gli stendini sono quasi vuoti e tu, che giri come una trottola, nel caos non vedi nulla. Quindi a me è venuto in mente, che se ogni capo fosse contrassegnato da un numero e se le persone semplicemente prendessero nota di tale numero su un foglietto di carta e lasciassero i capi lì dove si trovano, tutti potrebbero vedere tutto quello che c'è e si creerebbe anche meno confusione… Non ho delle idee fantastiche????
Comunque siamo stati fortunati, perché le persona che ci ha accompagnati ci ha supportato ed anche sopportato ed alla fine siamo riusciti a fare dei gran bei danni… Dato che lo so che siete curiosi, che morite dalla voglia di sapere cosa abbiamo comprato adesso ve lo dico… per quelli che non fossero interessati… potete saltare direttamente a FINE_DELLA_MANFRINA.
Per me: un pantalone lungo Russel nero con fascione da ginnastica, felpina Russel da ginnastico con scollo a V con riga blu e azzurre, borsa di tela nera Fairly, pantalone stile jeans vita bassa grigio particolare, maglioncino nero di cotone manica lunga tutto elasticizzato e grinzoso (nascondi-rotoli), vestitino nero di raso a manichine corte lunghezza al ginocchio, trench nero con scollo particolare.
Per il tato: tuta completa Russel composta da pantalone e giacca senza cappuccio blu con riga bianche, pantaloni lunghezza bermuda da ginnastica colore blu, bermuda di cotone blu aviatore, jeans di un colore blu particolare, maglioncino sfumato bordeaux acceso con rombi in diversi colori di cotone a maniche lunghe, due camiciole di cotone una bordeaux e l'altra nera.
FINE_DELLA_MANFRINA
Comunque non contenti di queste spese folli del sabato mattina, domenica mattina siamo andati a fare un giro in serra ed abbiamo acquistato un bellissimo Rododendro che si chiama Jack… Sta per fiorire, ha un sacco di boccioli gonfi gonfi che stanno per esplodere e che allieteranno il nostro corridoio… La considerazione che mi viene da fare è che è meglio che andaimo al lavoro, almeno spendiamo meno… altrimenti ci vengono solo delle idee malsane…

martedì, aprile 15, 2008

Metà aprile...

Weekend passato… un po' faticoso a dire il vero… non ho fatto che lavorare, o almeno è questa la sensazione che mi è rimasta addosso. Però sabato mattina ho finalmente acquistato i fiori estivi: qualche geranio e Susy e Bianchina… Susy è una piantina di girasole, che fa bella mostra di se sul mio tavolino in balcone, con ben due girasoli fioriti, mentre Bianchina, è una piantina di quelle rampicanti con tantissimi fiorellini bianchi molto simpatici che ho messo nel vaso a forma di mezza luna appiccicato al muro sempre del balcone. I gerani sono ancora parcheggiati dai miei, ci ha pensato mio padre a rinvasarli, me sul balcone ho posizionato già i due vasi dei fiori amanti del sole, che possiedo già da alcuni anni e che tra un po', stagione permettendo dovrebbero iniziare a fiorire. Comunque è tutta un'altra cosa avere qualcosa di colorato sul balcone, anche se il grigiume di queste giornare non fa pensare tanto alla primavera ed ai caldi soli di maggio… Bella forza direte, siamo ancora in Aprile… beh, da queste parti non se ne può più di questa stagione, sono meteopatica, un po' schizzata e molto stanca… quindi il cielo sempre grigio e piovigginoso non mi aiuta!!!
Se sabato quindi mi sono dedicata al giardinaggio ed alle 'mille' lavatrici (meno male che siamo solo in due in famiglia!!!), poi domenica è stata la volta del grande mega turno di stiro… NON FINIVO PIU'!!!! Ad un certo punto ho avuto l'impressione che i panni di rigenerassero nel cestone invece di diminuire… Ho fatto anche una torta… questa volta mi sono dedicata alla crostata alla crema (che ancora viene goduta a colazione…) e poi siamo usciti a fare due passi per Sorbare, sempre con l'ombrellino dietro, per godere della 'mossa' che movimentava il paesino causata dall'evento 'votazioni'. Facendo due passi a piedi ho riscoperto anche una mia piccola vecchia passione… i cantieri li devono chiudere a doppia mandata, altrimenti per me la tentazione è troppo forte, non riesco a resistere e gironzolo alla scoperta degli ambienti in fase di costruzione… Mi immagino come li arrederei, critico la piccolezza dei garage, la disposizione delle finestre, insomma gironzolo come una bimba in un negozio di giocattoli. E Max???? Come reagisce a questa mia mania??? Beh, lui ormai è abituato, sa che se c'è un cantiere aperto, questo non può essere ignorato ed asseconda questa mia mania senza dire una parola. Tra le tante cose che mi sarebbero piaciute fare 'da grande' c'era anche l'arredatrice… Nei due cantieri visitati, ho visto una serie infinita di porte a scrigno con ambientini piccolissimi e tutti sagomati che più che essere camerette sembrano sgabuzzini per le scope… Fa sempre parte della filosofia, non completamente sbagliata, di voler utilizzare tutto lo spazio disponibile, ma poi mi chiedo se sia così comodo alla fine, avere tutti questi paciughi che, se vuoi arredarli, devi farti fare mobili su misura… Ho visto persino un garage in cui hanno messo tutti gli impianti… gli scarichi per il bagno e il termosifone… e mi è venuto da pensare che forse il nuovo proprietario ci vuole tumulare un vecchietto in questo garage… ma chissà forse vuole solo crearsi un ambiente vivibile al di là dell'appartamento, chissà, ricavare uno studio… beh così la mia fantasia si sprigiona, cui ci metto un divano a 'L', là il mobile della tv… qui ci sta la cucina… ok, ok… la smetto, però è sempre una soddisfazione…
Quindi il weekend come vedete è passato molto velocemente ed ora, che è già martedì, nel frattempo c'è stato un lunedì pesantino, con tanto di pranzo con colleghi per festeggiare un collega che si è licenziato (intendiamoci, non è che festeggiamo perché se ne va…), la spesa alla sera e poi cinema… Insomma una giornatina abbastanza lunga, tanto per iniziare la settimana in modo tonico…

martedì, aprile 08, 2008

Ho le visioni?

Ieri sera, facevo un po' di zapping prima di cena e mi fermo un attimo sul TG4 (tengo a precisare che non lo guardo mai…). Mi hanno attratto le immagini… paesaggi innevati ed ho iniziato ad ascoltare il commento: si parlava del maltempo che aveva colpito l'Europa occidentale con Londra bloccata, Parigi imbiancata e neve abbondante anche in Germania. Poi ha detto che Le nostre alpi ci stavano proteggendo, che la neve si sarebbe fermata appunto in montagna e noi avremmo continuato a godere di un clima mite accompagnato dal vento… Mentre guardavo questo servizio ero completamente sola in cucina e quando ritorna Max glielo racconto… Lui mi dice 'Ah sì???? Non avevo sentito nulla…' Poi guardiamo il TG5 e mostrano le immagini di Parigi con tutti i disagi che ci sono stati ed inquadrano una Tour completamente priva di neve, anzi non c'è l'ombra di un fiocco di neve. Max mi guarda e dice 'Non mi sembra che ci sia tanta neve a Parigi???' :- Io faccio proprio questo faccino qui… cosa vuoi che ti dica, o io ho le visioni, oppure mi hanno mostrato delle immagini di repertorio che risalgono all'anno scorso!!! Insomma, già lo sapevo che il TG4 non è affidabile, ma persino mostrare un servizio fasullo mi sembra un po' eccessivo…
Chissà se qualcuno dei miei 4 lettori ha avuto l'occasione di condividere con me questa esperienza mistica…
A parte questo, stamattina, tanto per smentire le aspettative, ci siamo alzati in un clima tipicamente autunnale: pioviggina, è tutto grigio grigio, freschino, insomma mi sto ancora chiedendo perché non sono rimasta sotto il piumone… Ah dimenticavo, perché dovevo venire al lavoro :-D … mi sembrava ci fosse un motivo!!!
Adesso sarà proprio il caso che inizi questa giornatina… forza e coraggio!!!

lunedì, aprile 07, 2008

Un sabato diverso...

Lo sapete… io e Max arriviamo al weekend sempre abbastanza spompati e la voglia di starsene a riposo è veramente forte… ma questo weekend ci siamo regalati qualcosa di diverso… una gita fuori porta nella giornata di sabato. Per due come noi, che tutto sommato non hanno tanti impegni potrebbe davvero essere un'abitudine, ma in realtà, non mi ricordo l'ultimo volta che abbiamo fatto una cosa del genere… Beh, bando alle ciance, sabato mattina, con tutta la comodità possibile, verso le 10:30 siamo partiti alla volta di Cervia, e siamo giunti a destinazione giusto in tempo per la favolosa piadina romagnola. Andare in riviera e non gustarsi una piada è un peccato mortale dalle mie parti, è una cosa quasi immorale… Poi dopo pranzo siamo andati in spiaggia: i bagni sono tutti ancora chiusi, la spiaggia è ancora deserta e devo dire che ha il suo fascino, non odiatemi ma quasi quasi la preferisco così. Molti proprietari dei bagni sono impegnati in piccoli lavori di ristrutturazione, c'è chi rinfresca le scritte, chi mette in ordine gli spazi verdi, chi comincia a montare banconi all'aperto, in previsione dell'apertura estiva. Metteteci poi che in questo weekend, proprio a Cervia si svolgeva una manifestazione ciclistica e che abbiamo visto pezzetti di corsa svolgersi direttamente sulla spiaggia ed un sacco di gente girovagare per la cittadina, ed ecco, che, sebbene la temperatura fosse freschina, si respirava già un'aria di vacanze, che è pur sempre una bell'aria, anche se respirata per poche ore.
Ce ne siamo stati sulla spiaggia a leggere per un po', abbiamo fatto una lunghissima passeggiata lungo il mare fino a Pinarella e poi siamo ritornati attraversando la 'famosa' pineta di Pinarella… Dei passi ne abbiamo fatti un bel po', l'atleta qui presente, pur vergognandosi da morire, non può esimersi dal dire che sente dolori muscolari soprattutto alle cosce… Lo so che è una vergogna… uno va in palestra praticamente sempre e poi fa una pidocchiosa passeggiata e questa gli causa la carne cattiva :-(
Abbiamo poi cenato al nostro ristorante preferito e poi, piano piano ce ne siamo ritornati verso casa… Una giornata senza stress, durante la quale ho cercato di dimenticare tutte le cose che avevo da fare e che mi sono lasciata alle spalle… e che cavolo… mica si può vivere solo per lavorare!!!
Non che poi domenica mi sia tirata il colle, diciamoci la verità… mi abituo alla svelta a fare pochino… comunque, il mio dovere l'ho fatto… ho stirato l'everest di turno, ho fatto un arrostino che ci gusteremo nelle serate di questa settimana ed ho costretto il tatone ad una mini passeggiata per la ridente cittadina fino al video noleggio, dove abbiamo preso un filmino per terminare in bellezza la serata domenicale. In mezzo a queste misere attività ho dormicchiato sul divano, sleggiucchiato un po'… e pensato intensamente, ma solo pensato che anche questo weekend se ne stava andando senza che io facessi nulla per abbellire il mio balcone… Ma sì dai ci sarà tempo, lo farò, giuro che lo farò…

venerdì, aprile 04, 2008

Di nuovo venerdì...

Ebbene sì, le settimane sembrano lunghissime ed interminabili e poi improvvisamente ci si ritrova già di venerdì… un'altra settimana è passata, con le solite cose fatte ed i progetti per il weekend che si accumulano, perché si spera sempre di avere tanto tempo per fare le cose e si continua a dire… lo faccio nel weekend!!! In realta, almeno a me capita così, il weekend poi passa troppo in fretta e non si fa in tempo a fare quasi nulla, in un batter d'occhi ci si ritrova di nuovi seduti in ufficio a pensare a tutte le cose che dovrebbero essere fatte e che non sono ancora state fatte… La cosa positiva è che con il cambio dell'ora abbiamo acquistato qualche ora di luce in più e spero di riuscire ad approfittarne un po' meglio prossimamente, cosa che non ho certo fatto questa settimana. Non che poi rimanga tanto tempo nella vita di tutti i giorni, io ammiro moltissimo le persone che riescono a fare mille cose in una giornata… Io esco di casa alle 7:30 e, nella migliore delle ipotesi, vi faccio ritorno alle 18:00. Ma due volte alla settimana vado in palestra ed arrivo a casa alle 20:30, il venerdì ho di solito il turno pulizie che termina più o meno sempre a quell'ora e nelle restanti serate capita spesso che devo fare commissioni varie. Ecco che l'ora di cena presto arriva e poi la stanchezza ha il sopravvento ed è difficile obbligarsi a fare qualcosa di più impegnativo di un paio di orette di tv condite da qualche punto croce…
Con la bella stagione, saltano fuori davvero mille cose che dovrebbero essere fatte, ma proprio non riesco a partire… Questa settimana ho persino cominciato a prendere degli integratori che ho acquistato in erboristeria, per tentare di tirarmi un po' su, ma per il momento non sembra che stiano dando dei gran risultati. Tra qualche giorno si libererà anche l'appartamento che mio padre ha dato in affitto alcuni anni fa e comincerà un altro tour de force per aiutarlo nella ristrutturazione. Ci sono da fare parecchi lavori ed io sarò come al solito alla mercè di tutte le sue bizze. Non mi sento per niente pronta, non ho molta voglia di iniziare a correre da una parte all'altra, soprattutto in questo perido in cui ho tante cose da fare al lavoro…
Mah, staremo a vedere, adesso non mi rimane che augurare a tutti un buon weekend...