mercoledì, marzo 19, 2008

E poi devo stare calma…

… e soprattutto non innervosirmi!!! Beh, lo sapete, non è un gran periodo questo, non sono il massimo della tranquillità e della serenità, ma poi mi chiedo come potrei esserlo quando capitano giornate come quelle di ieri… Per farla breve, per TUTTO il giorno i miei genitori non sono riusciti a contattare il loro medico di famiglia!!! Non si sa quante telefonate abbiano fatto e la risposta è stata quella di riprovare più tardi, che il dottore non era in ambulatorio, che era fuori e che non si sapeva quando tornava. Allora adesso posso dire una cosa???? Ci sta che il dottore abbia i suoi impegni, ci sta che possa assentarsi per intere giornate dall'ambulatorio, ma NON ci sta che non lasci nessuno al suo posto!!!! Perché se qualche ammalato ha bisogno non deve patire le pene dell'inferno e riuscire a parlare col dottore solo verso le 20:00 di sera. Sì, perché poi la beffa è che non puoi nemmeno andare al pronto soccorso negli orari in cui sei 'coperto' dal tuo medico di famiglia, è già capitato che persone siano state mandate direttamente dal proprio medico senza nemmeno essere visitate. Quindi, come potete immaginare, mi sono innervosita, con un padre che non stava per niente bene, e senza la possibilità di chiedere un consiglio per farlo stare meglio… sì, perché non avevamo mica bisogno di tanto, volevamo solo sapere cosa prendere per un reumatismo che da più di 24 ore lo stava facendo impazzire. Dato che sta prendendo un camion di medicine non mi sembrava il caso di aggiungerne altre a mio piacimento, che dite, avevo le mie buone ragioni???? Insomma, ultimamente i medici di famiglia non si comportano molto bene, si ritengono sottopagati e danno un servizio sommario, frettoloso e incurante. Non voglio fare di tutta l'erba un fascio, ma ovunque mi giri, vedo solo conferme di queste cose, e non mi piace, mi fa arrabbiare, perché fare il dottore dovrebbe essere una vocazione, è un lavoro troppo importante, con la salute non si scherza, non dovrebbe essere considerato un lavoro come tutti gli altri, dovrebbe esserci una coscienza forte, una consapevolezza che quello di cui ci si sta occupando è 'semplicemente' la vita di una persona.
Oggi sta un po' meglio, gli fa ancora male, ma almeno non l'ho visto dolorante come ieri, almeno è riuscito a godersi i cannoli alla crema che gli ho portato come piccolo pensierino per la festa del papà… Così ne approfitto per dare un grosso bacione a tutti i papà del mondo!!!!!!!!!!!!!

3 commenti:

Erica ha detto...

Ciao! Son tornata ammalata... quindi l'argomento medico di famiglia mi tocca da vicino. Gli ho telefonato due volte, alla prima chiamata non era disponibile anche se in pieno orario di ambulatorio. Alla seconda, appena ha sentito la parola "Egitto" ha sentenziato al diagnosi e non mi ha nemmeno lasciato finire di parlare! Guarda, lasciam stare l'argomento...
Ah tranquilla, oggi sto bene.
ciao
Erica

Angela ha detto...

Ciao tata,
per prima coa un bacione al tuo papà. Oggi Lele ha fatto la morfologica e va tutto bene! Sono molto contenta!
Quando venite a trovarci?
Tanti auguri di buona Pasqua a te e al tato
Angela

razza75 ha detto...

Buona Pasqua, a te, Max, e ai tuoi.