lunedì, giugno 11, 2007

Weekend di sole...

Beh, dopo tanta pioggia un po' di sole ci voleva proprio e approfittarne era quasi d'obbligo. Poi però il lunedì arriva e qui non mi lasciano molto in pace, nemmeno cinque minuti per scrivere due righe...
Un sabato splendido, all'insegna del dolce far niente che amo tanto fare quando sono al mare. Partenza all'alba (6:20) ed arrivo a Cervia verso le 8:30. Colazione in uno dei barettini del centro, poi scelta del bagno, e dopo la solita incremata del tatone e mia (sì, questa volta sono stata brava, mi sono data la cremina e non mi sono ustionata…), mi sono posizionata al sole, con il mio librino ed i miei occhialini. Max sotto l'onrellone si è sparato una bella pennichella dopo la faticosa lettura del giornale, e le ore hanno iniziato a correre, correre come sempre accade… Mezzogiorno, giretto in centro, piadina sbocconcellata su una panchina all'ombra ed io ero già in paradiso. Capatina al ristorante per prenotare per la sera e poi si ritorna in spiaggia… Scatta la pennichella, finiamo entrambi il librino che stiamo leggendo e poi finisco di sfogliare la rivista femminile che mi sono regalata come scacciapensieri… Arrivo alla solita pagina delle pillole miracolose che ti fanno dimagrire e leggo 'Fino a 19 kg in un mese'. Acciderbolina, ma come si fa a scrivere certe cavolate… Tutto a base di erbe e frutti… una cosa super naturale, con 80 eurini diventi un figurino e non riacquisti più il peso perso… ehhh???? Sapete cosa vi dico, che quando leggo tali stronzate mi viene quasi voglia di provarle per avere la conferma che sono tutte cavolate e mentre borbottavo ad alta voce queste considerazioni, salta su Max e mi dice 'Se le prendiamo però le provo io!!!' Solo perché gli ho detto che sarebbe ora che ci mettesse un ditino sopra… è persino disposto a provare queste cose pur di non dover rinunciare a mangiare un primo tutti i giorni a mezzogiorno…
Beh, a parte queste tristezze, ci siamo poi regalati una mega passeggiata lungo il mare, si stava da Dio, un po' di venticello rendeva l'atmosfera non troppo rovente… alle 18:30 passate siamo risaliti, doccia calda, preparazione per la cena… ed alle 20:00 eravamo di fronte al ristorante già quasi del tutto esaurito. Il tato si è fatto la sua solita mangiatona di pesce ed io ho optato per una pizza (purtroppo la mia antipatia per il pesce è sempre un grande handicap…). Giretto per il centro per favorire la digestione (ma quanta gente c'era a Cervia sabato sera… tantissime famiglie!!!) e poi alle 23:00 passate siamo ripartiti alla volta di casa. Autostrada sgombra, si è andati benissimo e quando finalemente abbiamo appoggiate le nostre stanche membra sul lettone, siamo crollati…
Della domenica invece ho veramente poco da raccontare… eravamo a pranzo dai genitori di Max… Lasagne, coniglio, alcuni contorni… e torta gelato. Come al solito si è mangiato troppo e le lasagne erano un po' troppo giottine… la digestione è stata lunga e difficile e ieri sera abbiamo compensato con un semplice teino… C'era un'aria strana dai genitori… i rapporti tra i miei suoceri e la mia presunta cognata si sono un po' intiepiditi… ultimamente sono successe cose che hanno raffreddato un po' tutto quell'essere 'culo e pataia'… Per me era una cosa inevitabile, era solo questione di tempo, ma credo che loro ci stiano un po' male, forse si erano abituati a vedere questa persona come una di famiglia, anche se non vedo come questo possa accadere, quando ad ogni pie' sospinto se ne viene fuori con delle frasi del tipo 'Non ve la prendete se poi uno di questi giorni faccio su i miei stracci e me ne ritorno a casa!!!'. Lo ha detto anche ieri, ed io penso sempre 'Ma vai, chi ti trattiene, mica te lo ha ordinato il dottore di convivere con questo uomo!!!' Piangeremo grosse lacrime per la perdita di una persona così fantastica, intelligente, sapiente… pensate che sta cercando lavoro e non lo trova perché ha un curriculum troppo 'bello'… terza media, operaia in una ditta biomedicale, che a sentir lei è disposta a fare tutto ma poi vuole un contratto a tempo indeterminato, in un posto dove non si faccia tanta fatica e dove sia ben pagata… uhmmmm… se trova un posto così ci vado anch'io!!!
Ma lasciamo perdere… ci sono tante cose che non mi stanno bene in quel rapporto, tanti atteggiamenti anche del fratello di Max che mi sorprendono e mi fanno pensare come sia possibile che siano fratelli… Io con un cioccapiatti così non ci potrei stare nemmeno un giorno… boh, forse è anche la sindrome del figlio minore, forse è stato più coccolato, ma più che altro credo che sia una questione di carattere… e di testa!!!
Il resto della domenica è passato un po' così, io sbattuta sul divano col mal di testa e la digestione lenta e poi, quando mi sono ripresa un po' mi sono dedicata allo stiro… mentre le ore passavano e le ginocchia cominciavano a farmi male ho ribattezzato quello strumento di tortura che è la stirella… il suo vero nome inizia sempre lo la lettera 's' e la seconda è sempre una 't'… ma il significato è più azzeccato, almeno per me!!!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

mi hai fatto venire voglia di una gg al mare...
uff!
1bacio
papero

andrea ha detto...

che invidia della vostra giornata al mare....
(però il pesce sabato sera sono andato a mangiarlo anche io...)
:-)