giovedì, giugno 07, 2007

Uhhh... se mi sta addosso!!!

Ore 8:04: 'Hai visto poi se le modifiche fatte ieri sera prima di andare a casa andavano????' ed io 'No, non le ho ancora provate…' Non solo non le ho provate, sto ancora scaricando la posta, devo finire di bere il caffè, fuori piove, ho sonno, sono stanca… e soprattutto 'STAMMI SU DA DOSSO!!!!'. Intendiamoci, onore al merito essere così volenteroso ed avere tutta questa smania di imparare… ma porta pazienza un attimo, mi sembra di essere ai lavori forzati… Non è che poi ti danno il mongolino d'oro se su otto ore, stai attaccato al pc come un cretino per otto ore e mezza… quello che ti può capitare è che ti prendono per deficiente ed il rischio di fare cavolate aumenta in modo esponenziale!!! 'Cosa ne dici se io intanto provo a fare quello che mi hai detto ieri???' ed io 'Sì dai, così nel frattempo io guardo come andavano le edifiche di ieri…' e soprattutto mi dedico un attimo al mio blog e soprattutto 'tiro fiato' un attimo…
Così eccomi qua… si sente lontano un miglio che non sto provando le meodifiche ma, sinceramente, me ne frego… ieri è stata una giornata infernale, non sono nemmeno riuscita a bermi tutta la coca-cola!!!!! Oltre ad essere stata super-concentrata dul progetto con al fianco il nuovo acquisto, durante la pausa pranzo ho fatto una delle mie tipiche sfacchinate… Arrivo dai miei, guardo mia madre e le dico 'Mamma cosa hai combinato ai capelli??? Ti ricordi vero che stasera andiamo dall'ottico…' e lei 'Perché cos'hanno???' ed io (diplomaticamente!) 'Fanno schifo!!!' lei 'Beh, fa lo stesso!!!' ed io 'Te li lavi oggi pomeriggio???' e lei 'Non c'è dubbio, non ne ho per niente voglia…'
Guardo l'orologio, sono le 13:00 guardo mio padre che già se la ride sotto i baffi perché ha capito cosa mi frulla per la testa e dico… 'Ok, dai che andiamo a lavare i capelli' Non è una proposta è un'ordine e lei comincia a lamentarsi, brontolare, ma tanto ormai il meccanismo si è attivato e non si può più fermare… la trascino in bagno, ho già la cornetta della doccia in mano, l'acqua è quasi calda… e via in 5 minuti netti le lavo la testa. Nel frattempo mio padre si attiva per preparare tutto il necessario per la messa in piega quindi alle 13:15, la brontolona cronica giace 'poco felice' sotto il casco. Io mi metto a lavare i piatti e lei brontola un po' più forte 'Lascia stare ci penso io dopo', ma nel frattempo, come al solito io non le ho dato ascolto ed ho continuato imperterrita a fare quello che mi pareva…
Così è passata la pausa pranzo, poi mi sono fiondata al lavoro dove tizio mi aspettava al varco, lavorato senza sosta fino alle 17:30 e poi via di corsa a recuperare i miei, mega seduta dall'ottico per scegliere i 'fanali' nuovi per la mamma, riportati a casa i vecchietti e poi via a raggiungere il tato che stava facendo la spesa all'iper… Quando sono arrivata aveva quasi finito, quindi non è stato nemmeno quel grande stress e mentre riponevamo la spesa in macchina, sento un fischio seguito da un 'Ehi…', mi giro ed ecco che riconosco una mia ex-collega della Soft… Dire che l'ho rivista con piacere è poco…mi ha fatto un piacere immenso,era una vita che non la vedevo, che non mi riallineavo sulle ultime vicende di quel gruppo di ragazze… Diciamo che l'unica cosa positiva di quei nove mesi è aver conosciuto loro, ma purtroppo non riusciamo mai ad incontrarci perché troppo impegnate e soprattutto con orari completamente diversi…
Dopo il lieto incontro abbiamo mangiato qualcosina, un'altra capatina alla coop (mentre le mandibole erano al lavoro mi sono ricordata che mi ero dimenticata un paio di cosucce…) e poi ho trascinato il tato da Scarpe & Scarpe… l'ho posizionato nel reparto sandali e gli ho detto 'Dai tato, guardati in giro e trova un paio di sandali per la tua tata!!!!' Si vedeva lontano un miglio che non ne aveva molta voglia ma poi, dopo il primo tentennamento, si è guardato intorno e, come al solito, ha trovato ciò che fa per me… Insomma ha veramente una marcia in più… io posso starci anche due ore in un negozio del genere e non vedo niente che mi possa soddisfare… e le uniche cose che magari attraggono la mia attenzione sono scarpe che non hanno niente a che fare con i miei piedoni cicciottelli… poi arriva lui, prende in mano un articolo insignificante, me lo fa provare e puff… è proprio quello giusto… MA COME FA!!!!! Così me ne sono uscita con un paio di sandali ed un paio di ciabattine, entrambi in stile etnico, carine da matti… Adesso deve solo smettere di piovere e poi, insieme al mio bel vestitino nuovo sono pronta!!!!
Adesso è proprio ora che mi metta a provare queste benedette modifiche… A presto...

2 commenti:

Erica ha detto...

Cavoli che giornata intensa!!!!
Ma che e' Max, un mago?
Dovrebbe fare il personal shopper come Becky :-DDD
ciao
Erica

angela ha detto...

Ciao tata, potresti provare a mettere un profumo orrendo..così almeno ti sta un po' più distante e riusciamo a scriverci due righe... Un salutone a tutti due
Angela