martedì, giugno 19, 2007

Sempre di corsa...

Sì, mi sento veramente strapazzata e ne è la conferma il fatto che, anche quando mi fermo, i miei nervi continuano a fremere e mi è difficile persino addormentarmi. Periodo? Mah, credo che si tratti piuttosto di un nuovo stile di vita, che ci porta ad aggiungere impegni senza lasciarne nemmeno uno di quelli vecchi. Mettici poi che il lavoro che svolgiamo spesso e volentieri ci prospetta delle sorprese, con periodi di grande stress e la frittata è fatta!!! Giornate lunghissime, mille telefonate, camion di email è quello che sta accadendo a Max in questi giorni… mentre io proseguo con il mio solito tran tran, con la mia solita voglia di chiudere tutte le finestre e le porte e starmene in un luogo isolato e scuro dove riposare gli occhi e la mente… Sembra che le vacanze si stiano avvicinando a grandi passi, almeno la settimana montanara, ma ancora non ci credo, ancora fatico a credere che possa avverarsi e questo aumenta solo la mia preoccupazione. Non si può vivere in trepidazione anche per una serie di esami del sangue… non si può vivere nell'attesa di avere cattive notizie, è impossibile andare avanti così, e, nonostante lo pensi intensamente non ne posso fare a meno. Ho paura!!! Sì, sono terrorizzata e non riesco a risalire la china di questa sensazione, me ne sto accucciata in un angolo, facendo finta di niente, occupandomi dei miei impegni come se nulla fosse, ma è come se uno spettro mi stesse sempre alle spalle, sbirciando da sopra la spalla destra che cosa sto combinando e ghignandosela di gusto ogni volta che mi sorprende a sognare ad occhi aperti un futuro sereno…
Non è da tanto che questa sensazione si è imposessata di me, e non so nemmeno quando tutto questo è successo… l'anno scorso, anche nei momenti più brutti, vedevo sempre una luce alla fine del tunnel e correvo, senza mai fermarmi, proprio verso quel bagliore… Ora, invece, continuo si a correre, ma non c'è nessuna luce ad attendermi, ci sono solo degli ostacoli che di volta in volta so di dover affrontare. Forse è proprio questo che mi sfianca, il non vedere la fine, anche se so benissimo che è tutto normale e che non dovrei nemmeno stupirmi di questo stato di cose.
Però, una cosa deve assolutamente cambiare… ho smesso di fare i miei soliti progetti a lungo termine, e questo non va bene!!! Sembra quasi che abbia messo la mia vita 'in pausa', ma essa sta comunque passando e rischio davvero che trascorra senza che me ne accorga, troppo indaffarata a fare tutto e niente… Mi dico che ho tempo, che per il momento ho cose più importanti a cui pensare, ma non è vero… ho semplicemente il terrore di fare un'analisi approfondita di quello che succede, e non voglio dover prendere delle decisioni definitive… in nessun senso e su nessun argomento. Se la mia filosofia è sempre stata quella che le cose si evolvono da sole in un senso oppure nell'altro senza bisogno di spinte esterne è anche vero che a volte tali spinte sono necessarie e non darle significa ritrovarsi in un limbo che non ha sbocchi…
La verità credo che sia la seguente: ho perso il poco coraggio di cui disponevo, combatto perché non ne posso fare a meno ma non sono più convinta di potercela fare!!! Non c'è niente di male in tutto questo, fa parte della vita, forse è già utile averne preso coscienza e per il momento non riesco a fare altro… Faccio piroette, accompagno i miei ovunque sia necessario, col sorriso sulle labbra ed una convinzione che non sento mia… Aspetto, aspetto che tutto passi, aspetto che torni il sereno, se mai tornerà…

2 commenti:

Anonimo ha detto...

"ho perso il poco coraggio di cui disponevo, combatto perché non ne posso fare a meno ma non sono più convinta di potercela fare!"
tesoro... ce lo fanno perdere il coraggio.
ci spolpano per bene e ci lasciano nudi e infreddoliti di fronte al mondo.
ma abbiamo intenzione di dargliela vinta? no dai...
silvia

andrea ha detto...

Può capitare nei periodi di forte stress, fisico ed emotivo.
Purtroppo, so come si sta perchè ci sono passato anche io.
L'unica cosa che posso consigliarti, dal basso della mia esperienza, è di appoggiarti a chi ti vuole bene... di prendere le cose un giorno per volta... e se non basta di non avere paura di chiedere un aiuto esterno.
In bocca al lupo.