martedì, maggio 15, 2007

Sarò breve...

Ve lo prometto, stamattina non ho intenzione di perdermi nelle mie solite mille chiacchiere, ho un sacco di pensieri che mi frullano in testa e che riempiono di sonni agitati e di mille risvegli le mie lunghe notti… Sono nervosa, tesa, pronta a scattare per un niente e per fortuna che a casa ho un uomo che nemmeno se vuole riesce a farmi venire il nervoso… Stendiamo invece un velo pietoso sul lavoro e su tutto il resto, più che uscire di casa alla mattina dovrei rinchiudermi in una stanza e buttare via la chiave!!! Sono a rischio di danni ad ogni momento, discussioni che comunque mi si ritorcono contro, quindi non solo inutili ma pure dannose. Mi sono talmente tanto rotta di dire sempre 'Signorsì' che non c'è giorno in cui non pensi alla nostra edicola. Forse nemmeno in senso letterale, ma proprio come simbolo di una autonomia che la vita da dipendente non mi potrà mai dare. E poi è meglio che non aggiunga altro, perché tanto lo so che non vale la pena farsi venire il sangue amaro, ma non ci posso fare niente sono talmente tanto sensibile in questo periodo che prendo fuoco stile zolfanello in un nano secondo. Certo che vedere tutti i giorni certe facce da c… non aiuta molto, persone la cui intelligenza è superata da quella di Natalina (la mia tartaruga marina) e che, nonostante queste spiccate capacità, ricoprono ruoli di responsabilità che non solo non si meritano, ma che sarebbe davvero meglio lasciassero ad altri. E non dico di essere io la persona giusta, per l'amor di Dio, non penso proprio che sarebbe una bella idea, ma ci deve pur essere qualcuno in questo mondo con un po' più di testa!!!
Poi, non vedo l'ora che arrivi venerdì, sì, lo ammetto questo pensiero mi gira e rigira nella testa, di notte mi rivedo in un corridoio di un ospedale… sento mio padre tossire e vorrei che non lo facesse, insomma sono uno strazio!!!

2 commenti:

Papero ha detto...

...mi cambi umore alla velocità della luce...
sai dove trovarmi vero?
un abbraccio

Gianchy ha detto...

Grazie Silvia... ma vedrai che mi passerà... certo che passare la pausa pranzo a far da mangiare, lavare i piatti e correre a fare un po' di spesa perchè ho la mamma KO con il suo solito attacco di labirintite, non aiuta un innalzamento del morale, ma più che altro agevola l'ingrossamento di qualcos'altro... Quasi tutti i giorni ce n'è una nuova... uff che fatica!!!