mercoledì, maggio 16, 2007

The Queen

Quando la notizia della morte della Principessa Diana, la donna più famosa del mondo, si diffonde fra una popolazione britannica scioccata e incredula, la Regina si ritira nel castello di Balmoral con la sua famiglia, incapace di comprendere la reazione del popolo britannico alla tragedia. Per Tony Blair, il popolare neoeletto Primo Ministro, è tangibile il bisogno di rassicurazione e supporto della gente da parte dei loro leader. Mentre questa ondata di emozioni senza precedenti cresce sempre di più, Blair deve trovare un modo per riavvicinare la Regina al suo popolo.

Un punto di vista particolare per rileggere un'evento che ai tempi mi emozionò molto, e che rivedere non mi ha lasciato indifferente. Se anche alla fine del film non si riesce a stare dalla parte della regina, a parer mio, si riesce a comprenderne meglio alcune scelte, alcuni atteggiamenti che al momento della morte di Diana anche a me sembravano incredibili. Le ambientazioni, le scenografie molto curate fanno di questo film un mix di documento romanzato, ma le immagini reali che ogni tanto affiorano ti riportano sempre alla realtà, ti ricordano che stai guardando il resoconto di un fatto realmente avvenuto, di una tragedia che, arrivata come un fulmine a ciel sereno, ha colpito molti di noi…
Helen Mirren nei panni della regina è stata splendida, una interpretazione magnifica di un carattere forte che sa di ricoprire un posto importantissimo per la sua nazione. Il suo carattere forte viene scalfito solo dall'opinione che hanno i cittadini di lei, ma non si tratta di cinismo, io lo leggo più che altro come un senso di responsabilità, perchè la regina ed il suo popolo devono essere un tutt'uno, inscindibili l'una dall'altro.

Nessun commento: